Acido citrico

Vedi anche: acido citrico nei cosmetici


L'acido citrico (C6H8O7) è un composto organico assai diffuso nel regno vegetale, specie negli agrumi, e nei tessuti animali, dove partecipa al ciclo di Krebs (importante via metabolica deputata alla produzione di energia).

Acido citricoDal punto di vista industriale, considerato il suo ampio impiego, l'acido citrico, un tempo estratto dagli agrumi (in particolare dal limone che ne contiene il 5-8%), viene oggi prodotto soprattutto per fermentazione citrica di soluzioni zuccherine in cui il glucosio è trasformato in acido citrico da ceppi selezionati di Aspergillus niger (muffe).

A temperatura ambiente si presenta come una polvere bianca cristallina.

Una volta prodotto, l'acido citrico viene largamente impiegato come acidificante per bevande, marmellate, canditi e, più in generale, come conservante (antiossidante) e correttore di acidità (ha un gusto asprigno che rafforza il salato e l'amaro ma non aggiunge sapori particolari al cibo). La sua presenza nella frutta, ad esempio, ritarda l'ossidazione della polpa, impedendone l'imbrunimento; analogo discorso per le carni conservate. Nell'etichetta dei prodotti alimentari lo possiamo trovare anche con la sigla E330.

Dal punto di vista nutrizionale, l'acido citrico favorisce l'assorbimento del ferro ed ostacola la formazione di calcoli renali di istina, xantine ed acido urico; espleta inoltre una blanda azione battericida ed antiartritica. Un eccessivo consumo di acido citrico può ledere lo smalto e facilitare l'erosione dentale; per questo motivo i dentisti raccomandano di attendere qualche minuto prima di lavarsi i denti dopo aver bevuto bevande acide.

L'acido citrico viene impiegato anche nella preparazione di prodotti farmaceutici, come le polveri e le compresse effervescenti, o in generale come agente conservante.

L'acido citrico è un ottimo alcalinizzante urinario, può quindi essere utilizzato per potenziare l'attività terapeutica dell'uva ursina in presenza di infezioni urinarie, e nella prevenzione della calcolosi urinaria da acido urico.