Omega 3 Essential - Scitec Nutrition

Omega 3 Essential - Scitec Nutrition

Informazioni su Omega 3 Essential - Scitec Nutrition

OMEGA 3 ESSENTIAL - SCITEC NUTRITION

Integratore alimentare di acidi grassi essenziali omega 3


FORMATO
Confezione da 100 capsule


COMPOSIZIONE

 

Olio di pesce (aringhe, acciughe, sgombro, sardine, spratti, salmone); acido eicosapentaenoico (EPA); acido docosaesanoico (DHA); acidi grassi omega-3; gelatina; glicerina.

 

Indicazioni nutrizionali

 

Analisi Media

Per dose giornaliera

Valore Energetico

30 Kcal / 125,4 Kj

Grassi Totali

3 g

Olio di Pesce

3,6 g

Omega-3

1,2 g

EPA

648 mg

DHA

432 mg

altri acidi grassi

144 mg

Caratteristiche del prodotto Omega 3 Essential - Scitec Nutrition

L'integratore in questione garantisce un apporto medio di circa 400 mg di omega 3 per capsula, estratti attraverso distillazione molecolare direttamente da oli vari di pesce. Anche per questo integratore manca la certificazione di qualità IFOS, che ne attesti qualità e purezza.
Da considerare, inoltre, l'assenza nella formulazione di un composto antiossidante che possa preservare gli acidi grassi dai processi di lipoperossidazione, evitando la formazione di specie reattive potenzialmente dannose per l'organismo umano.

 

Acidi grassi omega 3  - sono acidi grassi essenziali,  in quanto prodotti  dall'organismo umano solamente in piccolissime quantità, non sufficienti ad espletare la propria funzione biologica.  ,lòòVengono definiti omega 3, in quanto caratterizzati dalla presenza di doppi legami, il primo dei quali presente sul terzo carbonio a partire dal carbonio in omega. Il precursore di queste importanti molecole è l'acido alfa linolenico, acido grasso a 18 atomi di carbonio e con 3 doppi legami (18:3), che grazie all'attività degli enzimi delta 5 desaturasi, delta 6 desaturasi ed elongasi, garantisce la produzione di acido eicosapentaenoico (EPA 20:5) e docosaesaenoico (22:6).

Nonostante l'organismo presenti delle vie biochimiche utili alla sintesi di queste sostanze, la quantità prodotta è insufficiente. Pertanto, per soddisfare i fabbisogni giornalieri, è necessario ricorrere all'assunzione alimentare. Più precisamente, si è stimato che l'assunzione settimanale di almeno 4 porzioni di pesce, alternata all'aggiunta di noci alla comune alimentazione, potrebbe già essere sufficiente.

 La rivalutazione di questi nutrienti per la salvaguardia della salute umana è nata dall'osservazione delle abitudini alimentari degli eschimesi e dalla bassissima incidenza di patologie ed incidenti cardiovascolari, che hanno spianato la strada alla caratterizzazione di queste molecole ed alle relative funzionalità biologiche. Recenti studi hanno infatti notato come l'alterazione del rapporto tra acidi grassi omega 6 ed acidi grassi omega 3, riscontrato generalmente nell'alimentazione occidentale caratterizzata dall'eccessivo consumo di alimenti di origine animale, correli direttamente con un aumentato rischio cardiovascolare e con un aumento della mortalità associata. Perciò, il principale scopo della supplementazione con questi prodotti, è proprio quello di riequilibrare questo rapporto e prevenire l'insorgenza dei disturbi al livello cardiaco e vascolare.

 

Acidi grassi omega 3 ed effetti biologici


Nonostante la principale applicazione terapeutica degli acidi grassi omega 3, rimanga quella relativa alla prevenzione delle patologie cardiovascolari, recenti studi hanno dimostrato un estensione dell'efficacia anche per:

  1. le patologie metaboliche: grazie alla documentata azione  protettiva nei confronti della malattia diabetica e delle patologie infiammatorie;
  2. le patologie psichiatriche: l'integrazione con omega 3 è stata in grado di migliorare lo stato psicologico di pazienti affetti da depressione maggiore;
  3. le patologie sistemiche: è documentata l'azione antinfiammatoria di queste sostanze, e l'azione migliorativa nei confronti di ipertrigliceridemia ed ipercolesterolemia.

