La mammografia

Importanza della Mammografia

La mammografia è una tecnica diagnostica radiologica che consente di rilevare precocemente eventuali lesioni mammarie. Lo studio accurato delle mammelle permette di individuare anche anomalie di piccole dimensioni, come le microcalcificazioni.
MammografiaPer questo motivo la sua efficacia diagnostica è superiore alla palpazione clinica, che riesce ad individuare solamente lesioni di dimensione superiore al centimetro.
Una diagnosi precoce è fondamentale poiché permette di salvaguardare la salute della donna e l'integrità del seno. Si calcola che oltre il 97% dei carcinomi mammari diagnosticati in fase precoce si risolva positivamente nei 5 anni successivi.  Se invece la scoperta avviene in una fase più avanzata, le possibilità di trattamento e guarigione sono molto più limitate.
Dunque la mammografia deve avere prima di tutto carattere preventivo e non dev'essere vista dalla paziente come un semplice mezzo diagnostico. La sua ripetizione ad intervalli di tempo regolari è fondamentale per prevenire e sconfiggere quello che è il tumore maligno più diffuso per incidenza e mortalità nella popolazione femminile.
L'efficacia diagnostica della mammografia può essere ridotta da alcuni fattori, come la presenza di protesi, l'età inferiore ai 50 anni, la densità del tessuto ghiandolare e il non aver mai allattato.
In particolare al di sotto dei 40 anni bisogna considerare che la scarsa precisione diagnostica, oltre a richiedere grossi costi economici, conduce in molti casi a scoprire falsi positivi,  generando inutili timori nella giovane donna e sottoponendola ad ulteriori indagini che in molti casi si rivelano inutili.

Approfondimenti

Come si esegue

L'esecuzione dell'esame non dovrebbe minimamente spaventare la paziente. Si tratta di una procedura semplice, standardizzata che non richiede particolari attenzioni.
La mammografia non necessita di alcun tipo di preparazione; non vengono somministrati farmaci e non è richiesto il digiuno o l'osservanza di particolari regole dietetiche.
L'esame normalmente non è doloroso e per questo motivo non viene effettuata alcuna forma di anestesia.
Dura in media una decina di minuti e non c'è bisogno dell'assistenza di terzi.

La mammografia viene eseguita con l'ausilio di un particolare strumento radiologico chiamato mammografo.
Questo strumento è in grado di proiettare un fascio di raggi X direttamente sulla mammella.
mAMMOGRAFIA DIGITALEAl fine di rendere l'immagine più nitida e di ridurre al minimo le dosi di radiazione la mammella viene posizionata su un apposito sostegno e compressa leggermente tra due piatti plastificati. In questo modo i tessuti adiposo e ghiandolare vengono compressi e dissociati rendendo più facile il loro esame.
Normalmente si eseguono due proiezioni una dall'alto, e l'altra di lato (direzione cranio-caudale ed obliqua mediolaterale) per ogni mammella per un totale di quattro radiografie. Il tempo di compressione ed acquisizione dura pochi secondi e normalmente non provoca fastidi o disagi particolari. Solo in presenza di ipersensibilità, la procedura può risultare fastidiosa, ma, considerati i brevi tempi di compressione, il fastidio è più che sopportabile.
Nel caso la situazione lo renda necessario il medico potrà eseguire ulteriori proiezioni per individuare con maggiore certezza eventuali anomalie.
Il mammografo viene utilizzato esclusivamente per monitorare la situazione del seno e, come tutte le macchine, è soggetto ad usura e ad evoluzioni tecnologiche.


Mammografia e mammografo »



ARTICOLI CORRELATI

Ecografia Mammaria - Ecografia al SenoMammografia e mammografoMammografia e protesi al senoMammografia: quando fare la mammografiaMammografia su Wikipedia italianoMammography su Wikipedia ingleseColonscopiaColonscopia virtualeAntigene prostatico specifico - PSA -Pap testPap Test - Il quizTumori: Sai come Prevenirli?Visita Senologica - Visita al SenoTest per l'Autocontrollo DomesticoAnziani ed attività fisica: screening cardiologicoDuo testEsami della prostataEsplorazione rettale digitale della prostataGCT ed OGTT in gravidanza - curva glicemicaMetanefrine nel sangueMetanefrine urinarieOGTT Test da carico orale di glucosioPap test e prevenzionePap test: quando eseguirlo?PAPP-A | Proteina Plasmatica A associata alla gravidanzaSangue occulto nelle feciScreeningSindrome di Down: screening e test in gravidanzaTest di Coombs in gravidanzaTranslucenza nucaleTri test in gravidanzaVillocentesiScreening su Wikipedia italianoScreening (medicine) su Wikipedia ingleseAutopalpazione del SenoCA 15-3: antigene tumorale 15-3Allattamento al senoRagadi al senoTumore al senoDolore al SenoDolore al seno ciclo-indipendente Dolore al Seno da CicloAumento del senoCancro al seno: conosci i sintomi e le regole di prevenzione?Cisti al SenoFibroadenoma al SenoMalattia di Paget del Capezzolo - Farmaci e CuraMastectomiaMastopatia FibrocisticaMastoplastica RiduttivaNoduli al SenoPoppata, durata e frequenza delle poppateIngorgo mammarioCarcinoma duttale in situ - carcinoma lobulare in situseno su Wikipedia italianoBreast su Wikipedia inglese
Ultima modifica dell'articolo: 11/03/2016