Carbo BOOSTER – ULTIMATE NUTRITION

Carbo BOOSTER - ULTIMATE NUTRITION

Informazioni su Carbo BOOSTER – ULTIMATE NUTRITION

Carbo BOOSTER - ULTIMATE NUTRITION

Integratore alimentare a base di Maltodestrine ed isomaltulosio


FORMATO
Confezione da 1kg al gusto di arancia


Composizione: Maltodestrine - Isomaltulosio - Acido citrico - Aromi e coloranti artificiali - Acesulfame potassio e aspartame


Per dose giornaliera (75gr = 2 misurini)
Valore energetico : 280 Kcal
Proteine 0 gr
Carboidrati 70 gr
Grassi 0 gr
Sodio 50 mg
CONTIENE FENILALANINA

 

Maltodestrine - carboidrati ottenuti dalla controllata e parziale idrolisi di amido di mais, riso o patate. Le maltodestrine possono essere considerate catene oligosaccaridiche costitiuite da diverse unità di glucosio, legate da legami alfa 1-4 glicosidici. Al pari degli altri carboidrati complessi presenti in natura, la digestione di queste molecole inizia nella bocca ad opera dell'amilasi salivare, e si completa nell'intestino tenue con l'azione dell'amilasi pancreatica. Le molecole libere di glucosio che si originano, vengono quindi assorbite dalla membrana apicale degli enterociti e di qui immesse nel torrente circolatorio, dove possono essere utilizzate dall'organismo in base alle esigenze metabolico-nutrizionali.  I tempi di digestione delle maltodestrine variano a seconda della struttura e della complessità, quindi in base al numero di unità monosaccaridiche che le compongono. Per standardizzare la classificazione si è utilizzata la dicitura Destrosio Equivalenza, definendo le maltodestrine con alto D.E. come quelle a più rapida digestione ed assorbimento, e le maltodestrine con basso D.E. come quelle ad assorbimento più lento e graduale.
La presenza di una diversa complessità, di una diversa risposta glicemica ed insulinemica, permette allo sportivo di poter utilizzare le maltodestrine in base a quelle che sono le esigenze nutrizionali ed energetiche, ed il relativo obiettivo. 
Carboidrati di vario genere e maltodestrine in particolare, possono essere utilizzati dagli sportivi nella fase di pre allenamento, al fine di ricaricare le riserve di glicogeno muscolare, durante l'allenamento per sostenere la performance, prima di uno sprint o di un massimale, nella fase di recupero per stimolare la risintesi di glicogeno e la sintesi proteica, oppure sottoforma di bevande iso o ipotoniche per facilitare la reidratazione.

isomaltulosioIsomaltulosio - disaccaride costituito da una molecola di glucosio e da una di fruttosio, associate tra loro mediante un legame alfa 1-6 glicosidico. Questo legame definisce le tipiche proprietà chimico-fisiche e digestive dell'isomaltulosio. Al pari del suo stesso parente saccarosio, viene digerito e scomposto nelle sue forme monosaccaridiche, glucosio e fruttosio, con tempi tuttavia allungati. L'aumento dei tempi di digestione permette un rilascio ed un assorbimento graduale dei due zuccheri, con un miglior bilanciamento della curva glicemica ed insulinemica e con una disponibilità prolungata di energia.
Rispetto agli altri zuccheri, si è inoltre dimostrato ben tollerato anche ad alte concentrazioni  in individui sani, pazienti diabetici e con problemi cardiovascolari.
Studi effettuati sul consumo di isomaltulosio durante l'attività fisica,  hanno evidenziato come il rilascio graduale dei due monosaccaridi, ottimizzando la risposta insulinemica, possa facilitare l'ossidazione degli acidi grassi rispetto a quanto è in grado di fare il saccarosio.

Razionale - Carbo BOOSTER – ULTIMATE NUTRITION

Per quanto possa essere efficace la supplementazione con integratori a base di carboidrati, occorre considerare che solamente un corretto protocollo integrativo può assicurare il raggiungimento degli obiettivi prefissati. Un esempio classico è dato dall'assenza di effetti ergogenici, in seguito  a supplementazione con carboidrati di vario genere, in un organismo ben alimentato, in cui le riserve di glicogeno muscolare ed epatico sono ormai sature. E' inoltre molto importante sceglere il giusto tipo di maltodestrine nel protocollo integrativo; sarebbe infatti un grave errore, ad esempio, assumere un carico di maltodestrine ad alta D.E. prima di una performance di endurance, rischiando la successiva ipoglicemia reattiva con calo delle capacità ergogeniche muscolari e della prestazione atletica.
L'integrazione con maltodestrine è quindi in grado di:

  1. Sostenere le capacità energetiche muscolari;
  2. Evitare il catabolismo muscolare e aminoacidico;
  3. Migliorare la performance atletica;
  4. Sostenere la fase anabolica;

al patto che questa venga effettuata con criteri scientifici e razionali.

