Tisane e ricette di erboristeria contro la tosse

 Erborista Vittorio Trotta

« tosse: rimedi naturali contro la tosse


Com'è risaputo, la tisana è un metodo “dolce” di terapia, che aiuta ad alleviare i sintomi di determinate patologie senza voler sostituire la terapia farmacologica di sintesi.
Tisane tosseDi seguito sono riportate diverse tipologie di tisane, da quella emolliente a quella espettorante, che di norma sono ben tollerate dall'organismo; tuttavia, quando si utilizzano prodotti di origine naturale e soprattutto vegetale occorre sempre chiedere il parere medico per accertare l'assenza di controindicazioni.
Trattandosi di piante molto comuni, considerati i possibili casi di allergie o cross-reattività, i soggetti poli-allergici devono sempre rivolgersi al medico; lo stesso vale per le donne in gravidanza, essendo alcuni estratti caratterizzati da spiccata attività uterostimolante.

Tisana 1 contro la tosse

1g di pianta per una tazza di acqua bollente: infondere per 5 minuti e bere 2-3 tazze al giorno.
La drosera è una piccola pianta carnivora che contiene tra i suoi principi attivi - oltre ad enzimi, oli essenziali e glucosidi flavonolici - il plumbagone (derivato naftochinonico dall'azione antitussiva e spasmolitica).
E' una pianta ben tollerata; attenzione però nei casi di ipersensibilità accertata oppure in soggetti con patologie gastriche quali dispepsia, gastrite e acidità di stomaco.

Tisana 2 contro la tosse

Mettere 2g di droga in 150 ml di acqua molto calda, lasciare in infusione per 5-10 minuti e bere sino a 3 bicchieri al giorno.
La grindelia contiene resine, olio essenziale, derivati flavonolici e saponine triterpeniche (sono quest'ultime a conferire l'attività antitussiva alla tisana): agisce come espettorante e spasmolitico, utile quando le vie respiratorie sono infiammate e producono una quantità eccessiva di muco.
La grindelia è una pianta sicura e va evitata solo in caso di ipersensibilità accertata.

Tisana 3 (emolliente) contro la tosse

Preparare un infuso e berne una tazza sino a 3 volte al giorno, addolcendo eventualmente con miele al posto dello zucchero comune.
In questa tisana tutte le specie presentano una spiccata attività emolliente, utile in caso di tossi catarrali dove l'atto della tosse provoca una forte irritazione delle mucose.
A parte la camomilla, che per la presenza di lattoni sesquiterpenici potrebbe dar luogo a reazioni allergiche, in genere le specie presenti non creano problemi.
Come sempre evitare in caso di allergia accertati.

Tisana 4 (emolliente) contro la tosse

Preparare un infuso, bere una tazza 2-3 volte al giorno lontano dai pasti, addolcendo con miele.
Tisana controindicata nelle donne in gravidanza e ai bambini per la presenza di farfara.
La farfara contiene in quantità minima alcaloidi pirrolidizinici epatotossici, genotossici e carcinogeni, ma può essere tranquillamente usata in tisana per il trattamento antiinfiammatorio delle patologie a carico delle vie aeree superiori; a tal proposito è però importante non superare le 6 settimane di utilizzo nell'arco di un anno.

Tisana 5 contro la tosse

  • Farfara, Tussilago farfara, 35g (fiori);
  • Verbasco, Verbascum thapsus, 30g (fiori);
  • Altea, Althaea officinalis, 20g (foglie);
  • Timo selvatico, Thymus serpyllum, 15g (fiori).

Preparare un infuso e bere sino a 3 tazze al giorno.
Ottimo rimedio emolliente e bechico (sedativo della tosse).
Tisana controindicata nelle donne in gravidanza e ai bambini per la presenza di farfara.

Tisana 6 contro la tosse

Preparare un infuso e bere sino a 3 tazze al giorno.
La presenza della liquirizia, pianta ricca in saponine, sottolinea l'utilizzo della preparazione a scopo emolliente, ma soprattutto espettorante.
Tisana controindicata nelle donne in gravidanza e ai bambini per la presenza di farfara.
Attenzione in soggetti con problemi di gastrite ed ulcera, data la presenza dell'anice, che potrebbe inoltre indurre fotosensibilizzazione nei soggetti predisposti.



Ultima modifica dell'articolo: 31/12/2015