Icariina

L'Icariina è un flavonoide con formula di struttura C33H40O15, contenuto in quantità singificative nelle piante del genere Epimedium. Tali piante, appartenenti alla famiglia delle Berberidacee, sono diffuse nel territorio Asiatico, dove da millenni vengono sfruttate nella medicina tradizionale cinese come tonico e rinvigorente delle funzioni sessuali.
IcariinaL'icarina, estraibile dalle parti aeree opportunamente essiccate, è presente in differenti concentrazioni a seconda della specie e dell'origine della pianta, non superando tuttavia la quota di 14,24 mg per grammo di prodotto, come documentato da recenti evidenze chimico-analtiche. Le stesse hanno descritto anche la presenza di altri principi attivi come flavonoidi, polisaccaridi e vitamina C, che nell'insieme coadiuvano la funzione biologica dell'Icariina, principio attivo caratterizzante dell'Epimedium.

Evidenze sperimentali

Un'attenta ricerca sulle proprietà biologiche dell'Icariina evidenzia in letteratura oltre 200 articoli, nei quali si è cercato di individuare e caratterizzare il meccanismo d'azione di questa sostanza, descrivendo le sue differenti funzioni biologiche di notevole impatto clinico.
Focalizzando l'attenzione soltanto sugli studi degni di nota, sarebbe possibile riassumere le principali attività biologiche dell'Icariina nella:

  • funzione protettiva nei confronti del genoma, importante nel salvaguardare la funzionalità cellulare (come dimostrato valutando le concentrazioni di composti carbonilici derivati dall'ossidazione del DNA), evitando fenomeni aberranti come trasformazioni e mutazioni;
  • funzione citoprotettiva, come osservato nei confronti dei fosfolipidi di membrana e delle proteine sottoposte a stress ossidativo, protette dall'azione dell'Icariina che ha garantito una sensibile riduzione dei marcatori di danno ossidativo;
  • funzione vasoprotettiva, osservata nei confronti dell'endotelio sottoposto a danno da perossido di idrogeno. In questi casi l'Icariina si è dimostrata utile nel favorire l'eliminazione delle cellule endoteliali danneggiate, preservando il vaso dalla classica degenerazione ateromasica associata a danni endoteliali di significativa entità;
  • funzione neuroprotettiva, osservata in modelli sperimentali animali di Alzheimer, pertanto sottoposti all'azione lesiva della Beta amiloide. Questi studi dimostrano come l'Icariina protegga il sistema nervoso centrale dalla classica degenerazione, attraverso una serie di meccanismi multipli, garantendo un'azione protettiva nei confronti del graduale declino cognitivo che caratterizza queste evenienze;
  • funzione osteoprotettiva, documentata da diversi studi ed associata molto probabilmente ad un'azione di tipo intracellulare. L'Icariina, infatti, sembra promuovere l'espressione di geni coinvolti nella differenziazione e attivazione osteoblastica, inibendo invece l'attivazione di geni come NfKB o RANK L, coinvolti nei processi di riassorbimento osseo osteoclasto-mediato;
  • funzione immunoprotettiva, importante nell'elicitare il sistema immune, esercitando una funzione immunoadiuvante paragonabile a quella di citochine, come l'IL 2.

Evidenze cliniche

Alla luce delle tantissime ed incoraggianti evidenze sperimentali, ci si aspetterebbe una forbita letteratura scientifica in merito all'utilizzo clinico dell'Epimedium.
Purtroppo le evidenze in tal senso risultano decisamente deludenti, con studi clinicamente significativi limitati, a dispetto delle enormi potenzialità del principio attivo.
Tuttavia da questi pochi dati emerge il ruolo osteoprotettivo dell'Icariina, come dimostrato in donne in età post-menopausale nelle quali l'integrazione con 60 mg id Icarina più altri flavonoidi e calcio, si è rivelata utile nel prevenire la demineralizzazione ossea senza alcun effetto collaterale al livello endometriale, in termini di iperplasia.
Deludente è anche la bibliografia in merito all'uso dell'Icariina come afrodisiaco naturale, nonostante vi siano alcuni studi sperimentali che dimostrano come l'azione vasoprotettiva e neuroprotettiva di questo composto possa risultare efficace nel migliorare le capacità sessuali di ratti affetti da disfunzione erettile.

Considerazioni

Nonostante gli studi sperimentali risultino alquanto promettenti, l'assenza di trial clinici non consente una valutazione accurata delle reali potenzialità di questo principio attivo, e soprattutto non consente di individuare dosaggi standardizzati e riproponibili nella pratica clinica.
La stessa situazione rende complessa la possibilità di individuare le controindicazioni ed i relativi rischi correlati all'uso di questa sostanza, lasciando pertanto l'ultima parola sempre al medico responsabile della situazione clinica del proprio paziente.
A fronte delle notevoli potenzialità dell'Icariina, sarebbe quindi auspicabile promuovere un avanzamento degli studi clinici, affinché un principio attivo così potenzialmente utile possa trovare il suo degno spazio nel panorama degli integratori naturali e dei fitoterapici.


Bibliografia


Potent inhibition of human phosphodiesterase-5 by icariin derivatives.
Dell'Agli M, Galli GV, Dal Cero E, Belluti F, Matera R, Zironi E, Pagliuca G, Bosisio E.
J Nat Prod. 2008 Sep;71(9):1513-7. doi: 10.1021/np800049y. Epub 2008 Sep 9.


