Tisane e diabete

 Erborista Vittorio Trotta

Tisana 1 contro il diabete

  • Noce, Juglans regia (foglie) 50g;
  • Baccelli di Fagiolo, Phaseolus vulgaris (baccelli) 50g.

Con queste due droghe si prepara un decotto, lasciandolo bollire per 20 minuti: una volta filtrato si può bere in misura di 3-5 tazze nell'arco della giornata.
In questo decotto sono stati utilizzati i baccelli di fagiolo e le foglie di noce: il fagiolo è usato come blando ipoglicemizzante per la presenza di cromo, che agisce nella regolazione del glucosio ematico, e di fibre, che riducono l'assorbimento intestinale di glucosio; le foglie del noce possiedono una discreta attività ipoglicemizzante, utile soprattutto nei casi di diabete mellito di tipo 2, e dovuta alla presenza Tisane per il diabetedi polifenoli ad attività antiossidante e di juglone (importante antimicotico). Non esistono particolari controindicazioni nell'uso di questa tisana, occorre solo fare attenzione nei casi di ipersensibilità accertata verso uno o più componenti della formulazione. Attenzione anche all'uso concomitante di farmaci antidiabetici orali (potenziamento effetti).

Tisana 2 contro il diabete

  • Mirtillo, Vaccinium myrtillus (foglie) 30g;
  • Noce, Juglans regia (foglie) 30g;
  • Galega, Galega officinalis (semi) 30g;
  • Finocchio, Foeniculum valgare (frutti o semi) 10g.

Preparare un infuso e, una volta filtrato (se necessario), berne una tazza 3 volte al giorno. Il mirtillo viene introdotto nella formulazione per la sua attività antiossidante e vasoprotettiva, molto importante nella prevenzione dei danni vascolari associati alla patologia diabetica; la galega è utilizzata per la sua attività ipoglicemizzante dovuta al principio attivo galegina, un derivato guanidinico; il finocchio non è inserito a scopo antidiabetico, ma essendo ricco di olio essenziale conferisce alla preparazione un gusto gradevole, oltre ad esibire una blanda azione antispatica sulla muscolatura intestinale. Non esistono particolari controindicazioni nell'uso di questa tisana, occorre solo fare attenzione nei casi di ipersensibilità accertata verso uno o più componenti della formulazione. Attenzione anche all'uso concomitante di farmaci antidiabetici orali (potenziamento effetti).

Tisana 3 contro il diabete

  • Mirtillo, Vaccinium myrtillus (foglie) 50g;
  • Ortica, Urtica dioica (foglie) 50g.

Preparare un infuso e berne una tazza 3 volte al giorno.
Il mirtillo è usato per la sua attività antiossidante e vasoprotettiva, mentre l'ortica è una pianta che, oltre alla ben nota attività diuretica, in alcuni studi ha dimostrato una discreta capacità ipoglicemizzante (si presuppone per la presenza di oligoelementi ed antiossidanti). Attenzione all'uso concomitante di farmaci antidiabetici orali e diuretici (potenziamento effetti).

Tisana 4 contro il diabete

  • Mirtillo, Vaccinium myrtillus (foglie) 35g;
  • Noce, Juglans regia (foglie) 35g;
  • Eucalipto, Eucalyptus globulus (foglie) 15g;
  • Salvia, Salvia officinalis (foglie) 15g.

Preparare un infuso e bere una tazza 3 volte al giorno.
L'eucalipto è introdotto nella tisana per la sua attività antiossidante sull'enzima alfa-glucosidasi, nonché per la capacità di ridurre l'assorbimento di carboidrati a livello intestinale; la salvia trova spesso applicazione in formulazioni naturali per il diabete, data la presenza - tra i suoi costituenti chimici - di glucochinine, polifenoli e flavonoidi che contribuiscono a ridurre i livelli ematici di glucosio. Attenzione all'uso concomitante di farmaci antidiabetici orali (potenziamento effetti).


« 1 2 3


Ultima modifica dell'articolo: 31/12/2015