Tessuto adiposo bianco e tessuto adiposo bruno

Se lo si guarda con gli occhi di un vecchio fisiologo, lasciando stare per un momento canoni estetici, mode e quant'altro, il tessuto adiposo è un connettivo costituito da cellule, chiamate adipociti, deputate soprattutto all'accumulo di grasso sotto forma di trigliceridi. Se invece lo si osserva in base alle più recenti acquisizioni scientifiche, il tessuto adiposo è un vero e proprio organo, costituito da due tipi di cellule (bianche e brune), in grado di produrre veri e propri ormoni, come la leptina, che influenzano l'attività dell'intero organismo (vedi anche: tessuto adiposo e obesità - grasso viscerale).

Tessuto adiposo bianco e tessuto adiposo bruno

Nei mammiferi esistono due differenti tipi di tessuto adiposo: quello bianco e quello bruno.tessuto adiposo bruno Il primo, nonostante il nome, ha un colorito giallognolo, legato al suo contenuto in carotenoidi. Da solo rappresenta la quasi totalità del grasso di riserva.

L'altro tipo di tessuto adiposo, detto bruno, è abbondante nei mammiferi che vanno in letargo (ibernanti) e nei cuccioli.
Nell'uomo il tessuto adiposo bruno è presente in piccole quantità nel neonato (zona ascellare ed interscapolare). Con la crescita buona parte di questo tessuto si trasforma in tessuto adiposo bianco; per questo motivo nell'adulto troviamo soltanto delle tracce di tessuto adiposo bruno, distribuite sottoforma di piccole isole cellulari sparse tra i numerosi adipociti bianchi. Pertanto non esistono depositi esclusivi di tessuto adiposo bianco o tessuto adiposo bruno, ma sempre e comunque depositi misti, dove le relative percentuali differiscono in base alla localizzazione topografica.

 

Distinguiamo: tessuto adiposo bianco e tessuto adiposo bruno
Differenze TESSUTO ADIPOSO BIANCO TESSUTO ADIPOSO BRUNO
Funzione Riserve energetiche Termogenesi
Risposta al freddo Lieve Intensa
Distribuzione Estesa Limitata
Vascolarizzazione Scarsa Estesa
Gocce lipidiche Uniloculari Multiloculari
Mitocondri Scarsi Numerosi
Metabolismo degli Acidi grassi Rilascio di acidi grassi Ossidativa in situ
Proteina UCP (disaccopiante o termogenina) assente Presente

Caratteristiche del tessuto adiposo bianco

Si tratta di cellule molto grandi, in grado di accumulare al loro interno cospicue quantità di trigliceridi, che si riuniscono a formare una grande goccia oleosa. La fluidità di questa goccia è garantita dalla temperatura interna dell'organismo, che risulta superiore al punto di fusione dei lipidi in essa contenuti. A causa delle notevoli dimensioni di questa goccia, il citoplasma ed il nucleo vengono relegati alla periferia.
Gli adipociti bianchi non sono dei semplici serbatoi di grassi, ma cellule metabolicamente attive, in grado di sintetizzare trigliceridi ed immagazzinarli. Le stesse cellule sono anche in grado di idrolizzare questi trigliceridi e riversare il glicerolo e gli acidi grassi ottenuti nel sangue. Gli adipociti hanno anche la capacità di convertire l'eccesso di glucosio in trigliceridi di riserva.

PRINCIPALI FUNZIONI DEL TESSUTO ADIPOSO BIANCO

 

  • Sintetizzare trigliceridi ed immagazzinarli come riserva energetica (1Kg = 7000 Cal circa).
  • Idrolizzare i trigliceridi depositati ed  immettere acidi grassi liberi nel sangue.
  • Sintetizzare trigliceridi a partire dal glucosio.
  • Ammortizzatore meccanico, isolante termico e produttore di ormoni e sostanze biologicamente attive (adipochine), tra cui la leptina, l'adiponectina, l'interleuchina 6 (IL-6) ed il fattore di necrosi tumorale-α. Il più attivo dal punto di vista endocrino è il tessuto adiposo addominale.

Le adipochine - che hanno un ruolo importante nei metabolismi energetici - stanno anche alla base della fisiopatologia di malattie molto diffuse (ipertensione arteriosa, obesità , aterosclerosi, diabete di tipo 2). A queste sostanze se ne associano altre ad azione pro-infiammatoria e pro-insulino-resistenza, prodotte dai macrofagi deputati alla digestione di quelle cellule adipose morte, perché rese troppo voluminose dall'eccessivo accumulo lipidico (tipico dell'obesità). Non a caso, è stato dimostrato che il numero di macrofagi presenti nel tessuto adiposo è proporzionale al grado di obesità. La loro migrazione in questa sede sembra correlata allo stato ipossico che si viene a creare negli adipociti in seguito all'eccessiva ipertrofia, che ne determina la morte.


Tessuto adiposo bruno »