Icariin delays homocysteine-induced endothelial cellular senescence involving activation of the PI3K/AKT-eNOS signaling pathway.
Xiao-Hong D, Chang-Qin X, Jian-Hua H, Wen-Jiang Z, Bing S.
Pharm Biol. 2013 Apr;51(4):433-40. doi: 10.3109/13880209.2012.738332. Epub 2013 Jan 22.


Icariin associated with exercise therapy is an effective treatment for postmenopausal osteoporosis.
Liu M, Zhong C, He RX, Chen LF.
Chin Med J (Engl). 2012 May;125(10):1784-9.


The dose-effect of icariin on the proliferation and osteogenic differentiation of human bone mesenchymal stem cells.
Fan JJ, Cao LG, Wu T, Wang DX, Jin D, Jiang S, Zhang ZY, Bi L, Pei GX.
Molecules. 2011 Dec 6;16(12):10123-33. doi: 10.3390/molecules161210123.


[Progress of pharmacological research on icariin].
Li L, Wang XM.
Zhongguo Zhong Yao Za Zhi. 2008 Dec;33(23):2727-32. Review. Chinese.


Epimedium-derived phytoestrogen flavonoids exert beneficial effect on preventing bone loss in late postmenopausal women: a 24-month randomized, double-blind and placebo-controlled trial.
Zhang G, Qin L, Shi Y.
J Bone Miner Res. 2007 Jul;22(7):1072-9.


Icariin enhances endothelial nitric-oxide synthase expression on human endothelial cells in vitro.
Xu HB, Huang ZQ.
Vascul Pharmacol. 2007 Jul;47(1):18-24. Epub 2007 Mar 24.


Effect of icariin on hypoxia induced vascular endothelial cells injury].
Ji RR, Li FY, Zhang XJ.
Zhongguo Zhong Xi Yi Jie He Za Zhi. 2005 Jun;25(6):525-30. Chinese.


The antioxidative effect of icariin in human erythrocytes against free-radical-induced haemolysis.
Liu ZQ, Luo XY, Sun YX, Wu W, Liu CM, Liu ZQ, Liu SY.
J Pharm Pharmacol. 2004 Dec;56(12):1557-62.


[Experimental studies of icariin on anticancer mechanism].
Mao H, Zhang L, Wang Y, Li X.
Zhong Yao Cai. 2000 Sep;23(9):554-6. Chinese.


Immunoregulatory effects of the herba Epimediia glycoside icariin.
He W, Sun H, Yang B, Zhang D, Kabelitz D.
Arzneimittelforschung. 1995 Aug;45(8):910-3.


[Effects of icariin on beta-amyloid and neurotrophic factors in brain of mitochondrial deficiency model rats].
Zhang RY, Zhang L, Ai HX, Zhang L, Li L.
Zhongguo Zhong Yao Za Zhi. 2013 May;38(9):1285-9. Chinese.


[Effect of icariin on learning and memory abilities and activity of cholinergic system of senescence-accelerated mice SAMP10].
Gao L, Tang Q, He X, Bi M.
Zhongguo Zhong Yao Za Zhi. 2012 Jul;37(14):2117-21. Chinese.


Epimedium koreanum Extract and Its Constituent Icariin Improve Motor Dysfunction in Spinal Cord Injury.
Tohda C, Nagata A.
Evid Based Complement Alternat Med. 2012;2012:731208. doi: 10.1155/2012/731208. Epub 2012 Aug 23.



ARTICOLI CORRELATI

AfrodisiaciAfrodisiaci naturaliCordyceps sinensisIntegratori SessualiMaca e Aumento della FertilitàButea Superba in Erboristeria: Proprietà della Kwao Krua RossaEpimediumYarsagumba - Ophiocordyceps sinensisAfrodisiacheCibi AfrodisiaciMacaMuira puamaTisana afrodisiacaTisana afrodisiaca con ZenzeroTonici sessuali naturali. Dalla griffonia alla maca delle andeAfrodisiaci su Wikipedia italianoAphrodisiac su Wikipedia ingleseI BioflavonoidiArvenum - Foglietto IllustrativoDaflon - Foglietto IllustrativoDAFLON ® - FlavonoidiFlavonoidiGlicosidi flavonoidici e antocianiTegens - Foglietto IllustrativoFlavonoidi su Wikipedia italianoFlavonoid su Wikipedia ingleseDisfunzione erettileVardenafilCause della Disfunzione erettileCitrullina, Arginina e Disfunzione ErettileMucuna - Proprietà Mucuna pruriensFarmaci per la cura della Disfunzione ErettileVacuum Device - Disfunzione erettileEcocolordoppler penienoFarmaci che causano Disfunzione ErettileDiabete e Disfunzione erettileImpiego di farmaci per la disfunzione erettile nello sportRimedi per la Disfunzione ErettileSpedra - Foglietto IllustrativoDisfunzione erettile - Epidemiologia, Cause e Patologie associateDisfunzione erettile - ErboristeriaDisfunzione erettile: Cause e SintomiSildenafil Teva - Foglietto IllustrativoAvanafil - Stendra ®Sildenafil ActavisSildenafil RatiopharmSildenafil TevaSpedra - AvanafilTadalafil Lilly - CialisTadalafil Mylan - tadalafilTisane contro l'impotenzaVivanza - vardenafilVizarsin - sildenafilDisfunzione erettile su Wikipedia italianoErectile dysfunction su Wikipedia inglese
Ultima modifica dell'articolo: 14/03/2016