Tè Oolong

Generalità

Il tè oolong può essere considerato un alimento funzionale, grazie alle sue proprietà antiossidanti, antiobesità e ipocolesterolemiche.

Cenni di produzione del tè oolong

Tè OolongAl pari delle altre due principali qualità di tè (come il tè verde e quello nero), anche l'oolong si ottiene dall'infuso delle foglie di Camelia sinensis; la differenza è che tali foglie vengono preparate in maniera leggermente differente.

  1. Le foglie destinate alla produzione di tè oolong vengono fatte appassire al sole e poi macinate; rispetto al tè nero, i tempi di esposizione al calore sono inferiori e appena sufficienti per ossidare i margini fogliari.
  2. Dopo essere state lievemente essiccate, le foglie vengono sottoposte a movimenti rotatori, per favorire la fuoriuscita dei succhi cellulari.
  3. Iniziano così i processi fermentativi, che dai margini fogliari procedono a poco a poco verso l'interno. Al termine di questa fase, le foglie assumono un aspetto “a mosaico”, per la presenza di regioni fermentate di color rossiccio e di altre più verdeggianti.
  4. L'attività enzimatica e i processi fermentativi vengono immediatamente arrestati, sottoponendo le foglie a getti di aria caldissima.
  5. Successivamente vengono sottoposte a una modesta pressione rotante (come se venissero schiacciate da un mattarello) per 2-3 volte, quindi nuovamente essiccate.

Al termine del processo produttivo, si ottiene un tè semi-fermentato con caratteristiche intermedie tra il verde (preparato con foglie fresche) e il nero (essiccato e lasciato fermentare più a lungo).

Indicazioni

Quando usare il tè oolong?

Il consumo di tè oolong è prevalentemente alimentare, anche se in molti sostengono che possa esercitare degli effetti terapeutici o più generalmente salutistici.
Si consiglia l'utilizzo di tè oolong per:

  1. Combattere i radicali liberi, diminuendo l'invecchiamento cellulare
  2. Acquisire tono, vigore ed energia psico-fisica
  3. Complementare le diete dimagranti
  4. Integrare le terapie alimentari per curare i dismetabolismi dei grassi, degli zuccheri e l'ipertensione (riduzione del rischio cardio-vascolare)
  5. Prevenire il degrado dei denti e delle ossa (osteoporosi)
  6. Ostacolare l'eczema cutaneo
  7. Rinforzare il sistema immunitario.

Proprietà ed Efficacia

Quali benefici ha dimostrato il tè oolong nel corso degli studi?

Il tè oolong si avvantaggia delle proprietà salutistiche tipiche sia del tè verde che del tè nero. Queste sono principalmente:

  • Antiossidanti: conferitegli principalmente dai polifenoli quercetina e catechina, attivi sui radicali liberi e protettivi verso le molecole ossidabili. Questa funzione risulta potenzialmente utile in chiave anti-invecchiamento e antitumorale (si ipotizza che nelle donne il tè oolong contribuisca a ridurre il rischio di cancro alle ovaie). Inoltre, protegge varie molecole circolanti nel sangue e fondamentali per la salute umana, come le lipoproteine di trasporto dei grassi (in particolare le LDL)
  • Stimolanti: grazie al discreto contenuto in caffeina, teofillina, teobromina e catechine, che nell'insieme sembrano avere un'azione sinergica nell'aumentare il metabolismo corporeo e la velocità di ossidazione dei grassi, esercitando un effetto positivo sulla riduzione del peso corporeo. Si è giunti a quest'ultima conclusione notando sperimentalmente i maggiori effetti termogeni del tè oolong rispetto a una bevanda a base di acqua e analoghe concentrazioni in caffeina.
  • Ipolipemizzanti: assumere regolarmente questa bevanda può in qualche modo contribuire a ridurre l'assorbimento intestinale di colesterolo. In uno studio, il consumo di tè oolong da parte di un gruppo di persone ha aumentato l'eliminazione fecale di lipidi.
  • Effetto anti-aterogeno: gli effetti antiossidanti del tè oolong sono utili per prevenire l'ossidazione delle LDL.
  • Effetto ipoglicemizzante: in letteratura esistono anche evidenze scientifiche su un possibile ruolo nella riduzione glicemica della bevanda

Nota: non esistono evidenze scientifiche su un eventuale ruolo preventivo del tè oolong sulle patologie dei denti, sull'osteoporosi e sull'eczema.

Dosi e Modo d'Uso

Come usare il tè oolong?

tè oolong essiccatoPer avvantaggiarsi di tutti i benefici del tè oolong, è buona regola preferire le bustine da infuso alle bevande già pronte o istantanee; l'ammollo prolungato (almeno 5 minuti) permette di aumentare la quota di caffeina e polifenoli della bevanda.
Negli studi effettuati per indagarne le proprietà salutistiche, il tè oolong veniva assunto in quantità importanti, mediamente da 700 ml ad 1 litro e mezzo al giorno (3-7 bustine da 2 grammi/die) per diverse settimane.
Ovviamente, non ci si può aspettare che qualche tazza di tè oolong ponga rimedio agli eccessi e alle sregolatezze (non solo alimentari) che accompagnano la vita di molte persone; pur tuttavia, la sua blanda azione stimolante, coadiuvante nel promuovere la perdita di peso e protettiva sullo stress ossidativo, contribuisce a renderlo un'ottima e più salutare alternativa alla classica tazzina di caffè.

