Preparazione Gianluca Frasca

A cura di: Luca Pelizzo


Oggi vi presento un nuovo articolo su un atleta napoletano che ho preparato quest'anno per il Ludus 2007. Molti di Voi già sicuramente lo conosceranno, si tratta di Gianluca Frasca, atleta dal carattere veramente ferreo e da una passione per questo sport direi formidabile.

Abbiamo cominciato questo "rapporto" in maniera diciamo quasi giocosa, in quanto questo ragazzo napoletano non era molto convinto delle sue reali possibilità sportive. Invece mi è bastato vedere alcune sue foto e parlare con lui un po' di tempo, per capire l'alto potenziale sportivo e caratteriale da cui si avrebbe potuto (e così si è poi rivelato) trarre ottimi risultati agonistici. Infatti, dai colloqui intercorsi, capii che questo ragazzo, non  era stato apprezzato per quello che doveva realmente essere, cosa questa che lo aveva un po' demoralizzato ed abbattuto. Non ci siamo scoraggiati, infatti ho subito cercato di fargli capire che secondo la mia modestissima opinione, con impegno e costanza, si sarebbe potuti arrivare a buoni risultati, anche se sinceramente non mi sarei mai aspettato l'ottimo risultato ottenuto al Ludus.

Cominciai subito a verificare i suoi anni passati di allenamento, capii così alcune lacune, sia dal punto dell'allenamento che dal lato (importantissimo) alimentare, che aveva purtroppo attuato.

Mi disse anche che voleva partecipare appunto al Ludus 2007, quindi bisognava subito intervenire in quanto mancavano appena 7 mesi alla competizione. Quindi, dopo aver visionato diversi dati che mi servivano per conoscere punti a me importanti riguardo allenamento/alimentazione/integrazione e stile di vita quotidiano, cominciai subito a stilare la prima bozza di allenamento e i vari consigli alimentari che Gianluca avrebbe dovuto seguire.

Devo sinceramente dire che il Frasca era piuttosto abbattuto, cercai quindi di fargli capire (cosa questa che secondo me Noi P.T. dobbiamo assolutamente cercare di fare più spesso, in quanto, sempre secondo la mia modestissima opinione, dobbiamo anche essere, si fa per dire, un po' psicologi e amici sinceri) che con la buona volontà, la costanza e non meno importante nel credere in se stessi, avrebbe raggiunto posizioni nell' ambito del bodybuilding agonistico di rilievo.

Quindi cominciai a stilargli la nuova scheda di allenamento (chiaramente sempre su base di uno dei più grandi personal trainer a livello nazionale e non solo, cioè del grande Francesco Currò e del suo sistema a frequenza multipla, di cui non mi stancherò mai di ringraziare e del quale sistema devo proprio dire funziona egregiamente).

Ecco che quindi in pochi mesi il Frasca Gianluca cominciò veramente a cambiare fisicamente in proporzioni muscolari degne di nota (la definizione ancora non era stata studiata).

Cominciai con stilargli appunto una scheda per la forza abbinata a dei CONSIGLI ALIMENTARI SU BASE ZONA/ISOMETRICA (tendo a sottolineare questa frase in quanto non possedendo nessuna laurea in medicina/alimentazione non posso certamente stilare delle diete vere e proprie, per le quali bisogna sempre avvalersi appunto di persone esperte e qualificate, in possesso di un reale titolo di studio riconosciuto).

Che ci crediate o no il Gianluca mi contattò a dir poco entusiasta perché mi disse che vedeva risultati realmente positivi quasi ad ogni sessione allenante (ancora un doveroso ringraziamento a Currò). La cosa che invece sorprese entrambi, fu quella dello scarico degli allenamenti su base mensile, in quanto a Gianluca, questo non gli era mai stato impartito doverosamente con tutte le spiegazioni a riguardo sul recupero e supercompensazione che ne consegue.

Quindi dopo le dovute spiegazioni sull'importanza di questa settimana di scarico dagli allenamenti, Gianluca dopo appena 2 mesi cominciò veramente a cambiare "forma" e a prendere le vere sembianze di un atleta agonistico.

Devo proprio dire che seguì tutti i miei consigli con una scrupolosità degna di nota, non sgarrò un solo allenamento, puntuale ad ogni appuntamento per consultarci; insomma un vero professionista di settore.

Passati 3 mesi circa, bisognava quindi cominciare a modellare e a ricercare le parti carenti di questo atleta, cosa non molto semplice in quanto devo realisticamente dire dotato geneticamente di un ottima proporzionalità muscolare. Comunque chiaramente qua e là qualche priorità nell'allenamento per le parti, per così dire, carenti dopo minuziose prese visioni antropometriche vennero fuori, principalmente su deltoidi posteriori, addome e i famelici tricipiti della sura.

Cominciai quindi ad allenarlo (sempre metodo Currò-esercizio prevalente) basando particolare attenzione su queste piccole discrepanze muscolari, chiaramente aumentando gli allenamenti appunto su queste parti carenti, diminuendo (importantissimo) l'allenamento per gli altri distretti corporei già molto bene evidenziati. Anche i consigli alimentari subirono delle leggere modifiche, in quanto gli feci seguire degli esempi di ricarica glucidica, ma anche una scarica riferita agli addominali, proprio negli allenamenti bersaglio.

