Il DHEA

<< prima parte

DHEA e attività fisica: la scoperta dell'acqua calda

Uno studio condotto dall'Università di Bologna ha dimostrato come l'attività fisica sia in grado da sola di contrastare il naturale decremento nella produzione del DHEA e di altri ormoni anabolici.
Lo sport e l'attività fisica in genere si sono rivelati ancora una volta le armi più efficaci nella lotta contro l'invecchiamento.
E allora perché non impugnare un bilanciere ed indossare un paio di scarpe da tennis per una corsettina al parco? In questo caso si che potrete combattere l'invecchiamento sotto numerosi punti di vista.

DHEA Vs Sport

Basta un'occhiata sulle rispettive liste degli effetti benefici per capire che l'attività fisica batte il DHEA 100:1. Gli effetti positivi dello sport, moltiplicati dall'associazione di una corretta alimentazione, sono numerosissimi.
L'attività fisica è un fattore indipendente per la salute dell'uomo: significa che da sola è in grado di diminuire il rischio di mortalità per qualsiasi malattia. Così, per esempio, un fumatore che pratica attività fisica ha molte meno probabilità di morire rispetto ad un fumatore che non svolge attività fisica.
Oppure esprimendo il concetto in altri termini: uno sportivo che si alimenta in modo corretto ha molte più probabilità di conservare benessere e vitalità nel corso degli anni di un sedentario che si rifugia dietro qualche pillola di DHEA per non invecchiare.

DHEA alimentazione e stile di vita

Corrette abitudini alimentari aiutano a prevenire il declino di quest'ormone con il passare degli anni. Alimentazione equilibrata dunque che preveda il giusto apporto di proteine e di acidi grassi essenziali (conosciuti anche come grassi polinsaturi omega tre) ma anche stile di vita salutare.
Stress, alcol, tabagismo, sostanze stupefacenti, sedentarietà e disordini alimentari vanno evitati il più possibile.

DHEA e body building, tanto vale assumere derivati del testosterone

L'attività fisica che stimola il maggior rilascio di DHEA è il body building. E' proprio la stimolazione di questo e di altri ormoni anabolici a permettere l'aumento delle dimensioni muscolari.
Gli steroidi anabolizzanti assunti dagli atleti per ipertrofizzare i muscoli derivano dal testosterone, il quale coma abbiamo visto deriva a sua volta dal DHEA.  Come ampiamente spiegato nell'articolo "gli steroidi anabolizzanti" gli effetti collaterali riconducibili all'utilizzo di queste sostanze sono piuttosto deleteri e per alcuni versi accomunabili all'uso indiscriminato di DHEA.
La sintesi di steroidi anabolizzanti a livello industriale viene effettuata per creare composti che, oltre a essere prodotti a costi più bassi rispetto a quelli di origine naturale, risultano spesso più efficaci e con meno effetti collaterali. In pratica si è alla costante ricerca di diminuire tramite modificazioni chimiche l'androgenicità di queste sostanze. L'androgenità è la fonte dei principali effetti collaterali legati all'uso degli steroidi anabolizzanti.
Col passare degli anni sono state scoperte sostanze come il nandrolone, stanozololo, metandrostenolone ecc., che hanno un rapporto anabolizzante androgeno molto alto. Se il testosterone umano ha un rapporto 1:1 tra effetto anabolizzante ed effetto androgeno queste sostanze possono arrivare a rapporti di 15:1.
Il DHEA essendo precursore del testosterone avrà a sua volta uno scarsissimo effetto anabolizzante se paragonato ai suoi possibili effetti collaterali. Quindi se un atleta decidere di assumere il DHEA, farebbe bene ad assumere anabolizzanti più "raffinati" per minimizzare gli effetti collaterali e massimizzare quelli anabolizzanti.

Quali sono le dosi ottimali di assunzione?

Anche in questo caso dipende dalla situazione. Le dosi di DEHA da assumere variano in base al sesso, all'età, allo stato di salute e a numerosi altri fattori. In ogni caso la terapia va eseguita esclusivamente sotto controllo medico.
In genere si consigliano dosi comprese tra i 10  i 50 mg al giorno per le donne e tra i 25 ed i 100 mg al giorno per gli uomini. E' buona regolare iniziare con piccole dosi e monitorare costantemente i livelli di SDHEA nel sangue per valutare la reazione fisiologica dell'organismo.
Considerati gli effetti positivi legati ad un'assunzione controllata di DEHA, una persona potrebbe essere portata a pensare che "di più è meglio". In realtà mano a mano che si aumentano le dosi di assunzione gli effetti benefici raggiungono il plateau e gli effetti collaterali aumentano in proporzione. E come abbiamo visto gli effetti collaterali portano a conseguenze contrarie rispetto a quelle sperate.

L'inganno degli integratori, naturali precursori del DHEA

Il DHEA viene estratto in laboratorio da alcune piante.
Alcune aziende di integratori hanno quindi furbescamente introdotto sul mercato prodotti naturali a base di piante vegetali che promettono di aumentare la produzione endogena di DHEA.
Il ragionamento è semplice: prendete questo precursore naturale (il termine naturale piace molto al consumatore) e avrete tutti i benefici del DHEA; peccato che il nostro organismo non sappia replicare le reazioni chimiche che in laboratorio consentono di ottenere il DHEA a partire da questi estratti vegetali. O davvero pensate che le ditte farmaceutiche siano così stupide da buttar via soldi per produrre DHEA a partire da sostanze vegetali quando basterebbe commercializzarne gli estratti?

Due parole per concludere

Nitrati, nitriti, nitrosamine, colesterolo, acidi grassi trans, fumo, alcol, droghe, sedentarietà, stress, residui ormonali nella carne, conservanti, coloranti, additivi chimici, mercurio nel pesce, inquinamento, smog, raggi ultravioletti, buco dell'ozono, obesità infantile, pesticidi nelle verdure "cibi spazzatura" (brutto termine, visto che mentre leggiamo qualcuno sta morendo di fame, ma che rende l'idea...),.
Sono questi i veri nemici da combattere se vogliamo contrastare l'invecchiamento. Cosa potrà mai fare una pillola dalle presunte virtù miracolose (il DHEA in questo caso) in mezzo a questo bombardamento di fattori nocivi? Createvi una sana cultura del benessere, curate l'alimentazione, lo sport, il riposo, imparate a gestire lo stress e le emozioni... e finalmente avrete trovato la vera pillola della giovinezza.