Modo d'uso consigliato dalla ditta - Carbo BOOSTER – ULTIMATE NUTRITION

Per un apporto energetico ideale, assumere nel corso dell'attività fisica 2 misurini (75 gr) sciolti in mezzo litro di acqua.

Modo d'uso nella pratica sportiva - Carbo BOOSTER – ULTIMATE NUTRITION

Alla luce di quanto detto nella sezione Razionale, appare evidente che un apporto standardizzato di questo integratore non esiste, seppur si consigli di integrare con 30 gr di maltodestrine per ogni ora di competizione superati i 90'.
Nell'ottica di un'integrazione efficace è infatti necessario, regolare il dosaggio di maltodestrine in base a:

  1. Condizione nutrizionale;
  2. Tipo di allenamento;
  3. Durata e intensità di allenamento;
  4. Obiettivo da raggiungere.

E' necessario invece considerare l'opportunità di preparare soluzioni acquose di maltodestrine concentrate tra il 6% ed il 10%, al fine di evitare il massivo ingresso di acqua nel lume intestinale (evitando diarree e disidratazione) e facilitare il processo di assorbimento.

 

Sinergie 


Maltodestrine + proteine: nella fase di recupero, potrebbe essere utile nel migliorare la finestra anabolica.
Maltodestrine + sali minerali: fondamentali per il reintegro idrosalino, se formulate in bevanda ipo ed isotonica.
Maltodestrine + arginina: potenzia decisamente la glicogeno sintesi, rispetto alle sole maltodestrine;
Maltodestrine + fruttosio: migliora l'ossidazione muscolare dei carboidrati ingeriti rispetto alla somministrazione di sole maltodestrine;
Maltodestrine + aminoacidi: prima dell'allenamento, riduce significativamente il danno muscolare, sostenendo la performance e riducendo i livelli plasmatici di cratinkinasi.
Maltodestrine + antiossidanti: possono ridurre il danno ossidativo indotto dall'esercizio fisico intenso.

Effetti collaterali Carbo BOOSTER – ULTIMATE NUTRITION

Gli effetti collaterali che possono realizzarsi in seguito all'errata somministrazione di maltodestrine possono essere a breve o a lungo termine.
A breve termine, generalmente, possono realizzarsi problemi a livello del tratto gastrointestinale, con crampi addominali, diarrea, nausea e vomito.
Gli effetti a lungo termine, invece, potrebbero essere paragonati a quelli ottenibili con alimentazione eccessiva, ricca in carboidrati semplici (sovrappeso, obesità e patologie correlate).

Precauzioni per l'utilizzo Carbo BOOSTER – ULTIMATE NUTRITION

Il prodotto è controindicato nei casi di patologia renale o epatica, cardiovasculopatie e/o ipertensione, in gravidanza, durante l'allattamento e al di sotto dei 14 anni.


Il presente articolo, elaborato sulla rilettura critica di articoli scientifici, testi universitari e pratica comune, ha solo scopo informativo e non ha pertanto valore di prescrizione medica. Si è quindi sempre tenuti a consultare il proprio medico, nutrizionista o farmacista prima di intraprendere l'uso di un qualsivoglia integratore. Ulteriori informazioni sull'analisi critica di Carbo BOOSTER – ULTIMATE NUTRITION.


