Sinfisi

Generalità

Le sinfisi sono una particolare tipologia di articolazioni cartilaginee, caratterizzate dalla presenza di cartilagine ialina, sulle cosiddette superfici articolari, e dalla presenza di un disco di fibrocartilagine, a unire le due sopraccitate superfici.
Il corpo umano comprende varie sinfisi. Tra queste, le più importanti sono: la sinfisi pubica, la sinfisi mentoniera, la sinfisi manubrio-sternale, la sinfisi intervertebrale e la sinfisi sacro-coccigea.
La sinfisi pubica rappresenta il punto di congiunzione del pube di destra col pube di sinistra. La sinfisi mentoniera risiede al centro del mento e unisce le componenti ossee della mandibola. La sinfisi manubrio-sternale è un'articolazione dello sterno. La sinfisi intervertebrale è l'articolazione che unisce i corpi delle vertebre adiacenti. Infine, la sinfisi sacro-coccigea è l'articolazione che unisce l'osso sacro al coccige.

Breve richiamo anatomico sulle articolazioni

Le articolazioni sono strutture anatomiche, talora complesse, che mettono in reciproco contatto due o più ossa. Nel corpo umano, ce ne sono circa 360 e il loro compito è tenere uniti i vari segmenti ossei, in modo tale che lo scheletro possa adempiere alla sua funzione di sostegno, mobilità e protezione.
Gli anatomisti suddividono le articolazioni in tre categorie principali:

  • Le articolazioni fibrose (o sinartrosi), prive di mobilità e le cui ossa sono unite da tessuto fibroso. Tipici esempi di sinartrosi sono le ossa del cranio.
  • Le articolazioni cartilaginee (o anfiartrosi), dotate di scarsa mobilità e le cui ossa sono legate da cartilagine. Classici esempi di anfiartrosi sono le vertebre della colonna vertebrale.
  • Le articolazioni sinoviali (o diartrosi), provviste di particolari strutture accessorie (legamenti, tendini, membrana sinoviale, capsula articolare ecc) che garantiscono loro grande mobilità. Esempi tipici di diartrosi sono le articolazioni della spalla, del ginocchio, dell'anca, della caviglia ecc.

Cos'è una sinfisi?

Una sinfisi è un tipo particolare di articolazione cartilaginea.
Le caratteristiche distintive di una sinfisi consistono nella presenza, sulle superfici articolari delle ossa che formano l'articolazione, di uno strato di cartilagine ialina e nella presenza, tra le suddette superfici articolari, di un disco fibrocartilagineo che serve a connettere i due strati di cartilagine ialina sopraccitati.
In altre parole, in ogni sinfisi del corpo umano, c'è un disco di fibrocartilagine interposto tra le superfici articolari, le quali presentano un caratteristico rivestimento di cartilagine ialina.
Diversamente da altri tipi di articolazione cartilaginea, che variano nel tempo (es: in alcune, c'è una sostituzione del tessuto cartilagineo con tessuto osseo), le sinfisi mantengono permanentemente le loro caratteristiche strutturali.

Tipi

Lo scheletro umano comprende varie sinfisi; tra queste, le più importanti sono:

  • La sinfisi pubica;
  • La sinfisi mentoniera;
  • La sinfisi manubrio-sternale, situata a livello dello sterno. In alcuni testi di anatomia, può chiamarsi anche articolazione manubrio-sternale;
  • La sinfisi intervertebrale (o articolazione intervertebrale), situata tra vertebra e vertebra;
  • La sinfisi sacro-coccigea.

SINFISI PUBICA

La sinfisi pubica è l'articolazione che unisce il pube di destra al pube di sinistra.
Il pube è, insieme a ilio e ischio, una delle tre componenti ossee dell'osso iliaco, il quale è un elemento anatomico pari e fa parte delle cosiddette ossa del bacino.
La posizione precisa del pube è davanti all'ischio e sotto l'ilio.
La sinfisi pubica aiuta l'osso sacro e le altre sezioni dell'osso iliaco a sorreggere il peso della parte superiore del corpo umano. Quindi, la funzione della sinfisi pubica è aiutare le ossa del bacino nella loro azione di sostegno del tronco.

Cintura Pelvica

SINFISI MENTONIERA

Alla nascita, la mandibola dell'essere umano è un osso diviso in due segmenti, che prendono il nome di semimandibola destra e semimandibola sinistra. Il punto di divisione risiede al centro del mento.
Durante la fanciullezza, le due semimandibole si unisco tra loro, formando un osso unico, che è poi la mandibola vera e propria.
La sinfisi mentoniera è l'articolazione risultante dall'unione delle due semimandibole. La sua posizione, quindi, è al centro del mento, sulla superficie esterna del cosiddetto corpo mandibolare.

SINFISI MANUBRIO-STERNALE

Lo sterno è l'osso lungo e piatto, situato al centro del torace e costituente una delle parti principali della gabbia toracica.
Nel descrivere l'anatomia dello sterno, gli esperti riconoscono l'esistenza di tre regioni sovrapposte: il manubrio, che è la regione superiore, il corpo, che è la regione centrale, e il processo xifoideo, che è la regione inferiore.
La sinfisi manubrio-sternale è l'articolazione che unisce il manubrio – regione delle sterno che si relaziona con le clavicole – al corpo – regione dello sterno che ospita le cartilagini costali di 6 paia di coste (dalla 2a alla 7a).

SINFISI INTERVERTEBRALE

Premessa: per capire la localizzazione delle sinfisi intevertebrali, è fondamentale ripassare brevemente l'anatomia della colonna vertebrale e delle vertebre.
Asse portante del corpo umano, la colonna vertebrale o rachide è una struttura ossea di circa 70 centimetri (nell'essere umano adulto), che comprende 33-34 vertebre impilate le une sulle altre.
Le vertebre della colonna vertebrale possiedono una struttura generale abbastanza simile tra loro. Infatti, dispongono tutte di:

  • Un corpo (anteriormente);
  • Un arco simile a un ferro di cavallo (posteriormente), da cui originano diverse prominenze ossee chiamate processi;
  • Un foro vertebrale, derivante dalla particolare disposizione dell'arco rispetto al corpo.

La sinfisi intervertebrale è l'articolazione che unisce i corpi di due vertebre adiacenti. È probabile che molti lettori conoscano questa particolare sinfisi con il nome di disco intervertebrale.
La sinfisi intervertebrale è importante per almeno due motivi: perché dona alle vertebre del rachide una certa capacità di movimento (N.B: si tratta di una capacità molto limitata) e perché assorbe gli shock a cui è soggetta la colonna durante attività particolari, come per esempio il sollevamento di pesi, l'eseguire balzi, la corsa su superfici dure ecc.

SINFISI SACRO-COCCIGEA

La sinfisi sacro-coccigea è l'articolazione che mette in comunicazione il corpo dell'ultima vertebra sacrale con il corpo della prima vertebra del coccige. È quindi evidente che la sinfisi sacro-coccigea è una sinfisi intervertebrale.
La sua trattazione a parte, in questo articolo e in altri testi di anatomia, si spiega col fatto che, rispetto alle altre sinfisi intervertebrale, la sinfisi sacro-coccigea presenta un disco intervertebrale davvero particolare:

  • È più sottile di quello di una generica sinfisi intervertebrale;
  • Presenta uno spessore disomogeneo, nel senso che anteriormente e posteriormente è più spesso che sui lati;
  • È più solido di quello di generica sinfisi intervertebrale.

ARTICOLI CORRELATI

Ultima modifica dell'articolo: 25/07/2016