Effetti Collaterali

Gli effetti collaterali più importanti legati all'assunzione eccessiva di tè oolong sono causati dall'eccesso di molecole stimolanti.
Questi effetti indesiderati possono essere lievi o gravi, e includono:

Controindicazioni

Quando non dev'essere usato il tè oolong?

Quantità elevate di tè oolong, a causa della notevole concentrazione di stimolanti, sono controindicate soprattutto nei seguenti casi:

  • Gravidanza e allattamento: in piccole quantità non è dannoso, tuttavia si consiglia di non berne più di 2 tazze al giorno (che contengono circa 200 mg di caffeina). Troppa caffeina in gravidanza potrebbe anticipare il parto e aumentare le possibilità del sottopeso o di altri disagi per il nascituro. Inoltre, troppa caffeina nella dieta della nutrice potrebbe causare irritabilità e aumentare i movimenti intestinali negli allattati.
  • Bambini: nei primi anni dell'infanzia è sconsigliata la somministrazione di qualunque cibo o bevanda contenente caffeina. In seguito, questa è considerata “sicura” solo nella quantità in cui si trova naturalmente negli alimenti. Se il tè oolong viene utilizzato come tale, non dovrebbe rivelarsi nocivo.
  • Disturbi d'ansia: la caffeina del tè oolong potrebbe peggiorare i disturbi d'ansia.
  • Disturbi emorragici: alcune ricerche suggeriscono che la caffeina potrebbe diminuire la coagulazione del sangue, anche se questa ricerca non è stata svolta negli esseri umani.
  • Patologie del cuore: la caffeina del tè oolong può causare irregolarità del battito cardiaco.
  • Diabete tipo 1: alcune ricerche suggeriscono che la caffeina può rendere più evidenti i segnali dell'ipoglicemia nelle persone con diabete di tipo 1. Ciò potrebbe essere considerato sia un vantaggio, per la prevenzione degli episodi di ipoglicemia grave, che uno svantaggio, per la possibilità che la caffeina sia essa stessa una causa di ipoglicemia.
  • Diarrea e sindrome del colon irritabile (IBS): la caffeina contenuta nel tè oolong può peggiorare la diarrea e quindi anche i sintomi dell'IBS.
  • Glaucoma: la caffeina contenuta nel tè oolong aumenta la pressione all'interno dell'occhio. L'incremento si verifica entro 30 minuti e dura almeno 90 minuti.
  • Aumenta la pressione sanguigna: la caffeina contenuta nel tè oolong potrebbe incrementare ulteriormente la pressione sanguigna nelle persone già affette da ipertensione. Tuttavia, questo non sembra accadere nei soggetti che lo bevono regolarmente (forse anche grazie al contenuto di polifenoli antiossidanti).
  • Osteoporosi: il tè oolong può aumentare l'escrezione del calcio urinario. In caso di osteoporosi è consigliabile non bere più di 3 tazze di tè oolong al giorno. Inoltre, il tè oolong contiene una certa quantità di tannini che, se assunti con gli alimenti, possono ridurre l'assorbimento intestinale del calcio.

Interazioni Farmacologiche

Quali farmaci o alimenti possono modificare l'effetto del tè oolong?

Il tè oolong interagisce con:

  1. Anfetamine, efedrina, nicotina e cocaina: avviene un aumento degli effetti stimolanti sul sistema nervoso e sul cuore. Assumendo il tè oolong insieme a farmaci stimolanti, si possono avere gravi problemi, tra cui l'aumento della frequenza cardiaca e della pressione sanguigna. Si consiglia di evitare di assumere farmaci stimolanti insieme al tè oolong.
  2. Adenosina e dipiridamolo: molecole usate per effettuare dei test sul cuore (test di stress cardiaco). La caffeina del tè oolong può bloccare gli effetti dell'adenosina. Si consiglia di smettere di consumare il tè oolong o altri prodotti contenenti caffeina almeno 24 ore prima di un test di stress cardiaco.
  3. Antibiotici [ciprofloxacina, enoxacina, norfloxacina, sparfloxacina, trovafloxacina e grepafloxacina (Raxar), cimetidina (Tagamet), clozapina, disulfiram, estrogeni sintetici, fluvoxamine, litio: possono diminuire la velocità di escrezione della caffeina e aumentare il rischio di effetti collaterali.
  4. Antidepressivi (fenelzina, tranilcipromina): la caffeina del tè oolong associata a questi farmaci può causare effetti collaterali tra cui tachicardia, pressione alta, nervosismo ecc.
  5. Anticoagulanti/Antiaggreganti (clopidogrel, diclofenac, ibuprofene, naprossene, dalteparina, enoxaparina, eparina, warfarin ecc): l'associazione della caffeina del tè oolong con questi farmaci può aumentare le probabilità di lividi e sanguinamento.

Esistono altre classi di farmaci che possono interagire con la caffeina del tè oolong, ma in misura nettamente inferiore e quindi poco significativa.

Precauzioni per l'Uso

Cosa serve sapere prima di prendere il tè oolong?

L'assunzione di tè oolong non prevede di osservare molte precauzioni prima dell'uso.
E' necessario evitarne soprattutto le porzioni eccessive, in particolare durante:

  • Gravidanza
  • Allattamento
  • Alcune patologie (vedi sopra)
  • Certe terapie farmacologiche (vedi sopra).


Ultima modifica dell'articolo: 04/05/2017