Yogurt, fermenti lattici e prebiotici

<< introduzione: i fermenti lattici

I prebiotici

I fermenti lattici probiotici non vanno confusi con i prebiotici, sostanze non digeribili che arrivate nell'intestino vengono metabolizzate dai batteri utili e ne favoriscono l'accrescimento. Si tratta per lo più di fibre idrosolubili contenute in buona parte degli alimenti vegetali.

Spesso vengono aggiunte ad alimenti probiotici per migliorare la sopravvivenza dei fermenti lattici e fornire un substrato specifico alla flora batterica intestinale. L'azione sinergica per la salute viene sfruttata negli alimenti simbiotici che sono, per definizione, prodotti contenenti una miscela di probiotici e prebiotici. Questa categoria di alimenti mantiene le stesse indicazioni terapeutiche dei probiotici. Vedi: inulina.

Yogurt classico e fermenti lattici

Il L. bulgaricus, è insieme, allo Streptococcus thermophilus, il fermento lattico tipico dello yogurt.

Questi microrganismi operano in sinergia con un meccanismo protosimbiotico: nelle prime fasi lo Streptococcus crea le condizioni affinché il Lactobacillus si riproduca e compia l'opera di scissione del lattosio.

Le colture microbiche necessarie per la preparazione dello yogurt hanno uno sviluppo ottimale a temperature comprese tra i 42 ed i 43°C.

Benefici dello Yogurt

La maggior parte di questi fermenti lattici viene inattivata dai processi digestivi. Nonostante ciò le trasformazioni chimiche e fisiche operate sul latte durante la fermentazione rendono lo yogurt un alimento prezioso, con risvolti salutistici degni di nota. L'acido lattico prodotto da questi microrganismi è in grado, per esempio, di inibire la produzione di sostanze putrefattive.

I batteri lattici non producono soltanto acido lattico ma partecipano anche alla sintesi di Vitamine del gruppo B e della vitamina K. L'azione benefica dei fermenti lattici facilita inoltre l'assorbimento intestinale di calcio, fosforo e magnesio.

Lo yogurt è quindi un alimento particolarmente utile per la salute dell'intero organismo.


Caratterustiche nutrizionali dello yogurt
contiene meno lattosio del latte ed è più facilmente digeribile
favorisce l'assorbimento del calcio e del fosforo in esso contenuto
ha effetti equilibratori sull'ecosistema intestinale
è un alimento versatile, ideale come spuntino o dessert a fine pasto

Assunzione

Per integrare la propria alimentazione con fermenti lattici si può consumare quotidianamente dello yogurt o ricorrere alle ben più costose preparazioni farmaceutiche. Nel primo caso è importante verificare sempre la data di scadenza e, dopo l'acquisto consumare lo yogurt il prima possibile. Il numero di fermenti lattici vivi diminuisce con il passare del tempo, specie quando si supera la temperatura di 4°C. Gli stessi problemi interessano comunque, sebbene in maniera più dilazionata nel tempo, anche le preparazioni commerciali liofilizzate.

Prima di assumere fermenti lattici probiotici per risolvere piccoli disordini gastrointestinali è bene consultare uno specialista. Esistono infatti situazioni, come la sindrome da contaminazione batterica del tenue o la sindrome dell'intestino irritabile, in cui questi microrganismi potrebbero avere effetto contrario a quanto sperato.