In poco tempo Gianluca ottenne ottimi risultati, anche se devo autocriticarmi nel non essere riuscito a colmare il problema che affligge la maggior parte di Voi professionisti, vale a dire i polpacci, che purtroppo a mio dire non hanno raggiunto le dimensioni da me sperate.

Comunque anche questo mesociclo funzionò alla grande, infatti finalmente Gianluca era arrivato veramente alle forme e al peso voluto. Adesso mancava però la definizione, infatti era ancora mediamente al 6%, percentuale questa ancora troppo alta per poter gareggiare.

Ormai mancavano 2 mesi circa per la competizione, non si poteva sbagliare nulla, quindi ecco che dopo aver interpellato Gianluca, stilai un programma di definizione mirato appositamente per Lui sotto ogni punto di vista, non tralasciando niente al caso. (per chi fosse interessato a questa ultima parte che adesso descriverò solamente in maniera sommaria, può contattarmi alla mai luca_peizzo@libero.it).

Cominciamo quindi con consigli su una chetogenica ciclica 3+2,su base bisettimanale + allenamento cardio miratissimo, non tralasciando chiaramente il lavoro anaerobico in palestra con esercizi multiarticolari sempre pesanti ed intensi (cosa che ormai sapete tutti). Questa ultima parte venne veramente studiata minuziosamente, infatti non potevo assolutamente permettermi di far sfumare il così tanto faticosamente muscolo acquisito in questi durissimi mesi di allenamento.

Per il resto direi che il tutto funzionò alla grande come potete Voi stessi constatare dalle foto allegate. Gianluca Frasca è arrivato ad un meritatissimo secondo posto nella sua categoria, un altro grande ringraziamento va anche alla moglie di Gianluca che ha creduto in Lui e che lo Ha seguito passo passo in ogni mese. Complimenti ancora Gianluca!!!!!

Dimenticavo il prossimo anno si ripresenterà ancora sui palchi di gara. E non ho dubbi che piazzamenti come questi saranno tranquillamente alla sua portata.

 

CONTINUA: I miei consigli per dimagrire

Evitare gli infortuni

Preparazione Mister Universo

Esperienza positiva con un allievo

Preparazione Gianluca Frasca



ARTICOLI CORRELATI

Allenamento della Resistenza nel CalcioPreparazione Calcio Amatori - 3a CategoriaPreparazione atleticaPreparazione Atletica Calcio - EccellenzaPreparazione Atletica Calcio, Categoria PromozionePreparazione atletica estiva CalcioPreparazione Atletica Prima e Seconda Categoria - CalcioPreparazione degli Atleti nei centri Fitness: linee guidaArti Marziali miste (MMA): Preparazione atleticaCome impostare una corretta preparazione atletica per un giocatore di golfImpiego degli esercizi del weightlifting nella preparazione atleticaPiloti, preparatore atletico e programmazione per la garaPreparazione Atletica 3a Categoria - Amatori - CalcioPreparazione Atletica Calcio - Promozione - 3a e 4a settimanaPreparazione Estiva Calcio: Allenamenti Prima e Seconda CategoriaPreparazione Estiva Serie D e Risultati dei Test - Legnago Salus 2011-2012Preparazione invernale del ciclistaBody Fitness - Preparazione AtleticaBook fotografico - preparazione fisicaCiclismo: preparazione invernaleCome Impostare la Preparazione Atletica per il BalloConsigli per la preparazione per sport aerobiciForza e preparazione atletica nel golfGianmario Pellegrini - preparazione atletica per un fisico da passerellaGolf e preparazione fisicaJudo: preparazione atleticaPreparare la corsa campestrePreparare una gara di body fitnessPreparare una gran fondoPreparazione Atletica - Integrazione e SupplementazionePreparazione Atletica Calcio - Eccellenza - 3a e 4a settimanaPreparazione Atletica Calcio - Eccellenza - 5a e 6a settimanaPreparazione atletica Calcio - Programmazione allenamenti estiviPreparazione Atletica Calcio - Promozione - 5a e 6a settimanaPreparazione atletica estiva Calcio - Esercizi e Tabelle di AllenamentoPreparazione atletica estiva Calcio - Tabella di Allenamento -Preparazione atletica per le Arti Marziali in palestraPreparazione atletica per lo snowboardPreparazione Calcio - Allenamenti Serie D - Dicembre - FebbraioPreparazione Calcio - Allenamenti Serie D - Marzo - MaggioPreparazione Calcio - Allenamenti Serie D - Settembre - NovembrePreparazione Estiva Serie D e Risultati dei Test - 10° - 24° AllenamentoPreparazione Estiva Serie D e Risultati dei Test - Legnago Salus 2011-2012 - 25° - 41° AllenamentoPreparazione Estiva Serie D e Risultati dei Test - Legnago Salus 2011-2012 - Analisi dei TestPreparazione fisica per lo sciPreparazione Massimiliano PetrarcaPreparazione per il Ciclismo Amatoriale e AgonisticoCome impostare la preparazione atletica per un calciatoreDoppia periodizzazione dell’allenamento nelle corse veloci - 100 e 200mPeriodizzazione Doppia Allenamento Corse Veloci - 400 metriPreparazione atletica su Wikipedia italianoPhysical fitness su Wikipedia inglese

 

A cura di: Luca Pelizzo


Ultima modifica dell'articolo: 10/11/2016