SARÀ NATURAL?

A cura di Roberto Rillo - Autore del Libro: Calisthenics BodyBuilding


natural dopato

Sarà natural o è dopato? Questa domanda spesso riempie le colonne dei numerosi forum di body building. Non solo, questa diatriba occupa spesso le discussioni dei praticanti fuori e dentro le palestre, insomma è un argomento sentito. Purtroppo la risposta non è così semplice e non rende possibile dividere in due fronti contrapposti i natural e i dopati. Se avete letto il mio articolo "cos'è il body building" su questo sito, avrete già in mano una mezza risposta: qualsiasi stato fisico eccellente, dove si armonizzano in "meraviglioso equilibrio" volumi muscolari e definizione è già di per sé una condizione "innatural".
Ma ovviamente la domanda e la curiosità dei praticanti si riferisce al doping, cioè al fatto se certi sviluppi muscolari siano ottenibili senza steroidi anabolizzanti e affini.
Sicuramente sullo sviluppo del "biondone" della foto in alto a destra, non ci sono dubbi: una genetica eccellente, anni di allenamento e una montagna di doping sofisticatissimo. Nessuno, anche se geneticamente superdotato, può raggiungere un simile livello di muscolosità e definizione senza ricorrere ai farmaci.
I dubbi arrivano nel giudicare lo sviluppo armonioso da dio greco del "moretto" della foto in alto a sinistra. Qua la maggior parte sostiene che è uno sviluppo ottenibile senza doping o per l'appunto uno sviluppo muscolare natural.
Cominciamo allora col dire che il termine "natural", coniato in origine per diffondere uno sviluppo muscolare più normale, è completamente frainteso. Nelle gare natural, paradossalmente sembra non esserci il test antidoping obbligatorio e i parametri usati per limitare lo sviluppo muscolare (tipo altezza/peso) in realtà eliminano solamente certo doping a favore di altro. Se non ci sono limiti allo sviluppo in una determinata categoria, il doping verrà usato sia per ricercare la massima muscolosità che la massima definizione. Se invece ci sono dei limiti, il doping si orienterà su sostanze in grado di favorire la voluminizzazione a parità di peso e la definizione. In ogni caso qualsiasi sviluppo che coniuga ai massimi livelli estetici massa muscolare e definizione, attinge al doping.
Duro ammetterlo, ma è così. Non siete convinti? Vi fornisco un altro elemento: lo sviluppo delle braccia. L'estetica culturistica vuole braccia enormi, enormi rispetto alla naturale proporzione che esiste tra gli arti e il busto. Diventando grossi e forti in maniera naturale, la proporzione anatomica non cambia granché, aumenta il peso corporeo e la massa muscolare del busto e degli arti nel complesso.
Invece ritornando alla foto in alto a sinistra, il soggetto mostra in proporzione, un incredibile sviluppo muscolare delle braccia, tipico dell'estetica culturistica!
Infine, per complicare ancora di più il giudizio, ci sono ragazzi con fisici mediocri, che per farsi venire gli addominali a cubetti o il bicipite un po' più rotondo, assumono efedrina o fanno dei "cicletti di steroidi". Mostrano così una forma fisica discreta che potrebbe veramente essere natural, ma che in realtà è frutto del doping!
E allora qual è la conclusione, sarà natural? Sarà dopato? Sarà che spesso c'è molto più doping di quello che si può immaginare…



Ultima modifica dell'articolo: 17/04/2015