Acido Lipoico

Generalità

L'Acido-Alfa-Lipoico è un cofattore di vitale importanza per le cellule dell'organismo umano.
Acido lipoicoPresente in natura soprattutto nelle carni rosse e nelle frattaglie (soprattutto fegato e cuore), ma anche in alcune verdure, come patate, broccoli e spinaci, l'Acido-Alfa-Lipoico è impiegato come integratore antiossidante.
Efficace nei confronti della patologia diabetica, in particolare della neuropatia diabetica, oltre che in molte altre condizioni pro-ossidanti, l'integrazione con Acido-Alfa-Lipoico si è rivelata generalmente ben tollerata.


breve ripasso di chimica organica

Acido lipoico

Il carbonio segnalato dall'asterisco è un centro chirale (in quanto ibridato sp3 e legato ad atomi diversi tra loro). La presenza di centri chirale (o centri di asimmetria) comporta l'esistenza di 2n enantiomeri (composti, uno l'immagine speculare non sovrapponibile dell'altro, che differiscono soltanto per il potere ottico rotatorio). Dato che n è il numero di centri chirali in questo caso esisteranno soltanto 21=2 enantiomeri. Uno di questi ha configurazione R, l'altro S.

Generalmente soltanto uno dei due enantiomeri è in grado di reagire con i recettori biologici ed espletare la funzione desiderata.

Nel caso dell'acido lipoico la forma naturale biologicamente attiva è quella R. L'acido lipoico sintetico (detto anche acido alfalipoico) è invece una miscela della forma R ed S (racemo). Non tutti i farmaci o integratori alimentari con centri di asimmetria possono essere venduti nella forma racemica, dato che in alcuni casi l'enantiomero che non ha interesse farmacologico ha effetti negativi per l'organismo (le persone con qualche anno in più ricorderanno il caso della talidomide e dei bambini focomelici).

Le proprietà antiossidanti dell'acido lipoico sono dovute alla presenza del ponte di solfuro che si comporta da accettore di elettroni.

In figura sono riportate le due forme con cui l'acido lipoico esiste in natura ossidata (sopra) e ridotta (sotto). Queste due forme sono facilmente interconvertibili tramite reazioni di ossidoriduzione.

Indicazioni

Perché si usa l'Acido-Alfa-Lipoico? A cosa serve?

L'Acido-Alfa-Lipoico è un acido organico caratterizzato da spiccate attività antiossidanti dirette ed indirette.
Più precisamente all'Acido-Alfa-Lipoico vengono attribuite:

Alla luce delle suddette attività biologiche, l'Acido-Alfa-Lipoico viene utilizzato con successo soprattutto come antiossidante.
Il diabete e le sue complicanze (come la neuropatia diabetica), le dislipidemie, l'aterosclerosi, le patologie neurodegenerative e i danni da ischemia sono al momento alcune delle condizioni cliniche nelle quali l'Acido-Alfa-Lipoico si è rivelato efficace.
Al vaglio degli esperti vi sono anche le potenzialità biologiche in ambito sportivo, utili soprattutto nel prevenire il danno muscolo-tendineo esercitato dalle specie reattive dell'ossigeno prodotte in grandi quantità durante allenamenti intensi.

Proprietà ed Efficacia

Quali benefici ha dimostrato l'Acido-Alfa-Lipoico nel corso degli studi?

Gli studi attualmente pubblicati in letteratura avvalorano l'attività biologica, soprattutto antiossidante, dell'Acido-Alfa-Lipoico.
Da un'attenta disamina della letteratura, per lo più concentrata su modelli sperimentali, emergerebbero alcune rilevanti potenzialità.

Acido-Alfa-Lipoico e funzione cardiovascolare

L'interessante azione protettiva dell'Acido-Alfa-Lipoico sulla funzionalità cardiovascolare, deriverebbe principalmente dalla capacità di questa molecola di inibire l'ossidazione del colesterolo LDL.
E' noto infatti come l'ossidazione delle piccole particelle LDL costituisca uno dei principali fattori di rischio per lo patologie aterosclerotiche, e più precisamente per la formazione della tanto temuta placca ateromasica.

