Il metabolismo basale

METABOLISMO BASALE

Rappresenta la quantità di energia utilizzata da un individuo:

a riposo, in uno stato termico neutrale;
a digiuno da almeno 12÷14 ore;
sveglio ma in condizioni di totale rilassamento psicologico e fisico.

Il metabolismo basale si esprime come quantità di energia (o lavoro) per unità di tempo (kcal/min, kcal/die, kj/min, kj/die).


VARIAZIONI DEL METABOLISMO BASALE CON L'ETÀ (Mitchell, 1962)

metabolsimo basale età

  Peso % sul tot. Spesa energetica % sul tot.
CERVELLO, FEGATO, CUORE, RENI 5 60
MASSA MUSCOLARE 40 18


Tasso metabolico di vari organi espresso in percentuale sul metabolismo basale

Fegato

27%

Cervello

19%

Cuore

7%

Reni

10%

Muscoli scheletrici

18%

Altri organi

19%

Alcuni tessuti possono modificare considerevolmente il proprio metabolismo, mentre altri richiedono un apporto energetico più costante.

I tessuti che modificano maggiormente il proprio metabolismo sono quelli di deposito (fegato, tessuto adiposo) e il muscolo scheletrico (durante un esercizio fisico intenso il flusso di sangue ai muscoli raggiunge l'80% del totale).

I tessuti vitali (cuore e cervello) devono invece mantenere un'attività metabolica pressoché costante nel tempo.


Composizione dell'organismo e delle riserve energetiche in un soggetto normopeso di 70 Kg


Substrato Tessuto Peso (Kg) % peso corporeo Valore calorico (Kcal)

LIPIDI

Tessuto adiposo

11-17

15-25

100.000-150.000

PROTEINE

Tessuto muscolare (principalmente)

8-12

12-17

32.000-48.000

Carboidrati

Fegato (glicogeno)

0.07

<1

280


Muscolo (glicogeno)

0.2

<1

800


Sangue (glucosio)

0.02

<1

80


Substrato

Peso (Kg)

Valore calorico (Kcal)

Glucosio

0.02

80

Acidi grassi liberi

0.0003

3

triacilglicerolo

0.003

30


L'energia totale immediatamente disponibile dal plasma è estremamente bassa e sufficiente per sostenere circa 80 minuti di metabolismo basale (1800 Kcal/giorno).


CONTINUA: Calcolo metabolismo basale »


Ultima modifica dell'articolo: 17/06/2016