Seppur non vi sia ancora unanimità di giudizio su tutti i potenziali benefici della supplementazione con omega 3, e non sia stato ancora chiarito nei minimi dettagli il loro meccanismo molecolare d'azione, esistono delle chiare indicazioni terapeutiche e preventive basate sull'utilizzo di questi prodotti.

 

Acidi grassi Omega 3 nella dietetica sportiva


Nonostante nel mondo sportivo gli acidi grassi omega 3 non siano annoverati tra gli integratori più usati ed efficaci, non mancano evidenze sperimentali relative alla loro utilità per il benessere dell'atleta. Pur non traducendosi in vantaggi evidenti nel breve periodo, relativi all'ottimizzazione della performance, i benefici traibili da una corretta supplementazione con omega 3 possono migliorare la condizione sistemica dello sportivo, concretizzandosi in:

  1. aumento delle capacità trasmissive a livello del sistema nervoso centrale, con riduzione dei tempi di reazione;
  2. azione antinflogistica, garantita dal calo dei livelli di citochine infiammatorie, in grado di proteggere sia il tessuto muscolare, che gli annessi tendini e legamenti, da danni funzionali e strutturali;
  3. miglioramento delle capacità contrattili cardiache e riduzione delle resistenze vascolari;
  4. miglioramento delle capacità respiratorie dell'atleta.

Modo d'uso consigliato dalla ditta - Omega 3 Essential - Scitec Nutrition

Assumere una capsula tre volte al giorno, preferibilmente durante i pasti.

Modo d'uso nella pratica sportiva - Omega 3 Essential - Scitec Nutrition

Diversi, relativamente all'utilizzo degli omega 3 in ambito sportivo, sono i dosaggi proposti dal mondo scientifico. Normalmente, le dosi sono comprese tra i 2 ed i 4 grammi giornalieri, e protratte per almeno 4 settimane, anche se la dose più replicata sembra essere quella dei 2/3 grammi/die.
Nonostante le case produttrici suggeriscano dei dosaggi e delle tempistiche di assunzione diverse, occorre sempre considerare che questo tipo di integrazione nasce con l'obiettivo di riequilibrare il rapporto tra omega 3 ed omega 6, quindi la supplementazione dovrebbe tener conto comunque dell'eventuale consumo di pesce, olio di lino, semi di lino e di tutti quegli alimenti fonte di omega 3. Pertanto, anche il periodo di somministrazione dovrebbe essere valutato in base a queste caratteristiche.
Per quanto riguarda l'assunzione, vista la natura lipidica del composto, sarebbe preferibile assumere l'integratore durante i pasti principali, al fine di ottimizzare il profilo di assorbimento.

Sinergie - Omega 3 Essential - Scitec Nutrition

Diversi studi mostrano una maggior efficacia d'azione associando agli omega 3 sostanze antiossidanti in grado di coadiuvarne l'azione protettiva sulla stabilità delle membrane plasmatiche.
Inoltre, affinché la supplementazione possa garantire gli effetti descritti, è necessario che anche la dieta segua i principi generali di una sana alimentazione e sia accompagnata da esercizio fisico controllato.

Effetti collaterali Omega 3 Essential - Scitec Nutrition

L'eccessiva assunzione di omega 3 può associarsi a fenomeni immediati come nausea, vomito, bruciori gastrici ed eritemi, e ad effetti sistemici di diversa natura.
In letteratura sono descritti casi di sanguinamento (dovuti all'azione anticoagulante degli omega 3); pertanto occorre prestare attenzione ad eventuali interazioni con aspirina o altri anticoagulanti, ed in caso di patologia emofiliaca o alterazioni del profilo glicemico in pazienti affetti da patologia diabetica non insulino dipendente.
Occorre ribadire che la dose tra i 2 ed i 5 grammi al giorno sembra essere alquanto sicura, e sprovvista dei suddetti effetti collaterali.

Precauzioni per l'utilizzo Omega 3 Essential - Scitec Nutrition

Il prodotto è controindicato nei casi di patologia renale o epatica, cardiovasculopatie e/o ipertensione, allergie e patologie autoimmuni, in gravidanza, durante l'allattamento, al di sotto dei 12 anni ed agli adolescenti non ancora formati.
In caso di uso prolungato (oltre le 6/8 settimane) è necessario il parere del medico.


