Latte artificiale: aspetti legislativi

Etichettatura

Oltre alle norme relative alle denominazioni (latte/alimento per lattanti e latte/alimento di proseguimento) e alla lista degli ingredienti, l'etichettatura dei prodotti destinati a lattanti deve seguire alcune indicazioni, tra le quali:

riportare una dicitura relativa alla superiorità dell'allattamento al seno (in modo che rimanga bene impresso nella mente dei consumatori che il latte artificiale non può essere considerato un sostituto di quello materno che, quando possibile, rimane la scelta più importante per la buona salute del bambino),
Riportare una dicitura che raccomandi di utilizzare il prodotto soltanto dietro parere di persone qualificate (la scelta del tipo di latte più idoneo ad ogni neonato spetta esclusivamente al pediatra),
E' vietato fornire indicazioni che scoraggino l'allattamento al seno,
E' vietato utilizzare i termini "maternizzato" e "umanizzato" mentre è consentito il termine "adattato" (i primi due sono considerati fuorvianti, perché possono indurre a pensare che il latte materno sia equivalente a quello artificiale).
E' vietato includere nell'etichettatura immagini di lattanti o altre figure che portino ad idealizzare il prodotto.

Pubblicità

La pubblicità degli alimenti per lattanti può essere fatto solo attraverso pubblicazioni specializzate in puericoltura e pubblicazioni scientifiche. Non è consentita la pubblicità nei punti
vendita (farmacie), né la distribuzione di campioni gratuiti al consumatore. Queste restrizioni hanno l'obiettivo di salvaguardare al massimo l'allattamento naturale, evitando che in un qualche modo si avvalori la tesi che l'allattamento artificiale sia superiore o equivalente all'allattamento al seno. Il legislatore ha quindi voluto scoraggiare al massimo l'utilizzo "self-service" di questo prodotto.

Assistenza sanitaria integrativa

E' prevista una assistenza sanitaria integrativa, con prescrizione dei sostituti del latte materno, nei casi di bambini nati da madri sieropositive per HIV. Questi prodotti hanno infatti un costo particolarmente elevato, un peso gravoso soprattutto per quelle donne che hanno o che hanno avuto alle spalle problemi di questa natura.



« Latti terapeutici o speciali alimentazione bambino Fabbisogni energetici del bambino »

ARTICOLI CORRELATI

Composizione del latte artificialeLatte adattatoLatte artificialeLatte per neonati prematuri o di basso pesoLatte artificiale su Wikipedia italianoInfant formula su Wikipedia ingleseLatteLatte di soiaLatte di asinaAumentare la produzione di latte maternoLatte, Lattosio e Latte delattosatoLatte di risoAllergia al latteLatte di capraLatte o yogurt?Latte di BufalaIntegratori di Caseine - Calcio Caseinato, Caseine Micellari e IdrolizzateLatte crudoLatte intero, parzialmente scremato e scremato: quale scegliere?Latte crudo e Latte intero - differenzeLatte - Nutrienti e Digeribilità del LatteLatte condensatoLatte di MandorlaLatte di pecoraRicette con latteAllergia al latte ed alternative al latte vaccinoLatte e sonno - Un rimedio contro l'insonnia?Latte: amico o nemico?OGM o non OGM? - OGM in latte, derivati e non soloBere latte fa davvero bene?Carote al LatteCaseine e proteine del siero del latteContraddizioni della dieta paleolitica-paleodieta – latte e derivatiFarine lattee o pappe latteLatte Condensato fatto in casaLatte di donnaLatte di proseguimentoLatte di soia: preparazione, allergie e neonatiLatte in polvere e latte concentratoLatte materno e latte vaccinoLatte scremato e parzialmente scrematoLatte senza lattosioLatte UHT sterilizzare il latte uperizzazioneLatte: grassi, glucidi, vitamine, sali mineraliLatti di crescitaLatti specialiLipidi e carboidrati nel latte maternoPanini al Latte SofficissimiPastorizzazionePeso di un litro di latteProduzione latte, latte senoProteine del lattelatte su Wikipedia italianoMilk su Wikipedia inglese
Ultima modifica dell'articolo: 31/12/2015