Alimenti anti-cancro

Vedi anche: alimentazione e cancro, esiste una dieta efficace contro il cancro?


A cura del Dottor Nicola Sacchi - Autore del libro: Farmaci e doping nello sport -

Come alcuni Alimenti ci proteggono dai tumori

Diversi studi hanno dimostrato come l'incidenza di alcune classi di tumori diminuisca nelle popolazioni che mangiano regolarmente particolari alimenti. Alla luce di queste ricerche, ulteriori studi hanno cercato di capire quali fossero i meccanismi molecolari alla base di questi risultati; sono state così trovate diverse classi di composti, di origine naturale, in grado di contrastare lo sviluppo dei tumori. Queste sostanze naturali sono in grado di intervenire a diversi livelli nei processi di crescita tumorale:

  1. alcuni composti agiscono impedendo l'attivazione degli agenti cancerogeni;
  2. altri contrastano la crescita dei tumori stessi;
  3. ulteriori molecole ostacolano la formazione dei vasi sanguigni che portano a sviluppare il cancro;
  4. altri ancora agiscono stimolando l'apoptosi (la morte cellulare) delle cellule tumorali;
  5. inoltre, anche l'attività antiossidante  di diverse sostanze contribuisce a contrastare l'insorgenza dei tumori;
  6. infine vi sono numerose molecole in grado di stimolare il sistema immunitario, che agisce controllando la crescita dei tumori.

Tutte queste sostanze di origine naturale sono state trovate in diverse classi di vegetali e sono quindi presenti nella frutta e nella verdura che abitualmente vengono mangiate, o che comunque sono facilmente reperibili in ogni supermercato. Alimenti anti cancroPertanto, un'alimentazione che contiene un apporto costante di questi alimenti rappresenta attualmente uno strumento a nostra disposizione nella prevenzione del cancro.
Com'è stato precedentemente detto, queste sostanze sono numerose e non sono presenti in un solo alimento, ma si trovano in diversi composti di origine vegetale che possiamo facilmente combinare. Oggi, questi alimenti si possono definire "nutraceutici", ossia degli alimenti contenenti principi attivi in grado di avere attività sulla salute, in questo caso in senso anti-tumorale.

Gli alimenti antitumorali

Finita l'introduzione, possiamo elencare quali sono questi alimenti anti-cancro.

Senza fare delle lezioni di biochimica o di farmacologia, che non rientrano in questo contesto, ci limiteremo ad identificare i composti attivi ed a capire com'è possibile utilizzarli al meglio.

Le crucifere

Appartengono a questa famiglia ortaggi quali cavolo, broccoli, cavolini di Bruxelles, verza, crescione, rapa, cavolfiore ecc. Le proprietà antitumorali di questi ortaggi derivano da sostanza chiamate glucosinolati. Queste sostanze sono già in fase di studio come coadiuvanti delle chemioterapie. Broccoli e cavolini di Bruxelles sono le fonti migliori di queste sostanze.
àanti-tumorali di questi ortaggi è necessaria una cottura rapida, possibilmente a vapore, ed una buona masticazione, mentre va evitato l'eccessivo simuzzamento prima del consumo.

L'aglio

L'aglio contiene una sostanza chiamata allina, che in seguito alla rottura degli spicchi entra in contatto con un enzima che la converte in allicina, che a sua volta dà origine a numerose sostanze capaci di impedire la crescita delle cellule tumorali e di promuoverne l'apoptosi. Queste molecole sono liberate in seguito alla frantumazione dei bulbi; di conseguenza, la fonte migliore è sicuramente l'aglio crudo fresco appena affettato.

La soia

In ogni sua forma (fagiolo, miso, salsa, tofu, latte ecc) la soia contiene sostanze chiamate isoflavoni, in particolare la genisteina, che sembra interferiscano con lo sviluppo dei tumori di base ormonale (seno, prostata). È stato dimostrato che hanno attività oncopreventiva, poiché grazie alla loro somiglianza con gli ormoni sessuali, si legano ai recettori degli stessi senza però avere attività ormonale significativa.
Il modo migliore per assumere queste sostanze consiste nel mangiare alimenti integrali, piuttosto che utilizzare gli integratori di isoflavoni oggi tanto di moda.

La curcuma

La curcuma è una spezia della famiglia dello zenzero, coltivata soprattutto in India.
Questa pianta contiene una sostanza chiamata curcumina che pare agisca su diversi fattori della crescita tumorale. Tale sostanza ha mostrato proprietà antinfiammatorie, antiossidanti ed antiangiogeniche, però l'attività antitumorale deve ancora essere studiata a fondo.
Si è visto inoltre che per aumentare la disponibilità della curcumina, si deve assumere insieme al pepe nero. Questo cocktail di spezie è ottimo per insaporire zuppe, primi piatti e carni, ma anche per prevenire l'insorgenza dei tumori.


Gli alimenti anticancro »