Enolito

Enolito è sinonimo di vino medicato, vino medicinale o tintura vinosa. Stiamo parlando di una preparazione farmaceutica in cui le droghe, o i principi attivi delle medesime, sono posti a macerare nel vino o solubilizzati in esso; si ottiene così una soluzione idroalcolica dalle potenziali applicazioni terapeutiche.

Vini medicinali - EnolitiIn genere, nella preparazione dell'enolita vengono impiegati vini ad elevata gradazione alcoolica (14-16°), bianchi, rossi o liquorosi, poiché consentono una migliore estrazione e conservazione.

Gli Enoliti possono essere preparati:

1. Per estrazione di droghe vegetali per macerazione. I vini medicinali che si ottengono vengono anche chiamati tinture vinose. Si possono impiegare droghe secche o droghe fresche;

2. Per diluizione di un estratto con vino. Si usa di solito un estratto fluido, di più facile preparazione e di maggiore costanza compositiva. Bisogna tuttavia tenere conto della diminuzione del tasso di solubilizzazione passando da un estratto fluido, ottenuto sulla base di una estrazione con alcool a 60-90°, a quello che utilizza un solvente vinoso a titolo alcoolico di 15-16°;

3. Per soluzione diretta di farmaci o di principi attivi nel vino.

Negli enoliti, il rapporto droga/solvente varia normalmente tra il 5 (5 grammi di droga per 100 ml di vino) ed il 20%. Il periodo di macerazione è generalmente lungo, perlopiù variabile dai 5 ai 15 giorni. I vini medicinali vanno conservati al freddo ed in bottiglie di vetro scuro; vanno quindi consumati nel giro di qualche settimana, in misura di un bicchierino, due otre volte al giorno. Proprio per questa loro scarsa conservabilità, gli enoliti sono ormai caduti in disuso.

I vini rossi si usano per le droghe contenenti tannini, che vengono potenziati da quelli del vino rosso (azione astringente); viceversa, il vino bianco si impiega in sostituzione al rosso in tutti quei casi in cui i tannini farebbero precipitare le sostanze di interesse medicinale; il vino bianco è anche tradizionalmente indicato per preparazioni diuretiche. I vini liquorosi, come il marsala, servono per l'estrazione dei principi attivi da droghe contenenti grandi quantità di resine.

Noti enoliti erano: il vino di boldo, di china, di cascara sagrada, di condurango e di rabarbaro, prodotti peraltro ancora di un certo uso in erboristeria. Vediamo quindi un esempio di enolita digestivo:

 

Vino medicinale digestivo "tipo fernet" (Borsetta)
China (corteccia tagliata) 30
Genziana (radice tagliata) 20
Cannella (corteccia contusa) 10
Anice (frutti macinati) 10
Zucchero 50
Vaniglia 5
Vino bianco 1 litro
Enolito: far macerare per 5,6 giorni e filtrare. Assumere un bicchierino di vino medicinale dopo i pasti principali.


Ultima modifica dell'articolo: 24/12/2015