Glutammina Peptide – PRONUTRITION

Glutammina Peptide

Informazioni su Glutammina Peptide – PRONUTRITION

Glutammina Peptide - PRONUTRITION

Integratore alimentare a base di L-Glutammina peptide (L-Alanin L-Glutammina; Glicil L-Glutammina)


FORMATO
Confezione da 400grammi


COMPOSIZIONE

L-Glutammina peptide (L-Alanin L-Glutammina ; Glicil L-Glutammina)
Vitamina B6
Edulcorante: aspartame
Acidificante: acido citrico
Destrosio monoidrato e aromi.

 

Per 10 grammi: Glutammina peptide 6 gr di cui glutammina 1.75gr
Vitamina B6- 600mg

Caratteristiche del prodotto Glutammina Peptide – PRONUTRITION

L-Glutammina peptide -   questo prodotto è costituito da due dipeptidi della glutammina: L-alanil L-Glutammina e Glicil-L -Glutammina, ottenuti mediante idrolisi del glutine. La glutammina costituisce il 67% del primo peptide ed il 72% del secondo. La formulazione in questione è stata scelta sulla base di evidenze sperimentali che hanno dimostrato una migliore stabilità del dipeptide, ottenuto sinteticamente, in soluzioni acquose e temperature elevate; ne consegue una migliore preservazione della sua struttura con minor idrolisi in glutammato ed ammoniaca. Tuttavia non sembrano esservi sostanziali differenze sulla biodisponibilità del prodotto o sul suo consumo da parte delle cellule intestinali. In altre parole, il vantaggio della glutammina dipeptide si espleta per la maggior stabilità in ambiente acquoso  e non per le migliori capacità permeanti l'intestino o farmacocinetiche, come invece viene comunemente enfatizzato. Discorso diverso, invece, va fatto per la somministrazione parenterale del dipeptide, che si è rivelata migliore anche dal punto di vista farmacocinetico.
La glutammina è un aminoacido non essenziale in condizioni fisiologiche, ma può divenirlo in particolari situazioni, prevalentemente patologiche. Generalmente la quantità prodotta dai vari tessuti, ed in particolare dal muscolo scheletrico, permette di sopperire alle richieste giornaliere di questo aminoacido, considerando che una sana alimentazione può fornire fino a 10 grammi di glutammina al giorno. Questo amminoacido rientra in numerose funzioni dell'organismo quali :

  1. Trasporto di gruppi amminici da destinare alla sintesi proteica o alla detossificazione epatica;
  2. Sintesi proteica;
  3. Funzione energetica: rifornimento ciclo di krebs o gluconeogenesi;
  4. Sopravvivenza e crescita delle cellule intestinali ed immunitarie;
  5. Sintesi di arginina, glutatione e neurotrasmettitori.
  6. Azione tampone: in condizioni di acidosi, infatti, l'eccesso plasmatico di glutammina, oltre alla detossificazione epatica, viene in parte smaltito a livello renale. A questo livello la glutammina cede l'ammoniaca NH3 e torna glutammato; NH3 acquisisce un protone e diventa NH4+, in questo modo il rene si libera di un idrogenione (H+) e previene l'Acidosi del sangue.

Numerosi sono gli studi che stanno verificando l'efficacia dell'integrazione con glutammina nel trattamento di patologie croniche, forti ustioni, sindrome da immunodeficienza, gravi affezioni del tratto gastro-intestinale, profilassi di interventi chirurgici e cachessia.


