Olio di Mandorle

Vedi anche: olio di mandorle dolci in cosmesi


L'olio di mandorle si estrae per spremitura dei semi degli omonimi alberi - Prunus dulcis o Prunus amygdalus (mandorlo, varietà dolci ed amare), famiglia Rosaceae - con una resa che si attesta mediamente tra il 40 ed il 60%.

Olio di mandorleL'olio di mandorle dolci, che alla vista si riconosce per l'aspetto limpido ed il colorito giallo tenue, viene principalmente impiegato in cosmetica e dermatologia come emolliente - protettivo della cute, in preparati ad azione idratante, antipruriginosa e contro gli esiti di scottature. Spalamato sulla pelle, grazie alla sua particolare composizione acidica, l'olio di mandorle si integra molto bene con il film idrolipidico, ostacolando l'evaporazione dell'acqua cutanea. Gode quindi di proprietà idratanti, ideali per pelli secche e - sottoforma di impacco da lasciar agire una ventina di minuti prima dello shampoo - per capelli secchi.

Le sue proprietà elasticizzanti, rendono l'olio di mandorle dolci un ottimo alleato contro le smagliature, incluse quelle gravidiche; a tale scopo, dev'essere applicato - con finalità non tanto curative, quanto piuttosto preventive - sulla cute di addome, cosce, fianchi e seno.

La frazione insaponificabile dell'olio di mandorle, con proprietà antiossidanti ed anti-aging, è modesta, specie se paragonata a quella di altri oli, come l'olio di oliva o di avocado. Per lo stesso motivo, l'olio di mandorle dolci è poco stabile e soggetto ad un irrancidimento relativamente rapido. Per colmare queste carenze, ai cosmetici contenenti olio di mandorle viene spesso addizionata Vitamina E (D,L-α-tocoferolo acetato), le cui preziose virtù antiossidanti risultano particolarmente preziose sia per la pelle che per la conservazione del prodotto.

composizione acidica tipica (%) dell'olio di mandorle dolci
Acido oleico 62-86
Acido Linoleico 20-30
Acido palmitico 4-9
Acido stearico < 3
Acido a-linolenico < 0.4
Acido palmitoleico < 0.6
Acido arachidico < 0.2

Fin dai primissimi giorni di vita, l'olio di mandorle dolci è particolarmente indicato come olio da massaggio, mentre per uso interno viene talvolta consigliato come rimedio contro la stipsi funzionale del lattante (1-2 cucchiaini da caffè).

Usato per via interna, l'olio di mandorle dolci produce un blando effetto lassativo anche nell'adulto; la tradizione popolare lo consiglia inoltre per bronchiti, tosse, bruciori di stomaco e disturbi renali, vescicali e biliari.

L'olio di mandorle viene ottenuto per spremitura a freddo, dato che irrancidisce facilmente, soprattutto se esposto alla luce ed al calore. D'estate, andrebbe quindi riposto in frigorifero e conservato in bottiglie di vetro scuro.