Utero retroverso, retroflesso o retroversoflesso

In condizioni normali, l'utero assume una posizione antiflessa ed antiversa nella cavità pelvica che lo accoglie. Non sono rare, tuttavia, le donne in cui l'utero assume una posizione retroversa, retroflessa o retroversoflessa. Utero visione frontalePer chiarire il significato di questi termini squisitamente medici e valutarne le ripercussioni sulla fertilità della donna è anzitutto necessario chiarire alcuni concetti base.

Utero

Dal punto di vista macroscopico, l'utero viene didatticamente suddiviso in almeno due regioni, che presentano struttura, funzioni e malattie diverse:

  • corpo dell'utero: porzione superiore, più espansa e voluminosa

oltre a queste regioni, si identificano anche:

  • istmo dell'utero: strozzatura che divide corpo e collo dell'utero
  • fondo o base dell'utero: porzione della cavità uterina situata al di sopra della linea immaginaria che congiunge le due tube di Falloppio, rivolta verso l'avanti

 

Utero visione frontale e laterale

Flessione e versione

Come anticipato, in condizioni normali, l'utero assume una posizione antiflessa ed antiversa nella cavità pelvica che lo accoglie. Per capire questi concetti è necessario osservare lateralmente l'utero di una donna adulta

  • flessione: angolo che si stabilisce tra l'asse del corpo dell'utero e l'asse della cervice

    → antiflessione: l'angolo tra questi due assi è aperto in avanti, verso la sinfisi pubica. Come mostrato in figura, normalmente l'utero è in antiflessione di circa 120-140°

     → retroflessione: l'angolo tra questi due assi è aperto all'indietro (rivolto verso il retto)

  • versione: angolo che si stabilisce tra vagina e collo dell'utero

    → antiversione: in condizioni normali l'angolo tra questi due assi è di circa 90°

     → retroversione: l'angolo tra questi due assi è > di 90°

    • di primo grado: angolo > 90° e < 180°
    • di secondo grado: retroversione di circa 180°: utero e vagina si trovano sullo stesso asse
    • di terzo grado: angolo > 180°

Utero retroverso, retroflesso o retroversoflesso

 

Semplificando al massimo i concetti, possiamo quindi parlare di:

  • utero retroflesso: anziché verso l'addome, l'utero è inclinato verso la schiena
  • utero retroverso: l'angolo fra il collo dell'utero e la vagina è maggiore di 90 gradi

Utero retroflesso e retroversoLe modifiche di posizione dell'utero sono importanti per le patologie della fertilità; ad esempio, un utero retroverso può dare sintomatologia dolorosa durante i rapporti sessuali e può avere una certa importanza nel momento in cui questo rappresenta l'esito di fatti infiammatori ed è bloccato in questa posizione (con gli anni può favorire la comparsa di stipsi ed emorroidi).

Osservando la figura, è semplice intuire come, aumentando la pressione addominale (ad es. con un colpo di tosse), un utero retroflesso e retroverso di grado due (180°) tende a scendere più facilmente in vagina, creando il presupposto per il prolasso dell'utero.

In generale, la posizione dell'utero non ha, di per sé, ripercussioni importanti sulla fertilità della donna, poiché essendo l'utero un organo molto flessibile, si modifica e cambia forma e posizione con il crescere del feto. Raramente, l'effetto compressivo dell'utero gravidico retroverso sul collo della vescica, può dar luogo a ritenzione urinaria.