Integratori Solari - Contro i Danni del Sole

Gli integratori solari sono prodotti appositamente formulati per rafforzare le difese della pelle esposta al sole e favorire un'abbronzatura intensa e duratura. Il loro utilizzo è infatti in grado di supportare dall'interno la protezione conferita dall'esterno tramite l'applicazione di cosmetici dotati di filtri solari.
Integratori SolariNon a caso, la miglior strategia per assicurarsi una “tintarella” sana è quella di aiutare la cute a proteggersi non solo dall'esterno con i fotoprotettori topici, ma anche dall'interno con l'alimentazione, eventualmente supportata dagli integratori solari. Questi ultimi rappresentano un valido aiuto per contrastare il danno ossidativo indotto dal sole (responsabile del fotoinvecchiamento) e per stimolare la produzione di melanina (sostanza prodotta fisiologicamente dal corpo per difendere la pelle dalle radiazioni ultraviolette, nonché pigmento responsabile dell'abbronzatura).

Effetti Positivi e Rischi del Sole

Esporsi al sole gradualmente e con le dovute precauzioni consente di sfruttare gli effetti benefici che la luce solare è in grado di esercitare sul nostro organismo.
Innanzitutto, le radiazioni ultraviolette favoriscono la fotosintesi di vitamina D, necessaria per una corretta mineralizzazione delle ossa, in quanto interviene nella regolazione del metabolismo del calcio e del fosforo.

Prodotto nella cute per azione dei raggi ultravioletti (UV) a partire dal 7-deidrocolesterolo, il colecalciferolo (vitamina D3) è un elemento indispensabile per lo sviluppo e l'irrobustimento dello scheletro. Senza dimenticare che la vitamina D è una regolatrice della risposta immunitaria.
La luce del sole influisce positivamente sull'organismo anche alleviando i dolori reumatici e stimolando il rilascio di neurotrasmettitori cerebrali, come serotonina e dopamina, che agiscono come antidepressivi” naturali, favorendo il buon umore e regolando i ritmi del sonno
Oltre a regalare alla pelle una sfumatura più calda, poi, il sole stimola la produzione di alcune sostanze antiossidanti e protettive a livello cutaneo, con una certa attività filtrante nei confronti delle stesse radiazioni UV. Inoltre, una moderata esposizione agisce migliorando alcune malattie dermatologiche, come l'acne, l'eczema, la dermatite seborroica e la psoriasi.


Per approfondire: Elioterapia - Curarsi con la luce del sole


Non manca, però, il rovescio della medaglia, ossia i danni che possono scaturire da un'esposizione solare eccessiva. Non proteggere adeguatamente la pelle, infatti, significa incorrere in una serie di reazioni fotobiologiche responsabili di effetti dannosi, sia acuti (eritemi, scottature e reazioni di fotosensibilità) che cronici (aumentato rischio di sviluppare tumori della pelle). I raggi ultravioletti hanno la capacità, inoltre, di generare radicali liberi, responsabili dello stress ossidativo che favorisce l'invecchiamento precoce della pelle.
L'azione sinergica di fotoprotezione esterna (creme solari) ed interna (integratori) risulta essere, quindi, fondamentale per rendere il sole un alleato del nostro benessere ed evitare che l'esposizione possa causare gravi problemi alla salute.

Indicazioni

Da tempo è ormai diffusa la consapevolezza verso i potenziali danni che possono derivare da un'esposizione al sole inadeguata o eccessiva, come il fotoinvecchiamento precoce e la cancerogenesi.
Il primo passo per abbronzarsi in modo sano è quello di proteggere la pelle con l'applicazione di un prodotto solare, come raccomandato da tutti i dermatologi. La capacità schermante di questi cosmetici è indicata da un numero preceduto da una sigla (SFP o SPF), considerando che un fattore di protezione solare molto alto è pari a 50+.


Per approfondire, vedi: Protezione Solare - Come Sceglierla


Un contribuito utile per preparare in anticipo la pelle all'abbronzatura consiste nell'impiego di integratori solari. Questi prodotti a base di beta-carotene, estratti vegetali e vitamine sono studiati appositamente per preparare l'approccio con il sole nella stagione estiva.
Gli integratori per l'abbronzatura vanno assunti nell'ambito di una sana alimentazione e devono sempre essere utilizzati in sinergia con le tradizionali creme solari.

