Gargarismi

Il gargarismo è una pratica terapeutica che consiste nel far gorgogliare, nel fondo della bocca e nella gola, una soluzione acquosa di sostanze medicinali, con lo scopo di medicare le mucose del cavo orale e della gola. GargarismiI gargarismi sono chiamati ad esercitare un'azione astringente, decongestionante, disinfettante o anestetica locale; di conseguenza, la loro composizione può variare entro limiti molto vasti, a seconda dell'azione alla quale sono destinati. Si utilizzano, ad esempio, contro il mal di gola (faringite), le afte della bocca e l'alitosi.

Il gargarismo, inteso come preparazione, è costituito da un eccipiente liquido (veicolo) nel quale è disciolta o sospesa una sostanza, o una miscela di sostanze medicamentose, a cui si aggiungono di solito dei correttivi per migliorarne le caratteristiche organolettiche.

La composizione dei preparati per gargarismi varia ovviamente a seconda dell'azione alla quale sono destinati; nel settore erboristico, il veicolo può essere ad esempio costituito da un infuso o da un decotto.

Seguono alcuni esempi di gargarismi preparabili a casa propria con droghe comunemente acquistabili in erboristeria.

Gargarismo contro le irritazioni della gola

Un semplice decotto di altea (dieci grammi di droga - radice - per litro d'acqua), è utile per un gargarismo calmante in presenza di irritazione della gola, grazie alle mucillagini ed alla loro azione emolliente.

Gargarismo mal di gola (faringite), tonsillite

Piantaggine (foglie) 20 g
Altea (radice) 20 g
Malva (foglie e fiori) 20 g
Tossilaggine comune (capolini) 20 g
Lino comune (semi) 20 g

Gargarismo: si utilizza il decotto, preparato facendo bollire la miscela in due litri di acqua per un paio di minuti; coprire e lasciare in infusione per un quarto d'ora, filtrare ed eseguire gargarismi ogni 2-3 ore. In alternativa utilizzare soltanto le droghe in grassetto in un litro di acqua.

Gargarismo alitosi (alito cattivo)

Timo (parti aeree) 20g
Menta (foglie) 20g
Anice verde (semi) 30g

Gargarismo: versare una tazza d'acqua bollente su un cucchiaio da minestra di preparato, quindi lasciare in infusione per circa quindici minuti. Più che gargarismi è importante fare dei risciacqui orali, diverse volte al giorno.

 

Sempre in presenza di mal di gola può essere utile una preparazione domestica ottenuta mettendo in infusione parti uguali di salvia (foglie) e agrimonia (sommità fiorite): versare l'acqua bollente sul preparato circa (50 g/litro), filtrare ed effettuare gargarismi più volte al giorno.

Afte, stomatite o vesciche della bocca

Bistorta (rizoma) 30 g
Calendula (parti aeree) 20 g

Gargarismo: si utilizza l'infuso, preparato versando 500 ml di acqua bollente sulla miscela delle due droghe; più che gargarismi è importante fare dei risciacqui orali, diverse volte al giorno.

Gargarismo gengivite

Salvia (foglie) T.M 40
Lavanda (infiorescenza) T.M 20
Menta (foglie) T.M 40

Gargarismo: versare uno o due cucchiaini da caffè di preparato in un bicchiere d'acqua; più che gargarismi è importante fare dei risciacqui orali, diverse volte al giorno.