Valori pressori

Numerosi sono i fattori in grado di modificare i valori di pressione registrati in una determinata popolazione. Questi valori possono infatti variare in base al sesso, all'età, al peso corporeo, alla razza, all'apparecchio utilizzato, all'ora del giorno, ed allo stato psicofisico e di salute generale dell'individuo*. Proprio in relazione a quest'ultimo punto, viene spontaneo chiedersi se esistano dei valori di pressione ideali, e quale sia il range di normalità cui attenersi. Valori pressioneNumerosi studi epidemiologici hanno tentato di dare una risposta a queste domande e, nonostante esista una certa variabilità nei risultati, in età adulta si considera ideale una pressione di 115-120 mmHg per la massima (o sistolica) e 75-80 mmHg per la minima (o diastolica).

 

* Ad esempio, i valori di pressione di un bambino, influenzati soprattutto dall'altezza, sono generalmente inferiori a quelli di un adulto, che a sua volta mostra livelli pressori inferiori a quelli dell'anziano. Invecchiando, infatti, le arterie perdono di elasticità ed oppongono una maggiore resistenza allo scorrere del sangue. La pressione arteriosa varia durante la giornata, raggiungendo i valori massimi durante la prima mattinata e nel tardo pomeriggio.

Valori di pressione normali

Il rischio cardiovascolare di un soggetto aumenta progressivamente per valori di pressione superiori ai 115/75 mmHg, per sconfinare nel patologico (si parla di ipertensione) oltre i 140/90 mmHg. Generalmente, i medici ritengono quindi che una pressione leggermente bassa sia un elemento protettivo nei confronti delle malattie cardiovascolari

 

Valori di pressione arteriosa Sistolica/diastolica
PRESSIONE BASSA PERICOLOSA < 50/33 mmHg
PRESSIONE TROPPO BASSA < 60/40 mmHg
PRESSIONE BASSA < 90/60 mmHg
PRESSIONE ARTERIOSA OTTIMALE <115/75 mmHg
PRESSIONE ARTERIOSA ACCETTABILE < 130/85
PRE-IPERTENSIONE 130-139 / 85-89 mmHg
IPERTENSIONE DI STADIO 1 140-159 / 90-99 mmHg
IPERTENSIONE DI STADIO 2 >160 / >100 mmHg
Accorpamento degli stadi 2 e 3 (180/110 mm Hg) di ipertensione, perché l'approccio terapeutico è lo stesso

 

Range di normalità dei valori pressori nelle varie fasce di età

Età Min. Medio Max   Età Min. Medio Max
15 - 19 anni
Valori pressione massima
Valori pressione minima

20 - 24 anni
Valori pressione massima
Valori pressione minima

25 - 29 anni
Valori pressione massima
Valori pressione minima

30 - 34 anni
Valori pressione massima
Valori pressione minima

35 - 39 anni
Valori pressione massima
Valori pressione minima

105
73


108
75


109
76


110
77


111
78

117
77


120
79


121
80


122
81


123
82

120
81


132
83


133
84


134
85


135
86
40 - 44 anni
Valori pressione massima
Valori pressione minima

45 - 49 anni
Valori pressione massima
Valori pressione minima

50 - 54 anni
Valori pressione massima
Valori pressione minima

55 - 59 anni
Valori pressione massima
Valori pressione minima

60 - 64 anni
Valori pressione massima
Valori pressione minima

112
79


115
80


116
81


118
82


121
83

125
83


127
84


129
85


131
86


134
87

137
87


139
88


142
89


144
90


147
91

Valori di pressione e rischio cardiovascolare

Il rischio cardiovascolare quantifica le probabilità di subire una malattia a carico del cuore o dei vasi sanguigni, in base alla presenza o meno di determinati fattori di rischio. Tale pericolo è aumentato, oltre che da elevati valori di pressione, dal fumo, dal diabete, dal sovrappeso (soprattutto a livello addominale), da una dieta ricca di colesterolo, grassi saturi e zuccheri semplici, dalla sedentarietà, dall'abuso di alcol, dall'entrata in menopausa (specie se precoce), e dall'invecchiamento. Il rischio cardiovascolare può essere valutato anche tramite una serie di analisi del sangue, tra cui colesterolo totale ed LDL, colesterolo HDL, trigliceridi, omocisteina, fibrinogeno, proteina C-reattiva ed antitrombina III.

Diminuire i valori di pressione

Dieta DASH, riduzione dell'apporto alimentare di sale e sodio, abolizione del fumo, riduzione del consumo di alcol, raggiungimento e/o mantenimento del peso forma, esercizio fisico regolare.