Acetyl carnitina plus - Ultimate Italia

Acetyl carnitina plus - Ultimate Italia

Informazioni su Acetyl carnitina plus - Ultimate Italia

Integratore alimentare di acetil L carnitina.


FORMATO
Flacone da 90 cps


COMPOSIZIONE

Acetil L-Carnitina HCL: forma stabile del principio attivo
Calcio pantotenato (Vitamina B5)
Vitamina B6
Vitamina B2
Capsula: gelatina alimentare
Eccipiente: Magnesio stearato.

 

Una capsula contiene:

 

Acetil L-Carnitina 200 mg - L'ALC (Acetil L-Carnitina) rappresenta l'estere trimetilato della più comune L-Carnitina; viene prodotto a livello mitocondriale dalle cellule renali, epatiche e cerebrali, partendo proprio dalla L-Carnitina e da un gruppo acetile. La presenza di un residuo acetilico rende il principio attivo più facilmente assorbibile, tanto che studi mostrano come la supplementazione di 2gr/die possa produrre un incremento dei livelli ematici del 43%. L'ALC è in grado di garantire, attraversando la membrana mitocondriale, la rigenerazione di L-carnitina e la cessione di un gruppo acetilico a scopi ossidativi, con conseguente potenziamento del metabolismo lipidico. La L-carnitina e il suo estere acilico funzionano infatti come trasportatori di acidi grassi nella matrice mitocondriale, promuovendo il processo di B-ossidazione. L'azione colino mimetica, inoltre, consente un'importante attivazione anche del metabolismo mitocondriale neuronale, preservandolo dalla degenerazione.
Calcio pantotenato 5 mg - nota anche come Vitamina B5, rientra nella sintesi del Coenzima A  (ATP + VitB5 + Cys), il quale gioca un ruolo chiave in tutte le reazioni in cui si realizza il trasferimento di un gruppo acilico (decarbossilazione ossidativa del piruvato, dell'α-chetoglutarato, ossidazione degli acidi grassi). Presenta quindi un ruolo centrale sia nel metabolismo glucidico che in quello lipidico. La dose giornaliera raccomandata va dai 4 mg ai 7 mg; tuttavia, data la presenza di questa vitamina in molti alimenti (prevalentemente cereali integrali), si riscontrano carenze solo in gravi casi di malnutrizione.
Piridossina (Vitamina B6) 1 mg -  derivato piridinico introdotto prevalentemente tramite le carni; viene assorbita a livello del digiuno, dopo idrolisi ATP dipendente e raggiunge il fegato legata all'albumina. Qui viene trasformata in piridosammina e poi in piridossale e successivamente fosforilata, con conseguente attivazione e stoccaggio. Dal fegato verrà poi rilasciata in circolo non fosforilata, per raggiungere vari tessuti dove, una volta rifosforilata, potrà espletare il proprio ruolo biologico. La vitamina B6 partecipa infatti come coenzima a numerose reazioni coinvolte prevalentemente nel metabolismo aminoacidico (transaminazione e deaminazione ossidativa), lipidico (sintesi di sfingolipidi) e glucidico.
Il suo fabbisogno giornaliero è attestato intorno a 1 / 1.5 mg, ma anche in questo caso i casi di carenza sono molto rari.
Riboflavina (Vitamina B2) 0.85 mg- introdotta prevalentemente tramite uova, latte e derivati, vegetali viene assorbita a livello intestinale, dopo esser stata defosforilata. Legandosi all'albumina, ma anche alle Ig, raggiunge il fegato, dove viene trasformata nelle forme coenzimatiche FMN e FAD.
Questi due gruppi prostetici, essenziali per il metabolismo in generale, rientrano nel processo di decarbossilazione ossidativa del piruvato, nel ciclo di krebs, nella B-ossidazione degli acidi grassi, nell'ossidazione degli aminoacidi e nella fosforilazione ossidativa.
La dose giornaliera raccomandata è di 0.6 mg ogni 1000 kcal introdotte con la dieta.

Caratteristiche del prodotto Acetyl carnitina plus - Ultimate Italia

Questo integratore, oltre a fornire acetil L carnitina nel dosaggio di 200mg per capsula, garantisce anche l'apporto di tre vitamine essenziali nei processi ossidativi. L'intento sarebbe quello di fornire alcuni degli elementi necessari a sostenere il metabolismo ossidativo, ed in particolare quello lipidico, ottimizzando così l'utilizzo di acidi grassi a scopo energetico.

Modo d'uso consigliato dalla ditta - Acetyl carnitina plus - Ultimate Italia

1  cps al giorno in un po d'acqua.

