Red Bull

Ingredienti della Red Bull

Acqua, Saccarosio, Glucosio, Regolatori di acidità (Citrati di sodio, Carbonato di Magnesio), Anidride Carbonica, Acidi (Acido Citrico), Taurina (0,4%), Caffeina (0,03%), Glucoronolattone, Inositolo, Vitamine (Niacina, Acido Pantotenico, B6, B12), Aromi, Coloranti (Caramello, Riboflavina).

Red Bull

A cura del Dott. Davide Racaniello


Taurina nella Red Bull

aminoacido condizionatamente essenziale, prodotto a partire da aminoacidi solforati come la metionina e la cisteina.

La taurina è particolarmente concentrata a livello muscolare, cardiaco e cerebrale; rientra in numerose funzioni biologiche:

Sintesi dei Sali biliari;

Mantenimento dell'omeostasi idrosalina cellulare;

Protezione cellulare e tissutale (prevalentemente a livello cardiaco);

Azione detossificante;

Modulazione della risposta immunitaria.

Nella pratica sportiva, la taurina si è utilizzata con successo nella riduzione del danno ossidativo indotto dall'intensa attività fisica, proteggendo efficacemente le strutture muscolari, già alle dosi di 1.5 gr.

Valori Nutrizionali RED BULL

- per lattina da 250 ml -
Calorie 112 Kcal
Grassi 0.2g
Carboidrati 27.35g
Proteine 0.63g
Fibre 0g
Acqua 221.13g
Taurina 1g
Glucoronolattone 600mg
Caffeina 80mg
Niacina 20mg
Acido Pantotenico 5mg
Vitamina B6 10mg
Vitamina B12 5mcg

Glucoronolattone nella Red Bull

Zucchero prodotto a livello epatico durante il metabolismo glucidico. Può essere introdotto tramite la dieta (molto presente nei frutti a grappolo, nelle mele, nelle arance e nelle crucifere), quindi ossidato a livello epatico in acido glucarico ed altri metaboliti, principalmente responsabili della sua funzione biologica:

  1. Detossificante: garantisce i processi di detossificazione epatica mediate glucoronazione;
  2. Possibile azione citoprotettiva ed antitumorale (ancora in fase sperimentale).

Gli unici studi presenti in letteratura riguardanti la supplementazione con questo prodotto, sono quelli in cui si valuta l'efficacia delle varie bevande energetiche. Questo non ci permette di trarre conclusioni certe, relativamente all'efficacia ergogenica o cognitiva di questo composto.

Caffeina nella Red Bull

Metilxantina introdotta comunemente tramite caffè; un espresso, infatti, può contenerne fino a 100mg. Una volta ingerita, la caffeina presente nella Red Bull viene rapidamente messa in circolo ed utilizzata dai vari tessuti:


RED BULL

EFFETTI BENEFICI  DIMOSTRATI
Red Bull effetti resistenza aerobica
Miglioramento della prestazione e della resistenza aerobica
Red Bull riflessi
Miglioramento del tempo di reazione e della vigilanza
Red Bull cuore
Aumento della gittata cardiaca e miglioramento del flusso vascolare
Red Bull fatica
Riduzione della sensazione di fatica

Stomaco: favorisce la secrezione acida;
Cuore: azione cronotropa e inotropa positiva (incrementa la frequenza cardiaca e la forza di contrazione miocardica);
Cervello: aumenta la capacità d'attenzione e cognitiva;
Apparato respiratorio: favorisce il rilascio della muscolatura involontaria bronchiale,  migliorando le capacità ventilatorie;
Muscoli: facilita i processi di contrazione muscolare migliorando anche le proprietà emodinamiche;
Reni: facilita la diuresi.
Nella pratica sportiva, la caffeina contribuisce a:

  1.  Migliorare la prestazione in termini di resistenza e forza. Tale capacità è dovuta sicuramente al risparmio del glicogeno muscolare in favore dell'ossidazione lipidica, all'effetto vasodilatatorio muscolare e probabilmente ad un miglior afflusso di calcio nel muscolo scheletrico, con conseguente contrazione facilitata;
  2. Ridurre la sensazione di fatica: grazie al miglioramento del metabolismo ossidativo da un lato e all'effetto analgesico dall'altro.

La dose massima sicura utilizzata negli studi è di 300 mg, oltre i quali si registrano tremori, ansia, tachicardia, insonnia ed eccitazione. L'uso prolungato, invece, rappresenta un importante fattore di rischio per le patologie del tratto gastrointestinale, cardiovascolare e nervoso (emicrania).

Niacina nella Red Bull

Nota anche come  acido nicotinico, vitamina B3 o vitamina PP (Pellagra Prevented), viene introdotta attraverso le carni ed assorbita a livello intestinale; una piccola quota può essere sintetizzata a partire dall'aminoacido triptofano. La sua funzione biologica è quella di cofattore, sottoforma di NAD o NADP, in numerose reazioni biologiche:

  1. Reazioni di ossido-riduzione centrali nel metabolismo, in quanto è coinvolta sia nelle reazioni cataboliche (necessarie ad ottenere energia) che in quelle anaboliche (necessarie alla costituzione di nuovi elementi;
  2. Reazioni non redox: importanti nel regolare crescita, differenziazione e funzionalità cellulare.