Vitamina B6:  nota anche come piridossina, è un derivato piridinico introdotto prevalentemente tramite le carni, assorbito a livello del digiuno  dopo idrolisi ATP dipendente e trasportato al fegato legato all'albumina. Qui viene trasformata in piridossammina e poi in piridossale e successivamente fosforilata, con conseguente attivazione e stoccaggio. Dal fegato verrà trasportata ai vari tessuti,  dove potrà espletare il proprio ruolo biologico:

  1. Incrementa i livelli di glucosio ematico: favorisce infatti glicogenolisi e gluconegoenesi;
  2. Rientre nei processi di deaminazione ossidativa e transamminazone (metabolismo aminoacidico)
  3. Favorisce la sintesi di neurotrasmettitori come serotonina, dopamina, norepinefrina, GABA.
  4. Guida la sintesi del gruppo EME, necessario all'emoglobina per legare l'ossigeno;
  5. Permette la sintesi di Niacina, partendo da triptofano;
  6. Modula l'azione ormonale;

Viene utilizzata nel trattamento di numerose patologie, con particolare importanza per quelle neurodegenerative, cardiovascolari e nei disordini immunitari.
Il suo fabbisogno giornaliero è attestato intorno a 1 / 1.5 mg, ma anche in questo caso gli episodi di carenza sono molto rari.

La glutammina nella pratica sportiva.

Integratori di glutammina vengono utilizzati nella pratica sportiva con diversi scopi :

  1. Migliorare la performance atletica;
  2. Ridurre il catabolismo muscolare;
  3. Facilitare il recupero;
  4. Aumentare la crescita di massa magra;
  5. Combattere la sindrome da overtraining.

Nonostante le numerose applicazioni e la marcata riduzione dei livelli di glutammina in seguito ad esercizio fisico intenso, sono poche le evidenze scientifiche in grado di sostenere l'efficacia della supplementazione di questo aminoacido nella pratica sportiva.
Effetti ergogenici e migliorativi sulla performance si sono registrati in seguito alla supplementazione di glutammina con carboidrati o aminoacidi a catena ramificata, mentre da sola si è dimostrata efficace nel migliorare il profilo immunitario in individui sottoposti ad allenamento intenso.
Esistono evidenze, seppur datate e puntualmente smentite, sull'efficacia da parte della glutammina nel migliorare la risintesi di glicogeno in seguito ad esercizio fisico intenso.

Modo d'uso consigliato dalla ditta - Glutammina Peptide – PRONUTRITION

Una dose (10 grammi di prodotto) al giorno diluita in acqua.

Modo d'uso nella pratica sportiva Glutammina Peptide – PRONUTRITION

Pur non essendo stato definito un dosaggio ottimale di somministrazione, è possibile dedurre dai vari studi concentrazioni alle quali la glutammina ha dato effetti positivi :

  1. a 100 mg/kg si è dimostrata efficace nel ridurre l'iperammoniemia che segue ad un esercizio fisico intenso;
  2. a 3.5 gr/die insieme a carboidrati, ha ridotto la sensazione di fatica in calciatori;
  3. a 5 gr/die, insieme a BCAA e proteine, ha incrementato significativamente i livelli di massa magra in 10 settimane;
  4. a 7 gr/die ha migliorato il profilo immunitario in individui sottoposti ad allenamento intenso;
  5. a 8 gr/die con carboidrati ha migliorato la risintesi di glicogeno.

Vista la particolare formulazione del prodotto, per raggiungere la media di almeno 3 grammi di glutammina, sarebbe necessario diluire in acqua o altro liquido 2 porzioni, per un totale di 20 grammi complessivi di prodotto, che potrebbero essere distribuiti nel pre-allenamento e nella fase di recupero.
Occorre ribadire che la cinetica di distribuzione di questi dipeptidi in seguito a somministrazione orale, non è stata totalmente caratterizzata, e comunque non sembra risparmiare la glutammina dall'idolisi enterocitaria.

Come ottimizzare la sua attività - Glutammina Peptide – PRONUTRITION

Dai vari studi emerge come l'associazioe di
Glutammina + BCAA + Proteine determini un incremento di massa magra dopo  settimane di integrazione ed esercizio fisico pesante ;
Glutammina + carboidrati, assunti nella finestra anabolica post work-out, possano facilitare l'uptake di glucosio e la risintesi di glicogeno; assunti prima dell'allenamento intermittente, sembrano migliorare la performance atletica e ridurre la sensazione di fatica.
Glutammina + creatina + ribosio, non sembra procurare particolari benefici in termini di variazione della composizione corporea.

