Pilosella

La pilosella o pelosella (Hieracium pilosella) è una pianta erbacea ispida e perenne, appartenente alla famiglia delle Composite. Nota anche come orecchio di topo o lingua di gatto - per la forma a rosetta delle foglie basali, ricoperte da bianca peluria (da qui il nome pilosella) - cresce spontanea nei luoghi aridi, montuosi e soleggiati dell'Europa e dell'Asia del nord.
PilosellaLa scienza che si occupa dell'impiego dei medicamenti vegetali per la cura delle malattie umane, nota ai più come fitoterapia, attribuisce alla pilosella proprietà diuretiche, antibiotiche ed antinfiammatorie.
La droga è rappresentata dall'intera pianta fiorita.
Uno dei suoi componenti più conosciuti è l'umbelliferone, un composto cumarinico dotato di proprietà antibiotiche utili nella cura della brucellosi. Nota anche come febbre maltese, la brucellosi è una malattia infettiva batterica tipica di alcune specie animali, che la trasmettono all'uomo per via diretta o indiretta (attraverso il consumo di alimenti infetti, come latte e formaggi freschi).
Alla pilosella viene riconosciuta la capacità di promuovere l'escrezione ed il deflusso della bile (possiede un'azione coleretica e colagoga), che contribuisce alla detossificazione epatica.
La pilosella è particolarmente utile in presenza di calcolosi urica e contribuisce a depurare il sangue dagli eccessi di un'alimentazione ricca in proteine animali ed in modo particolare di purine (contenute soprattutto nelle sardine, nelle acciughe, negli insaccati e nelle frattaglie).
Le sue proprietà diuretiche e drenanti, universalmente note, la rendono utile nel trattamento di inestetismi da accumuli adiposi e di liquidi (come in presenza di cellulite, gonfiore alle caviglie, edemi degli arti inferiori e ritenzione idrica).
Grazie alla sua capacità di ridurre il volume ematico può essere d'aiuto nel controllo di un'ipertensione lieve.
Promuovendo la diuresi, la pilosella è utile in presenza di infezioni urinarie, quali cistiti ed uretriti, perché facilita l'eliminazione dei patogeni con le urine. Le sue proprietà diuretiche sono attribuibili principalmente ai flavonoidi (luteoloside).
Infine, in campo cosmetico, la pilosella - grazie al contenuto in umbelliferone - rientra in molte preparazioni topiche per la protezione solare.

Alle dosi consigliate è una pianta sicura; è comunque importante evitare il suo utilizzo in gravidanza ed allattamento (a scopo cautelativo). Da evitare, inoltre, il superamento delle dosi consigliate e l'associazione con diuretici di sintesi senza aver prima consultato il proprio medico curante, che dovrà essere interpellato anche qualora si volesse utilizzare la pilosella per curare patologie quali l'ipertensione, la brucellosi e la gotta, anche se presenti in forma lieve.




Ultima modifica dell'articolo: 15/11/2016