Cataplasma

Il cataplasma, o impiastro, è una medicazione topica composta da una poltiglia soffice racchiusa tra due garze, da applicata direttamente sulla parte malata. La composizione di questa pasta varia in base alle finalità medicamentose del cataplasma; generalmente sono contenute farine vegetali, come quelle di lino o patate, stemperate in acqua calda o in apposite soluzioni farmaceutiche o fitoterapiche (infusi e decotti di vario tipo); altre volte si utilizzano pastelle a base di droghe vegetali grattugiate o schiacciate. Il buon risultato terapeutico è in relazione al calore, all'umidità ed alle sostanze adoperate per la preparazione.

Molto utilizzati nell'antichità, i cataplasmi sono ancora oggi impiegati per il loro effetto revulsivo, antispastico ed antidolorifico, che consente di alleviare dolori, irritazioni, tosse catarrosa e bronchiti:

cataplasma revulsivo a base di farina di senape (può risultare irritante e vescicante, fino a produrre vere e proprie lesioni cutanee di natura eritematosa);

cataplasma calmante a base di laudano (in antichità) o farina di lino;

cataplasma emolliente a base di farine vegetali o piante ad azione emolliente - lenitiva, come l'altea e la malva.


Ultima modifica dell'articolo: 17/06/2016