Acido Laurico

Cos'è l'Acido Laurico?

L'acido laurico è un acido grasso saturo a media catena, perché costituito da 12 atomi di carbonio. È abbondante nei latticini, nei grassi animali e negli oli tropicali. Le maggiori concentrazioni di acido laurico si riscontrano nell'olio di cocco, che pur essendo ricco di grassi saturi (come tutti gli oli tropicali), ha un potere aterogeno modesto (al contrario dell'acido palmitico e dell'olio di palma). Acido lauricoIl laurico è infatti un acido grasso con effetto pressoché neutro sui lipidi plasmatici, o comunque inferiore rispetto al palmitico ed al miristico. E' stata infatti dimostrata la sua capacità di aumentare significativamente i livelli di colesterolo totale, innalzando soprattutto la frazione HDL ed esplicando in tal senso un effetto potenzialmente protettivo sul rischio cardiovascolare.

Usi Industriali

Nel settore industriale viene utilizzato per la produzione di saponi e detergenti, mentre in quello salutistico è noto per le proprietà antibatteriche. Una volta ingerito, infatti, l'acido laurico viene convertito in monolaurina, un monogliceride dalle proprietà antivirali, antimicrobiche, antiprotozoarie ed antifungine. L'olio di cocco, l'acido laurico o la singola monolaurina, sono quindi molto utilizzati in preparazioni deodoranti o in cosmetici che richiedono la presenza di sostanze naturali ad effetto antisettico.

Contenuto negli Alimenti

Per quanto riguarda il contenuto in acido laurico degli alimenti, l'olio di cocco e quello di palmisti (olio di semi di palma, da non confondersi con quello di palma, estratto dalla polpa) rappresentano le fonti più generose, con un contenuto medio prossimo al 50%. Concentrazioni inferiori si ritrovano nel latte intero (2-3%) e nei latticini, mentre nelle carni il laurico è presente in quantità irrisorie (0.1%), così come negli oli di uso comune, dov'è praticamente assente.

Acido Laurico come Antisettico

Trattandosi di un acido grasso non essenziale, ricordiamo come l'organismo abbia la possibilità di sintetizzarlo a partire da altri acidi grassi, a livello del reticolo endoplasmatico delle cellule. Tuttavia, proprio in virtù di queste proprietà antisettiche, l'acido laurico viene considerato da alcuni autori come un acido grasso condizionatamente essenziale, poiché in determinate condizioni fisiopatologiche, come ad esempio un'infezione, può non essere sintetizzato a velocità sufficiente. Per questo motivo, data anche la scarsa presenza negli alimenti, l'acido laurico viene oggi commercializzato come integratore; a fini commerciali se ne decantano con eccessivo entusiasmo proprietà anti-infettive contro candida, HIV, Tinea Pedis (piede d'Atleta) ed herpes simplex, valorizzate dall'assenza di effetti collaterali. Questi claims attribuiti all'acido laurico sono comunque ancora da confermare.