Stepper

 

Lo stepper è un attrezzo ginnico utilizzato nel cardio-fitness. I vantaggi derivanti dall'uso dello stepper sono moltissimi: si rinforzano gli organi più strettamente legati al sistema cardiovascolare come cuore, in primis, e polmoni; inoltre, visto lo sforzo prolungato per almeno 20 minuti, si aiuta la perdita di calorie e di conseguenza di peso. Lo stepper può essere considerato quindi uno dei metodi per dimagrire più efficaci in assoluto, reso davvero infallibile se abbinato ad una corretta alimentazione quotidiana.
Se si hanno problemi di ipertensione arteriosa, l'utilizzo dello stepper è un'ottima strategia per controllare ed abbassare i valori pressori sia durante l'attività specifica, ma anche dopo, quando abbiamo finito di allenarci. In generale, l'utilizzo dello stepper migliora la capillarizzazione muscolare, cioè la capacità dei capillari di portare ossigeno e nutrienti ai muscoli, allontanando nel contempo l'acido lattico ed i cataboliti tossici; insieme alla circolazione, migliora anche la capacità aerobica, perché aumenta l'afflusso di ossigeno e nutrienti al muscolo e la capacità di ossigenazione generale del nostro fisico.

Lo Stepper è conosciuto per la sua semplicità di utilizzo, ma occorre analizzare nello specifico la giusta posizione da mantenere durante il suo utilizzo. Quella che possiamo definire posizione standard prevede una postura completamente verticale con la schiena dritta, bacino inclinato in avanti e addominali contratti. Altre posizioni localizzano lo sforzo fisico su determinate parti del corpo andando a sollecitare specifici muscoli: così, ad esempio, se al posto dei talloni mettiamo sopra i pedali le punte, alleniamo i polpacci, mentre adottando una posizione leggermente inclinata all'indietro sollecitiamo maggiormente i muscoli posteriori della coscia.
La fantasia e la creatività vi potrebbero rendere ideatori di nuovi utilizzi dello stepper e di nuovi muscoli sollecitati dalla sua azione; occorre quindi sperimentare. Prima di fare ciò, però, la raccomandazione è quella di iniziare ad utilizzare lo stepper soltanto se avete le articolazioni del ginocchio in perfetto stato. Infatti, pur non creando traumi o impatti come potrebbe accadere nel tapis-roulant, l'azione imitatrice della salita delle scale va a sollecitare in maniera continua le ginocchia, sforzandole quindi in modo abbastanza critico.

Lo stepper è composto da due pedali che si muovono, alternativamente, in alto e in basso, e in alcuni stepper compiono anche movimenti laterali; ciò lo differenzia e lo rende più confortevole rispetto al classico step, che invece è una piattaforma larga all'incirca sui 60-90cm utilizzata principalmente nella ginnastica aerobica.
Nella gran parte dei moderni stepper troviamo sempre un computer di bordo, più o meno complesso a seconda della qualità dell'attrezzo, che ci fornisce tutte le informazioni utili sull'allenamento che stiamo praticando. Il mercato offre generalmente tre tipologie di stepper che cercano di rispondere a diverse esigenze di utilizzo, comprendendo quindi sia l'uso amatoriale che agonistico:

Ministepper: sono i modelli più semplici, molto compatti nelle dimensioni, i cui movimenti vengono frenati dall'azione di pistoni idraulici; i ministepper sono quasi sempre dotati di computer di bordo per controllare l'allenamento.
Ministepper obliqui: sono l'evoluzione dei ministepper tradizionali poiché permettono un movimento più completo, non solo dall'alto al basso alternativamente, ma anche lateralmente producendo così una traiettoria obliqua. L'azione dei pedali dei ministepper obliqui è sempre frenata dall'azione di pistoni idraulici. Il mercato ha puntato molto su questo tipo di stepper, perché oltre ad avere un prezzo simile al ministepper tradizionale si presentano con questa miglioria nel funzionamento generale.
Stepper: sono i modelli più sofisticati. La differenza principale è innanzitutto nella presenza di uno stabile telaio che garantisce una maggiore solidità dello strumento, costruito spesso in materiali indistruttibili come l'acciaio. Inoltre, i pistoni idraulici sono maggiorati per permettere un'escursione più elevata; la resistenza poi (nei modelli più costosi) è spesso contrastata anche da un volano magnetico che rende il movimento più fluido, risparmiando eccessive sollecitazioni alle giunture. Il computer di bordo, considerate le maggiori dimensioni di questi stepper, si fa più complesso, rendendo il controllo dell'allenamento preciso in ogni particolare (dalla scelta di programmi pre-impostati, al controllo del battito cardiaco ecc...).



Ultima modifica dell'articolo: 17/04/2015