BIBLIOGRAFIA

Oxidation of combined ingestion of maltodextrins and fructose during exercise.
Wallis GA, Rowlands DS, Shaw C, Jentjens RL, Jeukendrup AE.
Med Sci Sports Exerc. 2005 Mar;37(3):426-32.
Pflugers Arch. 2003 May;446(2):211-9. Epub 2003 Mar 4.
Carbohydrate supplementation improves moderate and high-intensity exercise in the heat.
Carter J, Jeukendrup AE, Mundel T, Jones DA.
Carbohydrate mouth rinsing in the fed state: lack of enhancement of time-trial performance.
Beelen M, Berghuis J, Bonaparte B, Ballak SB, Jeukendrup AE, van Loon LJ.
Int J Sport Nutr Exerc Metab. 2009 Aug;19(4):400-9.
Carbohydrate ingestion during exercise does not delay the onset of fatigue during submaximal cycle exercise.
Lacerda AC, Alecrim P, Damasceno WC, Gripp F, Pinto KM, Silami-Garcia E.
J Strength Cond Res. 2009 Jul;23(4):1276-81.
J Physiol. 2009 Apr 15;587(Pt 8):1779-94. Epub 2009 Feb 23.

Carbohydrate sensing in the human mouth: effects on exercise performance and brain activity.

Chambers ES, Bridge MW, Jones DA.
J Sports Med Phys Fitness. 2006 Jun;46(2):248-56.

Does a pre-exercise carbohydrate feeding improve a 20-km cross-country ski performance?

Francescato MP, Puntel I.
Med Sci Sports Exerc. 2004 Dec;36(12):2107-11.

The effect of carbohydrate mouth rinse on 1-h cycle time trial performance.

Carter JM, Jeukendrup AE, Jones DA.
J Strength Cond Res. 2003 Feb;17(1):20-5.

The effect of liquid carbohydrate ingestion on repeated maximal effort exercise in competitive cyclists.

Haub MD, Haff GG, Potteiger JA.
Ergonomics. 2000 Oct;43(10):1528-37.

Effect of carbohydrate supplementation on simulated exercise of rugby league referees.

MaClaren DPM, Close GL.
This investigation evaluated the effectiveness of supplementing eight elite rugby league referees with a 6% maltodextrin (Md) solution whilst undertaking a simulated rugby league game
Int J Sport Nutr. 1999 Sep;9(3):241-50.

The effect of a carbohydrate--arginine supplement on postexercise carbohydrate metabolism.

Yaspelkis BB 3rd, Ivy JL.
Int J Sport Nutr. 1997 Jun;7(2):128-37.

Glycemic and insulinemic responses to multiple preexercise carbohydrate feedings.

Short KR, Sheffield-Moore M, Costill DL.
Eight trained cyclists ingested 22.5, 45, or 75 total g maltodextrin and dextrose dissolved in 473 ml of water or an equal volume of placebo (PL)
Eur J Appl Physiol Occup Physiol. 1997;76(6):504-9.

Effects of various beverages on the hormones involved in energy metabolism during exercise in the heat in previously dehydrated subjects.

Jimenez C, Melin B, Koulmann N, Charpenet A, Cottet-Emard JM, Péquignot JM, Savourey G,Bittel J.
Int J Sports Med. 1994 Nov;15(8):466-71.

Hormonal and metabolite responses to glucose and maltodextrin ingestion with or without the addition of guar gum.

MacLaren DP, Reilly T, Campbell IT, Frayn KN.
J Sports Med Phys Fitness. 1994 Sep;34(3):263-70.

Effect of carbohydrate ingestion on performance of non-fasted cyclists during a simulated 80-mile time trial.

Langenfeld ME, Seifert JG, Rudge SR, Bucher RJ.
Am J Physiol. 1991 Jun;260(6 Pt 1):E883-90.

Carbohydrate supplementation, glycogen depletion, and amino acid metabolism during exercise.

Wagenmakers AJ, Beckers EJ, Brouns F, Kuipers H, Soeters PB, van der Vusse GJ, Saris WH.
Med Sci Sports Exerc. 1989 Oct;21(5):540-9.

Exercise and training effects on gastric emptying of carbohydrate beverages.

Rehrer NJ, Beckers E, Brouns F, Hoor ten F, Saris WH.
Oxidation of Solid versus Liquid Carbohydrate Sources during Exercise.
Pfeiffer B, Stellingwerff T, Zaltas E, Jeukendrup AE.
Med Sci Sports Exerc. 2010 Mar 19. [Epub ahead of print]
Med Sci Sports Exerc. 2010 Apr 16. [Epub ahead of print]

Carbohydrate Oxidation from a Carbohydrate Gel Compared To a Drink during Exercise.

Pfeiffer B, Stellingwerff T, Zaltas E, Jeukendrup AE.
Gel di carboidrati, viene assorbito ed ossidato in maniera uguale rispetto ad un drink.



Ultima modifica dell'articolo: 23/05/2016