Effetti collaterali Glutammina Peptide – PRONUTRITION

Diversi studi hanno sperimentato supplementazioni con dosi di glutammina orale anche superiori ai 20 grammi, senza registrare alcun particolare effetto collaterale.
Un unico studio a lungo termine, con atleti che assumevano dosi di 28 grammi giornalieri per 2 settimane, distribuiti in 4 diverse assunzioni, non ha evidenziato effetti collaterali.

Precauzioni per l'utilizzo Glutammina Peptide – PRONUTRITION

Il prodotto è controindicato nei casi di patologia renale od epatica, cardiovasculopatie e/o ipertensione, in gravidanza, durante l'allattamento, al di sotto dei 12 anni e negli adolescenti non ancora formati.
In caso di uso prolungato (oltre le 6/8 settimane) è necessario il parere del medico.


Il presente articolo, elaborato sulla rilettura critica di articoli scientifici, testi universitari e pratica comune, ha solo scopo informativo e non ha pertanto valore di prescrizione medica. Si è quindi sempre tenuti a consultare il proprio medico, nutrizionista o farmacista prima di intraprendere l'uso di un qualsivoglia integratore. Ulteriori informazioni sull'analisi critica di Glutammina Peptide – PRONUTRITION.


BIBLIOGRAFIA

Effects of exercise on leukocyte death: prevention by hydrolyzed whey protein enriched with glutamine dipeptide.
Cury-Boaventura MF, Levada-Pires AC, Folador A, Gorjão R, Alba-Loureiro TC, Hirabara SM, Peres FP, Silva PR, Curi R, Pithon-Curi TC.

New Developments in Glutamine Delivery1

Peter Fürst2
J Pediatr Gastroenterol Nutr. 1998 May;26(5):513-9.

Efficacy of a glutamine-based oral rehydration solution on the electrolyte and water absorption in a rabbit model of secretory diarrhea induced by cholera toxin.

Silva AC, Santos-Neto MS, Soares AM, Fonteles MC, Guerrant RL, Lima AA.
Effect of physical activity on glutamine metabolism.
Agostini F, Biolo G.
Curr Opin Clin Nutr Metab Care. 2010 Jan;13(1):58-64. Review.
Br J Nutr. 2004 Oct;92(4):627-34.

Dose dependency of the effect of ornithine alpha-ketoglutarate on tissue glutamine concentrations and hypercatabolic response in endotoxaemic rats.

Pernet P, Coudray-Lucas C, Schneid C, Jardel A, Cynober L.
Kingsbury KJ, Kay L, Hjelm M. Contrasting plasma amino acid patterns in elite athletes: association with fatigue and infection. Br J Sports Med. 1998;32:25-33
Regul Toxicol Pharmacol. 2008 Apr;50(3):376-99. Epub 2008 Jan 26.

Risk assessment for the amino acids taurine, L-glutamine and L-arginine.

Shao A, Hathcock JN.
Clinical use of glutamine supplementation.
Wernerman J.
J Nutr. 2008 Oct;138(10):2040S-2044S. Review.

L-glutamine supplementation induces insulin resistance in adipose tissue and improves insulin signalling in liver and muscle of rats with diet-induced obesity.
Prada PO, Hirabara SM, de Souza CT, Schenka AA, Zecchin HG, Vassallo J, Velloso LA, Carneiro E, Carvalheira JB, Curi R, Saad MJ.
Diabetologia. 2007 Sep;50(9):1949-59. Epub 2007 Jun 29.

