Pap test

Pap Test e Tumori del collo dell'utero

Il pap test è un esame in grado di diagnosticare in modo rapido e precoce la presenza di un eventuale tumore al collo dell'utero.

Tale forma di cancro, fino a pochi anni fa seconda per diffusione soltanto al Pap testcarcinoma mammario, grazie ad un'ampia opera di prevenzione è scesa al quinto posto nelle statistiche dei tumori femminili più frequenti nelle donne giovani.

Il pap test è molto utile poiché il tumore del collo dell'utero, conosciuto anche come carcinoma della cervice uterina, progredisce lentamente e, se diagnosticato in tempo, può essere curato rispettando l'integrità anatomica e funzionale della zona.

Dall'analisi del campione citologico possono essere raccolte numerose altre informazioni, come la presenza di eventuali lesioni precancerose. Importantissima è la diagnosi di infezione da un particolare virus chiamato papilloma virus (HPV). Tale agente infettivo fa parte di una famiglia molto estesa di virus, molti dei quali totalmente innocui per l'organismo femminile e comunque non implicati nel rischio oncogeno.


Che cos'è il tumore uterino? Il pap test, come si esegue
Interpretazione dei risultati Quando eseguire il pap test
Pap test e prevenzione HPV e tumore al collo dell'utero
Colposcopia Sintomi tumore del collo dell'utero
Test HPV - HPV DNA Test Quando sottoporsi al pap-test e all'HPV test

 

Negli ultimi anni si è però scoperto che alcuni di questi ceppi virali sono tra i principali responsabili del carcinoma al collo dell'utero. Una volta infettata la cervice questi virus trasferiscono il proprio DNA nel nucleo delle cellule, che possono rispondere all'infezione moltiplicandosi in modo abnorme. Tuttavia, come preciseremo meglio in seguito, molte infezioni da papilloma virus regrediscono spontaneamente senza causare alcun danno.

Dall'esame citologico è anche possibile raccogliere tutta una serie di dati sull'equilibrio endocrino della donna, in quanto i diversi ormoni sessuali influenzano la maturazione delle cellule che compongono i diversi strati dell'endometrio.

Il pap test può inoltre evidenziare la presenza di eventuali infezioni batteriche o micotiche come la candida.

Che cos'è il tumore uterino?

Utero 1) VAGINA
2) COLLO DELL'UTERO
3) UTERO
4) TUBE DI FALLOPPIO
5) OVAIO
6) FIMBRIE

L'utero è l'organo riproduttivo femminile. Ha una caratteristica forma ad imbuto con il collo (cervice uterina) rivolto verso il basso. Tale apertura comunica con il canale vaginale che si apre all'esterno con le piccole labbra.
Le pareti dell'utero sono formate da due strati, uno ghiandolare esterno (endometrio) ed uno muscolare più interno (miometrio).


Il tumore del collo dell'utero si sviluppa quando alcune delle sue cellule cominciano a crescere in maniera incontrollata. Tra i principali fattori di rischio vi sono rapporti sessuali non protetti, deficit immunitari, disequilibri ormonali naturali o indotti. Alcuni tipi di tumore, come quello che colpisce il collo dell'utero, si manifestano soprattutto in giovane età, altri, come quello che interessa l'endometrio uterino o la mammella, sono frequenti anche nelle donne più anziane.

L'esordio della malattia è asintomatico (soprattutto per il tumore cervicale); solo in un secondo momento compaiono sintomi come ematuria (presenza di sangue nelle urine), dolori al basso ventre o alla schiena, dolore alla minzione.

La prevenzione si attua grazie ad un'adeguata igiene intima, a uno stile di vita sano ed attivo (fumo, alcol, additivi chimici e sedentarietà vanno evitati il più possibile) e alla pratica di rapporti sessuali protetti da metodi di barriera (preservativo).

Il pap test, come si esegue

Il pap test è un esame citologico che studia con l'aiuto del microscopio le alterazioni delle cellule del collo dell'utero. Per analizzare tale regione vi è la necessita di prelevare una piccola quantità di cellule sfaldate che verranno esaminate in laboratorio.

Pap test esecuzioneL'esecuzione del pap test dura una decina di minuti, solitamente è indolore, e solo in alcune donne può provocare lievi fastidi.


Inizialmente la paziente viene invitata a spogliarsi dalla vita in giù e a sdraiarsi supina su un apposito lettino con le gambe leggermente divaricate.


Il medico applicherà lo speculum, uno speciale strumento che dilata leggermente l'apertura vaginale in modo da favorire il prelievo


Verrà poi delicatamente inserita una speciale spatola che insieme ad un apposito spazzolino raccoglie piccole quantità di muco dal collo dell'utero e dal canale cervicale


Tale campione, costituito da cellule d'esfoliazione, verrà poi esaminato in laboratorio grazie all'ausilio di appositi metodi di colorazione e ad un approfondito esame computerizzato.


1 2 3 4 5 6 7 >>