Sale Iposodico

Il sale iposodico è un alimento dietetico di comune utilizzo nella dietoterapia dell'ipertensione arteriosa e, più in generale, nei regimi alimentari a basso tenore di sodio. Nel sale iposodico troviamo infatti una quota più o meno importante di cloruro di potassio, che si sostituisce al cloruro di sodio contenuto nel tradizionale sale da cucina; talvolta sono presenti anche altre sostanze, aggiunte allo scopo di migliorare il sapore del prodotto.

Sale iposodicoSe utilizzato a scopo terapeutico, il sale iposodico dev'essere ovviamente assunto soltanto previa indicazione medica. Molte malattie ed alcuni farmaci, infatti, diminuiscono la capacità di escrezione renale di potassio; in tal caso, aumentare l'apporto del minerale nella dieta può essere molto pericoloso. Per questo motivo, soprattutto se si soffre di diabete o di insufficienza cardiaca o renale, è molto importante consultare il proprio medico prima di utilizzare questo prodotto. Analogo discorso quando si assumono, ad esempio, diuretici risparmiatori di potassio o ACE-inibitori (amiloride, spironolactone, triamterene, aldactone, eplerenone, captopril). Alla luce di queste considerazioni, la cosa migliore da fare sarebbe quella di educare il proprio palato, diminuendo gradualmente il consumo di sale fino ad eliminarlo e/o sostituirlo con spezie come origano, aglio, rosmarino, curcuma, peperoncino, noce moscata, cannella e pepe macinato fresco.

Ricordiamo, infine, che in presenza di ipertensione è importante non solo ridurre il consumo del tradizionale cloruro di sodio (o eventualmente sostituirlo con il sale iposodico), ma anche e soprattutto diminuire il sale "nascosto" dentro i cibi. Ne sono ricchi, ad esempio, gli alimenti pronti, molti surgelati, i fast - food, i prodotti in scatola, i salumi, i formaggi saporiti, le salamoie e molte salse. Per questo motivo è importante abituarsi a leggere le etichette nutrizionali e rivolgersi ad un dietologo o ad un nutrizionista esperto per ricevere le dovute indicazioni. Oltre a consigliare o meno l'utilizzo del sale iposodico, questi professionisti potranno creare un piano alimentare vario, gradevole e per quanto possibile in linea con le abitudini alimentari del cliente.


« 1 2 3 4 5 6 7 »

Ultima modifica dell'articolo: 24/12/2015