Olio di vinaccioli

I vinaccioli sono piccoli semi contenuti negli acini d'uva (Vitis vinifera). Ogni acino contiene da uno a quattro vinaccioli, a loro volta custodi di notevoli quantità d'olio (15-16%).
Sottoprodotto dell'industria enologica,  l'olio di vinaccioli è apprezzato sia in campo cosmetico che in quello dietetico - alimentare.
Olio di vinaccioliLa sua principale caratteristica nutrizionale è legata all'elevato contenuto in acido linoleico, un acido grasso essenziale capostipite della serie omega-sei. Nonostante sia ricco di composti antiossidanti di natura fenolica, anch'essi amici della nostra salute, l'olio di vinaccioli si altera con il calore ed andrebbe utilizzato preferibilmente crudo. Per evitare l'irrancidimento precoce è necessario conservarlo in luogo fresco, al riparo dalla luce e da fonti di calore. In commercio, si ritrovano comunque oli di vinaccioli raffinati con punto di fumo estremamente elevato, caratteristica che li rende adatti anche per piatti a lunga cottura. Purtroppo, se da un lato eleva la resistenza alle alte temperature, dall'altro la raffinazione riduce la quantità di sostanze antiossidanti presenti nell'alimento.
All'olio di vinaccioli vengono attribuite proprietà ipocolesterolemizzanti. In effetti gli acidi grassi omega-sei si sono dimostrati efficaci nel ridurre il tasso di colesterolo ematico, abbassando i livelli plasmatici della frazione buona HDL e di quella cattiva LDL. La ricchezza di antiossidanti contribuisce ad esaltarne le proprietà protettive sulla salute del sistema cardiovascolare, a  patto, però, che venga consumato a piccole dosi, sia per evitare di assumere troppe calorie (il conseguente sovrappeso ne annullerebbe tutte le virtù), sia per non eccedere con l'apporto di omega-sei (che, quando non adeguatamente compensati da una dieta ricca di pesce o altre fonti di omega-3, favoriscono la produzione di eicosanoidi cattivi).
Il contenuto in vitamina E è modesto se paragonato a quello di altri oli vegetali, come l'olio di germe di grano, di mais, di soia o di girasole. La mancanza dell'effetto antiossidante di questa vitamina è comunque ampiamente compensato dalla ricchezza in polifenoli, caratteristica peculiare e pressoché esclusiva dell'olio di vinaccioli.
Anche in campo cosmetico se ne sfrutta l'azione antiossidante, che protegge la pelle dall'invecchiamento precoce, dagli agenti atmosferici e dai radicali liberi. L'olio di semi di vinaccioli applicato sulla cute ha anche proprietà  astringenti, rassodanti e stimolanti sulla microcircolazione capillare.

Di seguito riportiamo la composizione nutrizionale dichiarata nell'etichetta di un olio di vinaccioli commerciale, confrontandola con quella di un olio extravergine d'oliva della stessa marca.


  100 ml di Olio di Vinaccioli 100 ml di Olio Extrav. d'Oliva
Valore Energetico 830 KCal

822 KCal

  3411 KJ

3378 KJ

Proteine 0 g

0 g

Carboidrati 0 g

0 g

Zuccheri 0 g

0 g

Grassi 92,2 g

91,3 g

Saturi 10,2 g

14,1 g

Monoinsaturi 17,5 g

68 g

Polinsaturi 64,5 g

9,2 g

Colesterolo 0 mg

0 mg

Fibre alimentari 0 g

0 g

Sodio 0 g

0 g

Vitamine E 15 mg*

12 mg

*Pari al 150% della razione giornaliera raccomandata di vitamina E


Ultima modifica dell'articolo: 11/01/2016