La poesia del Bodybuilding

Odiato, sottovalutato, schernito, il Bodybuilding è lo sport (da alcuni non è nemmeno considerato tale) da evitare, è la strega da mandare sul rogo per espiare le colpe dell'ignoranza.


La diffusione nelle attuali palestre di persone che pesano più di 100 Kg, la presenza di istruttori del tutto impreparati in anatomia, fisiologia, biomeccanica, ecc. "ma campioni Italiani, Europei o addirittura Mondiali" che basano le proprie conoscenze solo ed esclusivamente su esperienze empiriche hanno dato un immagine contorta del bodybuilding.


Ognuno di noi è libero di prendere le proprie decisioni, ognuno di noi può decidere o no di essere un gigante del bodybuilding, ma quei fantomatici istruttori di sala che pretendono di dare ai propri allievi le stesse schede di allenamento e le stesse alimentazioni che usavano o usano ancora, mi riferisco ai classici allenamenti che durano 2 o 3 ore al giorno per tutti i giorni o a quelle folli diete che non rispettano alcun principio nutrizionale, dovrebbero smettere di atteggiarsi a grandi sapienti e smettere di illudere tanti ragazzi!


"La domanda, a questo punto, è: come fanno ad essere così grandi e definiti?


Oltre ad una genetica favorevole, la risposta è: ABUSO DI FARMACI!
Parlare con questi "giganti" di Periodizzazione, Allenamenti brevi ed intensi, Scarichi, Supercompensazioni è inutile; la solita risposta è: "Cose da femminucce" oppure "Così non crescerai mai"
Eppure queste cose si possono leggere sui così detti "libri sacri" del settore, scritti da studiosi competenti in materia.


Questo sito è dedicato a tutte quelle persone che amano questa disciplina ma sono stanche della ormai tantissima ignoranza e presunzione dei bodybuilder "armadi a quattro ante".


Esiste un'altra faccia del Bodybuilding, una faccia pulita e molto più umana, dove per essere un  culturista non c'è bisogno di essere giganti di 100 Kg, né trascorrere gran parte della propria vita in una palestra, ma dove si deve desiderare solo un corpo attraente e sano.

 


Ultima modifica dell'articolo: 28/12/2015

APPROFONDIMENTI E CURIOSITÀ