Fruttosio: effetti endocrini e metabolici

A cura del Dottor Giancarlo Monteforte


« prima parte

Proprietà endocrine del fruttosio

metabolismo-fruttosioIn virtù del lento assorbimento intestinale (diffusione facilitata) e del rapido metabolismo epatico il fruttosio non aumenta la glicemia e l'insulinemia. E' stato dimostrato che uomini che consumano abitualmente bevande doclificate con fruttosio hanno, rispetto a uomini che consumano bevande dolcificate con glucosio:

  • più bassa glicemia (24h)
  • più bassa insulinemia (24h)
  • più bassa concentrazione plasmatica di leptina (24h)

Poichè insulina e leptina sono segnali chiave nella regolazione a lungo termine del bilancio energetico questo profilo ormonale potrebbe determinare:

  • Aumento della fame
  • Aumento dell'introito calorico
  • Diminuizione della spesa energetica

e contribuire quindi ad aumento di peso e obesità. Sono in corso studi per avallare questa ipotesi.

Fruttosio e attività sportiva

I primi studi sul metabolismo muscolare del fruttosio risalgono al 1953, è stato dimostrato che:

  • il muscolo può utilizzare direttamente fruttosio per sintetizzare glicogeno;
  • il fruttosio ingerito prima dell'esercizio fisico determina risparmio del glicogeno muscolare (questo dato dipende dalle condizioni nutrizionali del soggetto, se la dieta dei giorni precedenti all'esercizio ha ricaricato il glicogeno epatico allora il fruttosio verrà utilizzato dal muscolo altrimenti verrà utilizzato nella glicogenosintesi epatica);
  • il fruttosio ingerito dopo l'esercizio fisico ripristina il glicogeno muscolare ma in quota significativamente minore rispetto al glucosio.

Piccole dosi di fruttosio

Tutti gli studi che hanno evidenziato gli effetti negativi del fruttosio hanno utilizzato dosi molto alte di fruttosio (>20% dell'introito calorico),  i LARN SINU invece raccomandano di non assumere quantitativi di zuccheri semplici maggiori del 10-12%.
Quando il fruttosio è stato assunto in dosi ragionevoli (circa il 10% dell'introito calorico totale) i risultati sono stati molto diversi e nei diabetici c'è stato un migliorato controllo glicemico e aumentata sensibilità all'insulina.
Meccanismo molecolare:

  • fruttosio stimola l'attività dell'enzima epatico glucoso-chinasi;
  • fruttosio stimola l'uptake di glucosio da parte del fegato;
  • fruttosio stimola l'attività dell'enzima glicogeno sintetasi ed inibisce la glicogeno fosforilasi, quindi stimola la sintesi epatica di glicogeno.

Riepilogo

  • Fegato e rene sono gli organi più attivi nel metabolsimo del fruttosio perchè possiedono gli enzimi della via specifica, in particolare il fegato (essendo il primo organo ad essere raggiunto dal fruttosio assorbito a livello intestinale) metabolizza circa il  50% del fruttosio circolante.
  • Cuore, muscolo scheletrico, tessuto adiposo sono comunque in grado di utilizzare il fruttosio circolante immettendolo nella via aspecifica.
  • La letteratura scientifica evidenzia gli effetti metabolici negativi del fruttosio quando assunto in grosse quantità ma evidenzia anche gli effetti  positivi del fruttosio a dosi "ragionevoli".  Come in altre situazioni è l'eccesso a generare patologia!

Bibliografia


Intermediary metabolism of fructose
P.A. Mayes
Am J ClinNutr 1993
Adverse Effects of Dietary Fructose
A.R. Gaby
Alternative Medicine Review 2005
Fructose in medicine
J.K. Huttunen
Postgraduate Medical Journal 1971
Multiple forms of fructose diphosphatealdolase in mammalian tissues
E. Penhoet, T. Rajkumar, W.J. Rutter
Biochemistry 1966
The influence of fructose feeding on physical performance
B.W. Craig
Am J ClinNutr 1993
Muscle glycogen recovery after exercise during glucose and fructose intake monitored by C-NMR
A.J. Van Den Bergh, S. Houtman, A. Heerschap, N.J. Rehrer, H.J. Van De Boogert, B. Oeseburg, M.T.E. Hopman
the American Physiological Society 1996
Endocrine and metabolic effects of consuming beverages sweetened with fructose, glucose, sucrose, or high-fructose corn syrup
K.L. Stanhope, P.J. Havel
Am J ClinNutr 2008



Ultima modifica dell'articolo: 01/02/2016