Il presente articolo, elaborato sulla rilettura critica di articoli scientifici, testi universitari e pratica comune, ha solo scopo informativo e non ha pertanto valore di prescrizione medica. Si è quindi sempre tenuti a consultare il proprio medico, nutrizionista o farmacista prima di intraprendere l'uso di un qualsivoglia integratore. Ulteriori informazioni sull'analisi critica di Omega 3 Essential - Scitec Nutrition.


BIBLIOGRAFIA

J Am Coll Nutr. 2009 Aug;28 Suppl:473S-481S.
Effect of omega-3 and policosanol supplementation on attention and reactivity in athletes.
Fontani G, Lodi L, Migliorini S, Corradeschi F.
Int J Sport Nutr Exerc Metab. 2009 Oct;19(5):536-46.

n-3 polyunsaturated fatty acids do not alter immune and inflammation measures in endurance athletes.

Nieman DC, Henson DA, McAnulty SR, Jin F, Maxwell KR.
Nutr Res. 2009 May;29(5):305-12.

Cardiovascular risk factors in young, overweight, and obese European adults and associations with physical activity and omega-3 index.

Ramel A, Pumberger C, Martinéz AJ, Kiely M, Bandarra NM, Thorsdottir I.
J Sci Med Sport. 2010 Mar;13(2):281-6. Epub 2009 Jun 12.

The effects of omega-3 supplementation on pulmonary function of young wrestlers during intensive training.

Tartibian B, Maleki BH, Abbasi A.
Clin J Sport Med. 2009 Mar;19(2):115-9.

The effects of ingestion of omega-3 fatty acids on perceived pain and external symptoms of delayed onset muscle soreness in untrained men.

Tartibian B, Maleki BH, Abbasi A.
Eur J Appl Physiol. 2008 Oct;104(3):455-61. Epub 2008 Jun 18.

Omega-3 fatty acid supplementation enhances stroke volume and cardiac output during dynamic exercise.

Walser B, Stebbins CL.
J Sci Med Sport. 2009 Jul;12(4):503-7. Epub 2008 Jun 13.

DHA-rich fish oil lowers heart rate during submaximal exercise in elite Australian Rules footballers.

Buckley JD, Burgess S, Murphy KJ, Howe PR.
Curr Sports Med Rep. 2007 Jul;6(4):230-6.

Omega-3 fatty acids and athletics.

Simopoulos AP.
Am J Clin Nutr. 2007 Mar;85(3):803-7.

n-3 Fatty acids are positively associated with peak bone mineral density and bone accrual in healthy men: the NO2 Study.

Högström M, Nordström P, Nordström A.
J Psychiatr Res. 2008 Jan;42(1):58-63. Epub 2006 Oct 30.

Omega-3 fatty acids on the forced-swimming test.

Huang SY, Yang HT, Chiu CC, Pariante CM, Su KP.
Eur J Appl Physiol. 2004 Aug;92(4-5):584-91. Epub 2004 Mar 30.

Effect of n-3 fatty acids on free tryptophan and exercise fatigue.

Huffman DM, Altena TS, Mawhinney TP, Thomas TR.
Crit Care Clin. 2010 Jul;26(3):501-514.

Fish Oil in Critical Illness: Mechanisms and Clinical Applications.

Stapleton RD, Martin JM, Mayer K.
J Alzheimers Dis. 2010 Jul 15. [Epub ahead of print]

Omega-3 Fatty Acids, Cognitive Decline, and Alzheimer's Disease: A Critical Review and Evaluation of the Literature.

Huang TL.
Cardiovasc Ther. 2010 Aug;28(4):202-15.

Nutraceuticals and atherosclerosis: human trials.

Badimon L, Vilahur G, Padro T.
Cell Mol Biol (Noisy-le-grand). 2010 Feb 25;56(1):28-37.

Omega-3 (n-3) fatty acids, cardiovascular disease and stability of atherosclerotic plaques.

Calder PC, Yaqoob P.
BMC Cardiovasc Disord. 2010 Jun 3;10:24.

Omega-3 fatty acids in high-risk cardiovascular patients: a meta-analysis of randomized controlled trials.


Ultima modifica dell'articolo: 23/05/2016