Va ricordato, infatti, che un supplemento alimentare non può “compensare” eventuali comportamenti scorretti: anche per chi assume regolarmente un integratore solare è importante esporsi nelle ore meno calde della giornata ed utilizzare la giusta protezione in base al proprio fototipo.

Potenziali Benefici

Gli integratori solari contengono sostanze funzionali utili per migliorare la risposta al sole e ridurre i danni ossidativi. Se consideriamo l'esposizione ai raggi ultravioletti come un potenziale fattore stressante, infatti, l'utilizzo di un complemento per l'abbronzatura può essere utile per attivare la melanina e potenziare i naturali meccanismi di protezione della pelle.
In particolare, gli integratori per l'abbronzatura risulterebbero validi nel:

  • Rinforzare le auto-difese della pelle dagli effetti nocivi indotti dai raggi ultravioletti;
  • Stimolare la sintesi di pigmenti protettivi della pelle, come la melanina;
  • Favorire la formazione del collagene ed il mantenimento di una pelle normale e abbronzata;
  • Proteggere la pelle dall'azione dannosa delle specie reattive dell'ossigeno (radicali liberi);
  • Ridurre l'eventuale reazione infiammatoria associata all'eccessiva esposizione al sole, come edema, arrossamento e comparsa di bolle;
  • Prevenire l'invecchiamento cutaneo fotoindotto (photoaging).

Se usati in associazione con cosmetici che proteggono la pelle, riflettendo e/o attenuando le radiazioni grazie all'attività dei filtri solari, gli integratori per l'abbronzatura sono quindi un valido aiuto per ottenere un colorito intenso e mantenerlo più a lungo.

Questi prodotti aiutano, inoltre, ad attivare le difese cutanee e a limitare i danni causati dal sole, sia immediati, che tardivi. Ciò è possibile grazie al mix di sostanze utili a migliorare la fotoprotezione e a contrastare gli effetti nocivi dei raggi ultravioletti, come carotenoidi (tra cui beta-carotene, astaxantina, licopene e luteina), vitamine (A, C ed E) ed oligoelementi (come zinco, selenio, rame e magnesio).
Gli integratori solari sono consigliati specialmente a chi ha una carnagione molto chiara (fototipo I e II), per preparare la pelle al sole e prevenire l'insorgere di eritemi, scottature ed intolleranze cutanee. Questi complementi alimentari sono ideali anche per le persone che per svariati motivi (problemi di salute, attività lavorativa ecc.) non si espongono al sole da molto tempo, in quanto supportano il metabolismo della pelle che deve adattarsi all'irraggiamento intenso della stagione estiva.
L'utilizzo di una protezione solare (creme e prodotti topici) ha la funzione di fornire un aiuto esterno, creando una sorta di barriera che limita l'interazione del sole con la nostra pelle. Quest'azione risulta fondamentale se vengono considerate le esigenze di prevenzione dei tumori cutanei. Di contro, tuttavia, questo schermo riduce la sintesi endogena di vitamina D nella pelle. Per questo motivo, l'assunzione di integratori solari ed la cura dell'alimentazione possono agire in sinergia per proteggere dalle alterazioni patologiche delle ossa ed affrontare al meglio la stagione estiva.  


Contenuto Promozionale


Integratore Antirughe

Protegge la Bellezza della Pelle - Anche D'Estate

Sinergia di Principi Attivi Unica, Potenziata e Clinicamente Provata. Utile anche in Estate, aiuta la pelle a difendersi dagli effetti dannosi dell'eccessiva esposizione solare « Maggiori informazioni »

Cosa Contengono

Gli integratori alimentari per favorire l'abbronzatura si presentano, in genere, come capsule o compresse, da assumere per via orale.

