Beta glucano e beta glucani

Vedi anche: betaglucano nei cosmetici

Generalità

Con il termine beta-glucani ci si riferisce normalmente a un classe di polisaccaridi indigeribili, presenti in alimenti come la crusca, l'avena, i lieviti, i funghi e le alghe.
Beta GlucaniLocalizzati primariamente nella parete cellulare, i beta-glucani sono polisaccaridi costituisti da unità di D-Glucosio, unite tra loro attraverso legami Beta 1,3 o Beta 1,4 glicosidici.
Le particolari caratteristiche chimiche conferiscono ai beta-glucani una certa flessibilità, ma soprattutto una bassissima digeribilità, responsabile delle proprietà meccaniche espletate al livello intestinale.
La struttura dei beta-glucani ne influenza quindi le funzioni metaboliche, in particolare le attività ipocolesterolemizzanti, ipoglicemizzanti ed immunomodulatorie.

Controindicazioni

Perché si usano i beta-glucani? A cosa servono?

Classicamente, i beta-glucani vengono impiegati in ambito nutrizionale per le proprietà ipocolesterolemizzanti, ipoglicemizzanti e immunomodulatorie.
Tali attività deriverebbero essenzialmente dalle seguenti proprietà biologiche.

Raggiungendo inalterati l'ambiente intestinale, i beta-glucani eserciterebbero da un lato un'azione chelante nei confronti del glucosio e del colesterolo dietetico, rendendone più scarso l'assorbimento, e dall'altro ne faciliterebbero l'eliminazione attraverso le feci.
Secondo recenti evidenze, inoltre, la frazione di beta glucani digerita nel largo intestino, darebbe origine a glicosidi e oligosaccaridi bioattivi, le cui proprietà biologiche, non ancora del tutto note, giustificherebbero il ruolo immunomodulante di questi nutrienti.

Una volta introdotti con gli alimenti o tramite supplementi dietetici specifici, i beta-glucani sarebbero capaci di attivare il sistema immunitario in maniera dolce ed equilibrata, stimolando l'attività dei fagociti (una sottoclasse dei globuli bianchi che ha il compito di intrappolare e distruggere sostanze estranee, come funghi,virus, parassitibatteri).

Non vi sarebbe quindi il rischio di indurre quella risposta immunitaria esagerata alla base di molti fenomeni allergici e malattie autoimmuni.

Benefici e Proprietà

Quali benefici hanno dimostrato i beta-glucani nel corso degli studi?

Diverse sono le evidenze scientifiche relative all'utilità clinica dei beta-glucani, soprattutto in ambito nutrizionale e dietoterapico.
Da un'attenta disamina della letteratura, il consumo regolare di beta-glucani:

Dosi e Modo d'uso

Come usare i beta-glucani

Le dosi efficaci di beta-glucani dipendono evidentemente dalle finalità.
Ad esempio, dosi comprese tra 3 e 6 g giornalieri, suddivise in due assunzioni prima dei pasti, si sarebbero rivelate efficaci sia come rimedio ipocolesterolemizzante che per il potere saziante.

Effetti Collaterali

L'uso di beta-glucani si è generalmente rivelato sicuro e ben tollerato.
Tuttavia, soprattutto in alcuni soggetti predisposti, il consumo di beta-glucani potrebbe indurre spiacevoli manifestazioni intestinali, quali meteorismo e dolori crampiformi.

Controindicazioni

Quando non devono essere usati i beta-glucani?

L'uso dei beta-glucani è controindicato in caso di ipersensibilità al principio attivo o alla fonte di estrazione.

Interazioni Farmacologiche

Quali farmaci o alimenti possono modificare l'effetto dei beta-glucani?

Non sono note interazioni farmacologiche degne di nota.
Tuttavia sarebbe opportuno ricordare come, in una contestuale somministrazione, i beta-glucani potrebbero ridurre l'assorbimento intestinale e quindi la biodisponibilità di principi attivi, vitamine e minerali.

Precauzioni per l'uso

Cosa serve sapere prima di prendere i Beta-glucani?

L'uso di Beta-glucani dovrebbe avvenire con particolare cautela e sotto la supervisione medica nei pazienti affetti da sindrome dell'intestino irritabile o da altri disturbi funzionali ed organici del tratto gastro-enterico.



Ultima modifica dell'articolo: 02/05/2016