Cellulite: tisane contro la cellulite

 Erborista Vittorio Trotta

« rimedi naturali contro la cellulite

Betulla contro la cellulite

La Betulla (Betulla alba, Fam. Betulaceae) è una pianta che trova applicazione nel trattamento della cellulite, principalmente sottoforma di tisane.
Le parti della betulla utilizzate in fitoterapia sono le foglie, che contengono:

L'effetto diuretico delle foglie di betulla è stato confermato dagli studi farmacologici ed è attribuito principalmente ai glucosidi flavonici ed alle saponine; cellulite tisanele foglie, quindi, poiché incrementano fortemente l'eliminazione dei composti organici con le urine, sono usate con un certo successo nel trattamento della cellulite.


 

TISANA ALLA BETULLA CONTRO LA CELLULITE: utilizzare da 5 a 10g di foglie di betulla per una tazza d'acqua bollente.
Appena versate le foglie e spenta la fiamma, versare un pizzico di bicarbonato per facilitare la soluzione della resina (acido betuloretico) ed ottenere così effetti più completi.

 

TINTURA MADRE DI BETULLA: 40 gocce per 3 volte al giorno.

Anche l'estratto fluido glicolico che si trova in commercio ha proprietà astringenti e dermo-purificanti utili per la cellulite, quindi viene utilizzato da solo oppure in associazione ad altre piante (estratti glicolici di edera, ippocastano, quercia marina).
La betulla è ben tollerata, tuttavia non dev'essere utilizzata da persone con insufficienza cardiaca o renale.

Vite rossa contro la cellulite

La Vite rossa (Vitis vinifera, varietà tinctoria; Fam. Vitaceae) è una pianta che trova impiego in quasi tutte le tisane anticellulite.
Della vite rossa si utilizzano le foglie,  raccolte dopo la vendemmia quando presentano il caratteristico colore rosso. Tale droga viene utilizzata per la cura delle affezioni venose e circolatorie, grazie alla presenza principale di:

  • Flavonoidi: quercetina, isoquercetina, rutina, kemferolo, luteolina;
  • Antociani (tannini antocianici e leucoantocianici): gallocatecolo, catecolo, gallato di epicatecolo, peonodolo, malvidolo, delfini dolo.

Le foglie devono contenere almeno il 4% di polifenoli totali e lo 0,2% di proantocianidine.
L'azione protettiva della vite rossa si esplica attraverso la funzione che le proantocianidine esercitano sulla stabilizzazione dei capillari, prevenendo l'aumento della permeabilità di questi sottilissimi vasi sanguigni: le proantocianidine stabilizzano le fibre di collagene e l'elastina, rafforzando in questo modo la matrice del tessuto connettivo vascolare.
Non sono noti effetti collaterali associati all'uso delle foglie di vite rossa sia in tisana che in formulazioni da banco, quindi può essere usata tranquillamente purché venga rispettata la posologia raccomandata. In gravidanza, allattamento, ed in presenza di qualsiasi altra patologia, è sempre raccomandabile il consiglio medico, nonostante la Vite rossa rappresenti un fitoterapico sicuro.

Tisane Composte per la Cellulite

Le quantità riportate di seguito sono percentuali, l'importante è che nella preparazione venga rispettata la proporzione indicata.

 

TISANA "ANTICELLULITE": formulazione 1

  • Vitis vinifera, varietà tinctoria, Foglie, 60
  • Spirea ulmaria, Sommità, 40

Si utilizza un cucchiaio della miscela in infusione per 10 minuti in una tazza di acqua solo calda.
Bere a digiuno 2 tazze al giorno.

 

TISANA "ANTICELLULITE": formulazione 2

  • Vitis vinifera, Foglie, 30
  • Betulla, Foglie, 30
  • Olmaria comune, Sommità, 10
  • Quercia marina, Tallo 10
  • Fragola, Foglie, 10
  • Verbena odorosa, Foglie, 10

Si utilizza un cucchiaio da tavola della miscela versato in ½ litro di acqua bollente.
Aggiungere un pizzico di sodio bicarbonato; dopo 10 minuti filtrare e consumare la tisana anticellulite a tazze durante la giornata.



Ultima modifica dell'articolo: 13/02/2016