La loro formula contiene sostanze dal potere antiossidante e stimolante la sintesi della melanina, come vitamine C ed E, licopene e beta-carotene, che favoriscono la pigmentazione della pelle e proteggono le cellule dallo stress ossidativo.
In generale, si possono distinguere tre categorie di integratori solari:

  • Stimolatori di melanina: i principi attivi “pro-abbronzatura”, come la tirosina (precursore della melanina) ed i carotenoidi, ottimizzano l'effetto benefico dei raggi solari, rendendo più disponibile la melanina prodotta dalla pelle (il pigmento responsabile della tonalità e dell'intensità dell'abbronzatura). Grazie agli integratori solari, l'aumentata produzione della melanina può aiutare a rendere la colorazione della pelle più uniforme e duratura nel tempo, oltre a promuovere una più efficace protezione nei confronti delle radiazioni UV.
  • A base di beta-carotene: precursore della vitamina A, la quale è in grado di stimolare la sintesi di collagene e di melanina, oltre a difendere la pelle dalle scottature. Gli integratori solari a base di questo carotenoide sono i più adatti quando si desidera un'abbronzatura di colore più intenso.
  • Antiossidanti: molecole come flavonoidi, resveratrolo, acido alfa-lipoico, luteina e licopene aiutano a proteggere la pelle dal danno ossidativo indotto dal sole e aumentano la resistenza ad esposizioni prolungate o estreme, quindi possono contribuire a prevenire gli eritemi, la comparsa di macchie scure e la tendenza alla formazione di rughe.

Gli integratori alimentari per l'abbronzatura e la protezione solare possono contenere anche:

  • Vitamina C (acido L-ascorbico), Vitamina A (retinolo) e Vitamina E (alfa-tocoferolo): sono dotate di potere anti-ossidante, risultano efficaci nel contrastare eventuali complicanze legate all'eccessiva esposizione alla luce solare e contribuiscono a rendere la pelle compatta e luminosa, oltre a restituire vitalità al colorito e rallentare gli effetti del tempo. Queste vitamine, infatti, rendono la pelle più resistente alle lesioni, potenziano la produzione di melanina e riducono gli eventuali gli stati infiammatori post-esposizione.
  • Vitamina PP (nicotinamide): è particolarmente utile per chi soffre di ipersensibilità cutanea causata dal sole e contribuisce a ridurre l'infiammazione superficiale nei casi di eritemi.
  • Selenio: protegge dai radicali liberi ed aiuta a prevenire l'invecchiamento cutaneo, specie quando lavora in sinergia con la vitamina E. Inoltre, quest'oligoelemento esplica un'efficace azione anti-età, supportata dalla sua capacità di stimolare la sintesi del collagene e di conservare l'elasticità dei tessuti.
  • Rame: favorisce la normale pigmentazione e protegge le cellule dallo stress ossidativo.
  • Zinco: contribuisce alla rigenerazione cellulare della pelle.
  • Collagene: è una proteina che conferisce tono e resistenza al tessuto epidermico. Questo componente si lega all'acqua ed aumenta l'idratazione della pelle, facendola apparire liscia e vellutata. Negli integratori solari, la presenza del collagene contribuisce a rendere la pelle compatta e luminosa, oltre a restituire vitalità al colorito.
  • Coenzima Q10: agisce contro i processi ossidativi del collagene, ostacolando la formazione di rughe e mantenendo la pelle compatta ed elastica; questo elemento è utile anche per prevenire l'eritema solare.
  • Acidi grassi essenziali da fonti animali (come omega 3 e 6) o prodotti vegetali (come l'olio di enotera e borragine): contribuiscono a mantenere una buona idratazione della pelle ed a preservare l'integrità delle strutture del derma.

Quando Assumerli

Gli integratori solari andrebbero assunti quotidianamente almeno un mese prima rispetto al periodo in cui si prevede un'esposizione al sole regolare e nelle due settimane immediatamente successive.
Ad esempio, in previsione delle vacanze estive, l'ideale sarebbe iniziare ad usare il prodotto da aprile-maggio, proseguendo fino al periodo (compreso) in cui sono previste le ferie.  Gli integratori solari possono essere utilizzati nel caso in cui la destinazione sia al mare, che in montagna. Inoltre, è possibile assumere questi complementi alimentari anche in città o se si pratica un'attività sportiva all'aria aperta.
In ogni caso, occorre ricordare che l'uso di integratori non sostituisce in alcun modo l'applicazione di creme solari con fattore di protezione medio-alto durante l'esposizione.

Effetti collaterali e Controindicazioni

Nella maggior parte dei casi, gli integratori solari sono formulati con principi attivi clinicamente testati e privi di effetti collaterali significativi.
Tuttavia, in caso di patologie e terapie farmacologiche, è opportuno consultare il proprio medico prima di intraprenderne l'assunzione, il quale può confermare che non siano possibili controindicazioni ed eventuali interazioni.