Effect of physical activity on glutamine metabolism.
Agostini F, Biolo G.
Curr Opin Clin Nutr Metab Care. 2010 Jan;13(1):58-64. Review.
Peptide glutamine supplementation for tolerance of intermittent exercise in soccer players.
Favano A, Santos-Silva PR, Nakano EY, Pedrinelli A, Hernandez AJ, Greve JM.
Clinics (Sao Paulo). 2008 Feb;63(1):27-32.
Glutamine supplementation prevents exercise-induced neutrophil apoptosis and reduces p38 MAPK and JNK phosphorylation and p53 and caspase 3 expression.
Lagranha CJ, Hirabara SM, Curi R, Pithon-Curi TC.
Cell Biochem Funct. 2007 Sep-Oct;25(5):563-9.
Impact of glutamine supplementation on glucose homeostasis during and after exercise.
Iwashita S, Williams P, Jabbour K, Ueda T, Kobayashi H, Baier S, Flakoll PJ.
J Appl Physiol. 2005 Nov;99(5):1858-65. Epub 2005 Jul 21.
Effects of effervescent creatine, ribose, and glutamine supplementation on muscular strength, muscular endurance, and body composition.
Falk DJ, Heelan KA, Thyfault JP, Koch AJ.
J Strength Cond Res. 2003 Nov;17(4):810-6.
Nutrition. 1997 Jul-Aug;13(7-8):738-42.
The effects of oral glutamine supplementation on athletes after prolonged, exhaustive exercise.
Castell LM, Newsholme EA.
Lack of functional benefit with glutamine versus placebo in Duchenne muscular dystrophy: a randomized crossover trial.
Mok E, Letellier G, Cuisset JM, Denjean A, Gottrand F, Alberti C, Hankard R.
PLoS One. 2009;4(5):e5448. Epub 2009 May 6
Glutamine protects against increases in blood ammonia in football players in an exercise intensity-dependent way.
Bassini-Cameron A, Monteiro A, Gomes A, Werneck-de-Castro JP, Cameron L.
Br J Sports Med. 2008 Apr;42(4):260-6. Epub 2007 Nov 5.
Effect of glutamine supplementation combined with resistance training in young adults.
Candow DG, Chilibeck PD, Burke DG, Davison KS, Smith-Palmer T.
Eur J Appl Physiol. 2001 Dec;86(2):142-9.
Cell Biochem Funct. 2010 Jan;28(1):24-30.

Effects of supplementation with free glutamine and the dipeptide alanyl-glutamine on parameters of muscle damage and inflammation in rats submitted to prolonged exercise.

Cruzat VF, Rogero MM, Tirapegui J.
L-glutamine supplementation induces insulin resistance in adipose tissue and improves insulin signalling in liver and muscle of rats with diet-induced obesity.
Prada PO, Hirabara SM, de Souza CT, Schenka AA, Zecchin HG, Vassallo J, Velloso LA, Carneiro E, Carvalheira JB, Curi R, Saad MJ.
Diabetologia. 2007 Sep;50(9):1949-59. Epub 2007 Jun 29.
Am J Physiol Cell Physiol. 2001 Oct;281(4):C1259-65.

Effect of glutamine supplementation on exercise-induced changes in lymphocyte function.

Krzywkowski K, Petersen EW, Ostrowski K, Kristensen JH, Boza J, Pedersen BK.
Examination of the efficacy of acute L-alanyl-L-glutamine ingestion during hydration stress in endurance exercise.
Hoffman JR, Ratamess NA, Kang J, Rashti SL, Kelly N, Gonzalez AM, Stec M, Anderson S, Bailey BL, Yamamoto LM, Hom LL, Kupchak BR, Faigenbaum AD, Maresh CM.
J Int Soc Sports Nutr. 2010 Feb 3;7:8.
J Strength Cond Res. 2006 Aug;20(3):643-53.

The effects of protein and amino acid supplementation on performance and training adaptations during ten weeks of resistance training.

Kerksick CM, Rasmussen CJ, Lancaster SL, Magu B, Smith P, Melton C, Greenwood M,Almada AL, Earnest CP, Kreider RB.
Appl Physiol Nutr Metab. 2006 Oct;31(5):518-29.

Addition of glutamine to essential amino acids and carbohydrate does not enhance anabolism in young human males following exercise.

Wilkinson SB, Kim PL, Armstrong D, Phillips SM.



Ultima modifica dell'articolo: 26/04/2016