Carotenoidi

Cosa sono i Carotenoidi

I carotenoidi sono pigmenti vegetali di natura lipidica, deputati alla cattura della luce non assorbita dalla clorofilla e di quella presente in eccesso (fungono da agenti fotoprotettivi).

Alimenti Ricchi di Carotenoidi

Molto abbondanti in natura, i carotenoidi si trovano un po' in tutte le parti della pianta, compresi frutti, semi, foglie e radici. L'uomo può così assumerli attraverso il regolare consumo di alimenti vegetali; ne sono particolarmente ricchi la zucca, la carota, l'anguria, il peperone, il pomodoro, l'albicocca ed il melone. E' interessante notare come il colorito di questi alimenti, che ricopre le varie sfumature del rosso, dell'arancio e del giallo, sia un segno inconfutabile dell'attività pigmentante dei carotenoidi; la stessa si può apprezzare in autunno, momento in cui le foglie perdono clorofilla acquisendo le sfumature giallo-rosse dei carotenoidi residui. Non a caso, quindi, questi nutrienti sono ben rappresentati anche in insalate, prezzemolo, cavoli ed altri vegetali a foglia verde.

Ruolo nutrizionale

Per molti anni l'importanza nutrizionale dei carotenoidi è stata quasi esclusivamente correlata alla capacità di fungere da precursori della vitamina A (o retinolo), sostanza tipica del regno animale. Si tratta in effetti di una caratteristica molto importante, tipica di alcuni carotenoidi ed in modo particolare del B-carotene (nel caso specifico, per fornire all'organismo 1 mg di retinolo ne occorrono circa 6 di B-carotene, mentre per gli altri carotenoidi il rapporto è di 12:1). L'alfa-carotene, invece, genera vitamina A meno facilmente della forma Β, ma ha un'attività antiossidante maggiore del 38%; ed è proprio quest'attività protettiva a suscitare l'interesse dei ricercatori.

Carotenoidi e salute

Oltre alla funzione provitaminica, infatti, occorre sottolineare come diversi carotenoidi esercitino effetti protettivi nei confronti di svariate patologie; il tutto grazie alla neutralizzazione di sostanze aggressive, gli ormai tristemente famosi radicali liberi. Queste molecole si formano normalmente nell'organismo, soprattutto in risposta ad eventi stressogeni, quali radiazioni, fumo, agenti inquinanti, esposizione a raggi UV, stress emotivo e fisico, additivi chimici, attacchi di virus e batteri ecc.

 

Carotenoidi

 

Vedi anche: Beta carotene - Luteina

 

Il licopene, per esempio, è ormai da anni oggetto di numerose ricerche volte allo studio delle sue proprietà antitumorali ed antiossidanti (che risultano 2 volte superiori rispetto al B-carotene). Un altro carotenoide, la luteina, si è dimostrato particolarmente efficace nel prevenire la degenerazione maculare senile, una malattia retinica che può condurre alla cecità. Un'alimentazione ricca di carotenoidi, inoltre, contribuisce a proteggere la pelle dalle radiazioni solari e a determinare un colorito più bronzeo; non a caso, se la dieta di un individuo è eccessivamente ricca di carotenoidi, la cute può assumere una colorazione vagamente giallastra, specie a livello palmare e plantare (si parla in questi casi di carotenosi).

Integratori e Limiti

Importanza di una Dieta Varia ed Equilibrata

A questo punto molti lettori potrebbero pensare di aver trovato nei carotenoidi la chiave per raggiungere e mantenere la piena salute del proprio corpo. Ma è davvero corretto pensare che una pillola di licopene ed un po' di luteina siano in grado di proteggerci da invecchiamento precoce e malattie cardiovascolari, ostacolando la caduta dei capelli, la comparsa delle rughe e varie "malattie del benessere"?. Purtroppo le cose non stanno esattamente così, poiché nonostante il mito della pillola miracolosa sia particolarmente attraente, risulta alquanto ingenuo pensare di riprodurre in laboratorio la straordinaria complessità di nutrienti presenti in una verdura od in un frutto fresco. Certo, una compressa che contiene nelle giuste quantità e proporzioni un mix di vitamine e sostanze antiossidanti può rappresentare un valido aiuto, ma non può certo sostituirsi alla straordinaria complessità di micronutrienti contenuti in taluni alimenti, come mirtillo, uva, papaia e agrumi (basti pensare che in natura si contano oltre 500 tipi di carotenoidi).

La vecchia raccomandazione di consumare ogni giorno un'ampia varietà di frutta e verdura fresca continua quindi a rimanere perfettamente in linea con le ultime acquisizioni scientifiche in materia di alimentazione e nutrizione umana.