Le carenze di niacina sono molto rare e responsabili di una patologia nota come Pellagra, caratterizzata da affezioni del tratto gastro-intestinale, dermatiti e deficit neuronali.
Diversi studi hanno dimostrato come le vitamine del gruppo B possano supportare la prestazione atletica e mentale, e le terapie farmacologiche contro patologie cardiovascolari e infettive (HIV). Numerosi studi sono in corso anche per cercare di comprendere il ruolo di questa vitamina nella prevenzione del cancro e della patologia diabetica.
La dose giornaliera raccomandata per la popolazione italiana si aggira intorno ai 20mg per gli uomini e a 15 mg per la donna, considerando che dosi eccessive possono determinare arrossamenti e pruriti cutanei, nausea e vomito. A dosi superiori ai 500 mg/die si sono anche verificati casi di epatotossicità.

Acido pantotenico nella Red Bull

Noto anche come Vitamina B5, rientra nella sintesi del Coenzima A, insieme ad ATP e cisteina, giocando un ruolo chiave in tutte le reazioni nelle quali si realizza il trasferimento di un gruppo acilico (decarbossilazione ossidativa del piruvato e dell'α-chetoglutarato, ossidazione degli acidi grassi). L'acido pantotenico rientra quindi nelle:

  1. Reazioni cataboliche, necessarie ad ottenere energia dai cibi;
  2. Reazioni di sintesi di acidi grassi, colesterolo ed ormoni steroidei;
  3. Reazioni di sintesi di neurotrasmettitori;
  4. Reazioni metaboliche di farmaci e tossine

RED BULL

EFFETTI ATTESI
MA NON DIMOSTRATI
Red Bull memoria
Non si è registrato alcun miglioramento sulla memoria a breve termine e sulle capacità cognitive
Red Bull forza
Non si è registrato alcun miglioramento in termini di forza

La dose giornaliera raccomandata va dai 4 ai 7 mg; tuttavia, data la presenza di questa vitamina in molti alimenti (prevalentemente cereali integrali e carni), si riscontrano carenze solo in gravi casi di malnutrizione. Non sono noti casi di tossicità, seppur a dosi molto elevate (10/20 gr al giorno), si sono registrate profuse diarree.

Vitamina B6 nella Red Bull

Nota anche come piridossina, è un derivato piridinico introdotto prevalentemente tramite le carni, assorbito a livello del digiuno  dopo idrolisi ATP dipendente e trasportato al fegato legato all'albumina. Qui, la piridossina viene trasformata in piridosammina e poi in piridossale e successivamente fosforilata, con conseguente attivazione e stoccaggio. Dal fegato viene poi veicolata ai vari tessuti  dove può espletare il proprio ruolo biologico; come cofattore:

  1. Incrementa i livelli di glucosio ematico: favorisce infatti glicogenolisi e gluconeogenesi;
  2. Favorisce la sintesi di neurotrasmettitori come serotonina, dopamina, norepinefrina, GABA.
  3. Guida la sintesi del gruppo EME, necessario all'emoglobina per legare l'ossigeno;
  4. Permette la sintesi di Niacina, partendo da triptofano;
  5. Modula l'azione ormonale;

Viene utilizzata nel trattamento di numerose patologie, con particolare importanza per quelle neurodegenerative, cardiovascolari e nei disordini immunitari.
Il suo fabbisogno giornaliero è attestato intorno a 1 / 1.5 mg, ma anche in questo caso le situazioni di carenza sono molto rare.

Vitamina B12 nella Red Bull

Nota anche come cobalamina, è presente in numerose forme, anche se quelle biologicamente attive nell'organismo umano solo la  metilcobalamina e la 5 deossi deanosinl cobalamina. Tra tutte, è l'unica vitamina a contenere uno ione metallico (il COBALTO) nella sua struttura.

Rappresenta il cofattore enzimatico per due enzimi:

  1. la metionin sintasi: mediatrice della reazione di detossificazione da omocisteina, importante quindi nella prevenzione dei rischi cardiovascolari;
  2. la metilmalonil-CoA mutasi : importante nel metabolismo energetico da grassi e proteine ed anche coinvolta nella sintesi dell'EMOGLOBINA.

I deficit di vitamina B12 sono abbastanza evidenti nella popolazione anziana oltre i 60 anni, con conseguente incremento dei livelli di omocisteina, insorgenza di quadri anemici (anemia perniciosa) e disturbi gastrointestinali e neurologici.

Il fabbisogno giornaliero per la popolazione italiana è stimato intorno ai 20 mcg, che però dovrebbero aumentare nella popolazione over 60.

Controindicazioni Red Bull

Si consiglia di limitare il consumo di Red Bull al di sotto dei 16 anni, in gravidanza, allattamento, in presenza di diabete mellito, ipertensione, nervosismo, ipertiroidismo, insonnia, alto rischio cardiovascolare e disidratazione (la red Bull non è una bevanda reidratante ma favorisce la perdita di liquidi per il contenuto in caffeina).

L'eccessivo consumo di Red Bull è controindicato anche agli atleti per il rischio di positività alla caffeina; tale rischio si fa concreto quando i livelli di assunzione superano i 200 mg nelle tre ore precedenti la competizione.

La diffusione degli stati carenziali è determinata da meccanismi di assorbimento molto complessi, che prevedono la presenza del fattore intrinseco (prodotto a livello gastrico), specifici recettori intestinali e trasportatori plasmatici.

Altri ingredienti funzionali della Red Bull

Inositolo: sintetizzato dal fegato e ricavato dagli alimenti, ricopre numerose funzioni biologiche; è molto importante per la funzionalità di fegato (azione epatoprotettrice), cervello (blando sedativo) e membrane plasmatiche.

Acido citrico: ha azione conservante e correttrice di acidità; favorisce l'assorbimento del ferro ed ostacola la formazione di calcoli renali; espleta inoltre una blanda azione battericida ed antiartritica.

Glucosio e saccarosio: hanno funzione energetica.