Questa particolare attenzione va prestata anche nei confronti di bambini e donne durante la gravidanza e l'allattamento.
In ogni caso, va ricordato che gli integratori alimentari non devono essere assunti in dosi superiori a quelle indicate in etichetta, stabilite per svolgere specifici effetti fisiologici.

Ruolo dell'Alimentazione

Per approfondire: Cibo e Abbronzatura


Gli integratori alimentari devono essere considerati come un fattore aggiuntivo (e non come elementi sostitutivi) ad una dieta varia ed equilibrata, la quale può fornire tutte le sostanze nutritive di cui l'organismo ha bisogno. Questa regola generale vale anche per i prodotti specifici per l'abbronzatura: gli integratori solari devono essere assunti all'occorrenza, quando gli effetti fisiologici riportati in etichetta possono “ottimizzare” il proprio benessere.
Come noto, l'alimentazione è un fattore che influenza fortemente la salute della persona. Durante la stagione estiva, un regime dietetico sano è in grado di preparare la pelle alle prime esposizioni al sole e contribuisce a mantenere un'abbronzatura sana.
I cibi più adatti a preservare la cute dai pericoli delle radiazioni solari, che non dovrebbero mancare sulla tavola, sono vegetali verdi, gialli, rossi e arancio, come le carote, gli spinaci, la lattuga, la cicoria, il radicchio, i peperoni, i pomodori, le fragole, le ciliegie e le albicocche. Alimenti utili per mantenere la pelle sana e favorire l'abbronzatura sono anche meloni, arance, frutti di bosco, cereali integrali, pesce e semi oleaginosi (tra cui noci, mandorle e nocciole).
Inoltre, è importante ricordare sempre di reintegrare i liquidi che si perdono esponendosi al sole, bevendo molta acqua. Preservare adeguatamente il corretto stato di idratazione, significa, infatti, mantenere anche la bellezza dell'abbronzatura.



ARTICOLI CORRELATI

AbbronzaturaLuce solare: effetti della luce solare sulla pelleProdotti solariAbbronzatura artificialeFiltri solariRimedi per le Scottature solari (eritema solare)Filtri fisici e doposoleFiltri chimici, filtri solariFiltri solari ed abbronzaturaMallo di noceSPF: efficacia protettiva in un prodotto solareAutoabbronzanti e DepigmentantiEritema SolareFototerapiaProtezione Solare - Come SceglierlaAbbronzatura: prodotti solari, SPF e fototipoElioterapia - Terapia con la luce del sole: Benefici ApplicazioniPelle al sole: segni a cui prestare attenzionePigmentazione cutaneaAbbronzanti naturali - Abbronzanti in ErboristeriaAbbronzatura e fotodanneggiamentoAbbronzatura e raggi ultraviolettiAvene Crema Solare Viso SPF20Centrifugato per Fissare l’AbbronzaturaCibo e abbbronzaturaColore della pelle e melaninaCoppertone - Tropical Blend Crema abbronzante SPF 6Creme solaire haute protection UVB 30DermaSol Bimbi Crema Solare Protettiva Alta protezione 1-3 anniFluidosole viso e corpo protezione 20FotosensibilizzantiFototipo e abbronzaturaGelato per Fissare l’Abbronzatura con Carote, Melone ed AlbicoccheIl Sole, Amico Delle Nostre Ossa.Latte Solare Classic Protezione base 10Latte Spray Solare Protettivo 10Latte Superabbronzante Idratante SPF 15Nivea SUN Protect & Bronze FP20Piz Buin: Active Fresh Cooling Spray SPF 30Proteggersi dai danni dell'abbronzaturaRadiazioni elettromagnetiche e filtri solariRadiazioni solariShiseido Tanning emulsion Lait bronzant SPF 6SOL - Latte Solare waterproof al The Verde con profumo di Agrumi SPF 6Sole bimbo - con Pluridefence e olio di Sesamo protezione alta SPF 30Storia dell'abbronzaturaSun Sensitive - Latte Solare anti età SPF 15Abbronzatura su Wikipedia italianoSun tanning su Wikipedia inglese