Acido-Alfa-Lipoico e medicina antiaging

Oramai da diversi anni l'Acido-Alfa-Lipoico è annoverato tra i rimedi anti-aging più utili.
L'azione antiaging dell'Acido-Alfa-Lipoico sarebbe in questo caso riconducibile all'azione:

  • antiossidante, importante nel preservare la corretta integrità funzionale e strutturale dei tessuti e di alcuni organi come il fegato;
  • metabolica, preziosa soprattutto nell'ottimizzare il metabolismo glucidico, riducendo la formazione dei complessi avanzati di glicosilazione (protagonisti dell'invecchiamento).

Acido-Alfa-Lipoico e diabete

Nonostante la sensibile azione ipoglicemizzante, l'Acido-Alfa-Lipoico è utilizzato con successo nella patologia diabetica soprattutto nella gestione della neuropatia diabetica.
In diversi trial clinici si è infatti dimostrato come l'uso di Acido-Alfa-Lipoico, per diverse settimane, possa contribuire ad una riduzione di alcuni sintomi tipici della neuropatia, come la parestesia, il dolore e la sensazione di bruciore periferico.
Alla base di questa attività sembrerebbe esservi l'azione migliorativa sulla vascolarizzazione nervosa.

Acido-Alfa-Lipoico e sport

L'uso di Acido-Alfa-Lipoico negli sportivi sarebbe giustificato soprattutto per la sua attività mioprotettiva nei confronti del danno esercitato dai radicali liberi dell'ossigeno.
Da alcuni studi, per lo più sperimentali, emergerebbe la capacità dell'Acido-Alfa-Lipoico, in associazione ad altri antiossidanti, di:

  • Impedire la diminuzione dell'attività della glutatione-transferasi indotta dall'esercizio fisico;
  • Proteggere il muscolo dal danno ossidativo;
  • Contrastare la perossidazione lipidica delle membrane.

Dosi e Modo d'uso

Come usare l'Acido-Alfa-Lipoico

I dosaggi giornalieri di Acido-Alfa-Lipoico attualmente più utilizzati sono quelli di 300-600 mg, per un periodo di almeno tre settimane.
In particolare 600 mg/die è la dose da assumere quando la sintomatologia è acuta; 300 mg/die è invece una dose adatta per la fase di mantenimento.
Le caratteristiche chimiche dell'Acido-Alfa-Lipoico ne consentono un agevole assorbimento intestinale, a livello del tenue, ed un'ottima biodistribuzione, diffusa anche al sistema nervoso centrale, per la capacità di attraversamento della barriera emato-encefalica.

Effetti Collaterali

Ai suddetti dosaggi, l'uso di Acido-Alfa-Lipoico è generalmente ben tollerato e privo di reazioni avverse clinicamente rilevanti.
Nonostante non siano ancora ben caratterizzati i potenziali effetti di un sovradosaggio di Acido-Alfa-Lipoico, esistono in letteratura alcune evidenze di ipoglicemia indotta e reazioni allergiche cutanee.

Controindicazioni

Quando non dev'essere usato l'Acido- Alfa-Lipoico?

L'uso di Acido-Alfa-Lipoico è controindicato in caso di ipersensibilità accertata al principio attivo, oltre che durante la gravidanza e l'allattamento al seno.

Interazioni Farmacologiche

Quali farmaci o alimenti possono modificare l'effetto dell'Acido-Alfa-Lipoico?

L'uso contestuale di Acido-Alfa-Lipoico e farmaci ipoglicemizzanti potrebbe indurre un abbassamento imprevedibile e non voluto dei valori glicemici. Tale effetto collaterale deve obbligatoriamente essere riportato nell'etichetta degli integratori alimentari a base di acido lipoico.

Precauzioni per l'uso

Cosa serve sapere prima di prendere l'Acido Alfa-Lipoico?

Visto il potenziale effetto ipoglicemizzante dell'Acido-Alfa-Lipoico, sarebbe opportuno richiedere la stretta supervisione medica in corso di patologia diabetica, alterato metabolismo glucidico ed ovviamente in corso di terapia farmacologica con ipoglicemizzanti.



Ultima modifica dell'articolo: 16/01/2016