Pelle, disidratazione e perspiratio insensibilis

« differenziamento dei cheratinociti


Una delle principali funzioni dell'epidermide è quella di creare una barriera tra l'ambiente interno e l'ambiente esterno, proteggendoci dalla disidratazione.
Il nostro corpo è composto prevalentemente da acqua (55-65% in relazione all'età), cioè circa 42 kg in un uomo di 70kg in buona forma fisica.
Per la sopravvivenza dell'individuo, data la vitale importanza dell'acqua corporea, è fondamentale che il contenuto idrico sia mantenuto costante. La pelle è quindi importantissima, in quanto si oppone ad una eccessiva dispersione idrica nell'ambiente. Nonostante ciò, una discreta quantità di acqua corporea  viene quotidianamente eliminata attraverso la cute. Tale fenomeno è chiamato traspirazione insensibile o perspiratio insensibilis, insensibile perché non ce ne rendiamo conto.
La perdita di acqua corporea attraverso la pelle aumenta drammaticamente in caso di ustione. Nell'area danneggiata la perdita idrica è considerevole e, se è abbastanza estesa, compromette le funzioni vitali dell'organismo.

Con il termine "perspiratio insensibilis" viene comunemente indicata la fisiologica perdita di acqua attraverso la cute o le vie respiratorie. La perdita idrica cutanea non va confusa con il sudore, poiché, mentre la perspiratio è un passaggio passivo, la sudorazione è una secrezione ghiandolare attiva, che richiede, cioè, una certa spesa energetica.

 

Perdite cutaneee di acqua

 

Le perdite respiratorie sono invece legate all'abbondante contenuto in vapore acqueo dell'aria espirata.
In condizioni basali, le perdite idriche legate alla  perspiratio insensibilis ammontano a circa 700 ml al giorno. Anche se non ce ne rendiamo conto l'eliminazione di acqua è dunque consistente, un motivo in più per sottolineare, ancora una volta, l'importanza di un'adeguata assunzione di liquidi con la dieta.
Bisogna inoltre considerare che tale perdita può aumentare, per esempio, durante l'attività sportiva. Un organismo impegnato in uno sforzo fisico elimina più acqua, perché la frequenza del respiro aumenta e soprattutto perché la perdita di acqua attraverso la cute è nettamente superiore. L'evaporazione dell'acqua sottrae infatti calore al corpo, partecipando ai meccanismi termoregolatori, con lo scopo di mantenere l'omeotermia interna.


CONTINUA: Corneociti, corpi di Odland e fattore naturale di idratazione »


ARTICOLI CORRELATI

La Pelle del Bambino nei Primi Anni di VitaColore della pelle e MelanogenesipH della pelle, pH cutaneoCollagene, Elastina e Sostanza fondamentalePelle maschile: caratteristiche della pelle dell'uomoApparato tegumentarioColore della pelle e melaninaCorneociti, corpi di Odland e fattore naturale di idratazioneCute anatomiaDermaEpidermideFilm idrolipidico cutaneoFlora cutaneaFototipo e abbronzaturaFunzioni della melanina e colore della pelleGhiandole apocrine e bromidrosiIpodermaPellePelle: differenziamento dei cheratinocitiRecettori sensoriali recettori tattiliSebo e ghiandole sebaceeDisidratazioneDisidratazione nei bambiniBocca seccaCorrere d'Estate: Importanza di una Corretta IdratazioneIdratazione nello Sport: Quanto e Cosa Bere?Rimedi per la DisidratazioneCiclismo in Estate: Quanto e Cosa Bere?Disidratazione cutaneaBere di notte: come l'organismo previene la disidratazione durante il sonnoBevande contro la DisidratazioneCrampi muscolari e disidratazioneDisidratazione Letale - Morire per DisidratazioneDisidratazione: Cause e SintomiI limiti della plicometria: disidratazioneRinger Acetato - Foglietto IllustrativoRinger Lattato - Foglietto IllustrativoSintomi disidratazioneDisidratazione su Wikipedia italianoDehydration su Wikipedia ingleseSudore e deodorantiTest del sudoreBromidrosi e SudorazioneSudamina o MiliariaRimedi Sudorazione ascelle ed iperidrosiAnidrosiAntidiaforeticheAntiidroticheBagno turcoBromidrosi - Sintomi e cause di BromidrosiCome gestire la Bromidrosi: i trattamenti terapeuticiCure Bromidrosi: Laser, Botulino, Chirurgia, Rimedi Naturalisudore su Wikipedia italianoPerspiration su Wikipedia inglese