Modo d'uso nella pratica sportiva Acetyl carnitina plus - Ultimate Italia

Nella pratica sportiva i dosaggi solitamente consigliati variano dai 500 mg ai 2/2.5 gr, assunti in dosi frazionate durante il giorno, e crescenti o decrescenti settimanalmente. Studi sulla farmacocinetica della carnitina mostrano come quella alimentare presenti una biodisponibilità di oltre il 75% (54-87%), probabilmente dovuto alle modeste dosi presenti negli alimenti e soprattutto al trasporto (cotrasporto con il sodio) intestinale dell'ALC mediato dal trasportatore OCTN2; dall'altra parte, la biodisponibilità della carnitina presente negli integratori si attesta a valori minimi (14-18% per la L-carnitina). Questo potrebbe suggerire, la possibilità di assumere questo integratore con i pasti, anche se il fattore limitante non è tanto l'assorbimento intestinale, quanto il suo storage a livello muscolare, non ancora completamente caratterizzato.

Razionale d'uso - Acetyl carnitina plus - Ultimate Italia

Recenti studi mostrano la capacità della ALC nel preservare e sostenere le capacità aerobiche muscolari (studio effettuato su ratti); questo potrebbe essere un inizio per una più dettagliata valutazione dei suoi effetti nella pratica sportiva o nel facilitare il processo di dimagrimento. Nonostante l'acetil L carnitina si sia dimostrata efficace nel migliorare le prestazioni aerobiche muscolari su ratti sottoposti ad esercizio, nel ridurre la fatica in pazienti affetti da sclerosi multipla e nel ridurre i marker ossidativi glucidici dopo intenso sforzo fisico, mancano in letteratura studi che dimostrino le proprietà ergogeniche di questo integratore su individui sani, così come mancano studi in associazione con elementi vitaminici.

Effetti collaterali Acetyl carnitina plus - Ultimate Italia

Ad alte dosi possono realizzarsi episodi di insonnia, nausea, crampi addominali, emicrania e disturbi gastro intestinali, seppur rari.

Precauzioni per l'utilizzo Acetyl carnitina plus - Ultimate Italia

Controindicato nei casi di patologia renale, epatica, diabetica, gravidanza, allattamento, disturbi del tono dell'umore.


Il presente articolo, elaborato sulla rilettura critica di articoli scientifici, testi universitari e pratica comune, ha solo scopo informativo e non ha pertanto valore di prescrizione medica. Si è quindi sempre tenuti a consultare il proprio medico, nutrizionista o farmacista prima di intraprendere l'uso di un qualsivoglia integratore. Ulteriori informazioni sull'analisi critica di Acetyl carnitina plus - Ultimate Italia.


BIBLIOGRAFIA

Applied metabolics - aceti l carnitina.

J Physiol. 2007 June 1; 581(Pt 2): 431-44

New insights concerning the role of carnitine in the regulation of fuel metabolism in skeletal muscleFrancis B Stephens, Dumitru Constantin-Teodosiu, and Paul L Greenhaff

Ann N Y Acad Sci. 2004 Nov;1033:30-41.

Kinetics, pharmacokinetics, and regulation of L-carnitine and acetyl-L-carnitine metabolism Rebouche CJ.

Gastroenterology. 1986 Jul;91(1):10-6.

Carnitine transport in human intestinal biopsy specimens. Demonstration of an active transport system.  Hamilton JW, Li BU, Shug AL, Olsen WA.

J Appl Physiol. 1988 Jun;64(6):2394-9.

Influence of carnitine supplementation on muscle substrate and carnitine metabolism during exercise. Soop M, Björkman O, Cederblad G, Hagenfeldt L, Wahren J.

Carnitine for fatigue in multiple sclerosis.

Tejani AM, Wasdell M, Spiwak R, Rowell G, Nathwani S. Cochrane Database Syst Rev. 2010 Feb 17;2:CD007280.

Prog Lipid Res. 2010 Jan;49(1):61-75. Epub 2009 Aug 29.

Acylcarnitines: role in brain. jones LL, McDonald DA, Borum PR.

Muscle unloading potentiates the effects of acetyl-L-carnitine on the slow oxidative muscle phenotype.

Cassano P, Flück M, Giovanna Sciancalepore A, Pesce V, Calvani M, Hoppeler H, Cantatore P, Gadaleta MN.

Biofactors. 2010 Jan;36(1):70-7.

A DIGE approach for the assessment of rat soleus muscle changes during unloading: effect of acetyl-L-carnitine supplementation.
Moriggi M, Cassano P, Vasso M, Capitanio D, Fania C, Musicco C, Pesce V, Gadaleta MN, Gelfi C.
Proteomics. 2008 Sep;8(17):3588-604.

[Clinical and biochemical studies in a case of acute encephalopathy associated with calcium hopanthenate administration]

Kajita M, Iwase K, Matsumoto M, Kuhara T, Sinka T, Matsumoto I.Department of Pediatrics, Kohseiren Kamo Hospital, Aichi.
Mol Genet Metab.  2001 Aug;73(4):287-97.

Carnitine transport by organic cation transporters and systemic carnitine deficiency.

Lahjouji K, Mitchell GA, Qureshi IA. Division of Medical Genetics, Hôpital Sainte-Justine, 3175 Cote Sainte-Catherine, Montreal, Quebec H3T 1C5, Canada.

Yakugaku Zasshi. 2002 Dec;122(12):1037-58.

Biopharmaceutical studies on molecular mechanisms of membrane transport

Article in Japanese



Ultima modifica dell'articolo: 23/05/2016