Il potere dell'Idrogeno

A cura del Dott. Antonio Parolisi


Considerazioni sulla capacità di acidificazione e alcalinizzazione nell'alimentazione e sugli effetti del pH  nel corpo umano

 

<< prima parte

 

Un errore di fondo, che spesso si commette, è categorizzare le sostanze acide in funzione del loro sapore. Infatti il succo di limone, anche essendo drammaticamente acido, con un valore di pH intorno al 2-3, quando è metabolizzato si comporta come un alimento alcalino, abbassando l'acidità.
Alimenti acidi alimenti alcaliniTra gli alimenti realmente acidi rientrano una buona parte di bevande gassate, escludendo l'acqua, che hanno una tendenza ad essere molto acide. Ciò che riveste particolare importanza è la Cola, anche nelle forme Diet, quindi senza zucchero (molto usate dagli sportivi per la forma fisica), che ha un pH intorno al 2.4. La maggior parte dei cereali tende ad essere acida; in particolare il frumento, quindi pane, pasta ed avena hanno una componente molto acida, superiore a quella degli altri cereali.
Per quello che riguarda i latticini, quelli derivati dalla vacca generano molta acidità e dovrebbero lasciare spazio a quelli derivati dalla capra o dalla pecora.
Un punto assai importante riguarda i prodotti carnei (pesci compresi). L'attenzione dello sportivo si accende su questo punto perché è il consumatore di proteine animali per eccellenza.
Lo sportivo che vuole incrementare la costruzione muscolare tende a seguire un'alimentazione relativamente iperproteica ed il punto importante è che il metabolismo della carne produce una grande quantità di acido urico, che dovrà essere neutralizzata da sistemi tampone.
Tende ad essere molto acido tutto il latte derivato dai cereali, come quello di riso o di avena, ma anche quello di soia.
In ogni caso neanche i vegetariani assolutisti come i vegani possono essere esclusi da questo discorso, infatti anche negli alimenti di origine vegetale, come nei cereali, c'è una spiccata componete acida.
Gli alimenti alcalini che contrastano l'acidità sono detti anche mineralizzanti. Essi comprendono principalmente ortaggi, frutta e verdura, frutta secca e a guscio.
Ancora una volta sembra che l'alimentazione naturale debba farla da padrone. Questo non significa che mangiare un piatto di pasta con del petto di pollo, con olio di oliva è un reato, ma dovremmo sempre cercare di normalizzare l'equilibrio acido-base, assumendo anche, e in quantità superior,i gli alimenti basici, che assolvono alla funzione tampone evitando che il corpo si privi di preziosi minerali, come calcio e magnesio, per riequilibrare il sistema.
Questo concetto dovrebbe essere molto chiaro a tutti i Trainer che consigliano piani alimentari a donne premenopausa  e post menopausa anche se apparentemente in buona salute.
Le donne in questi periodi cominciano a depauperare le ossa di preziosi minerali ed un'alimentazione eccessivamente acida può portare prematuramente a quadri di osteoporosi anche molto gravi.
Noi Personal Fitness Trainer abbiamo il dovere professionale di educare questi soggetti a condurre uno stile di vita protettivo della salute, con un regolare e coerente programma di Fitness e invogliarli ad uno stile alimentare equilibrato, ma non soltanto con le giuste dosi di Carboidrati, Proteine e Grassi, ma indirizzandoli verso tutti quegli alimenti che possono salvaguardare la struttura fisica dalla demineralizzazione organica.
Consumare alimenti sani, non significa solo scegliere quegli alimenti con pochi grassi saturi o con pochi zuccheri raffinati, o magari scegliere proteine di alta qualità. Il bilancio acido-base è una condizione fondamentale.
Gli amanti del fitness, in special modo nei periodi di restrizione calorica dove si prediligono fonti proteiche con moderati carboidrati e grassi, dovrebbero prendere in considerazione il fatto di contrastare l'acidità del sistema indotta dall'eccessivo consumo di alimenti con pH basso, apportando alla loro alimentazione quantità abbondanti di frutta e verdura. Questi alimenti non sono importanti soltanto per la regolazione intestinale o per il giusto apporto di fibre, ma principalmente per neutralizzare la condizione data da un'alimentazione acida e i suoi effetti deleteri sull'intero sistema.
La natura ci mette sempre a disposizione i mezzi per vivere bene; siamo sempre noi gli stupidi che trascuriamo ciò che realmente può aiutarci.
La frase di apertura dell'articolo dovrebbe farci riflettere tanto, in special modo quando per negligenza o per gusto rifiutiamo una succulenta mela per magiare un pezzo di pizza, e non soltanto per l'apporto calorico ma per tutto ciò che madre natura ha nascosto in quel prezioso frutto.

-la cellula è teoricamente immortale, è il fluido nel quale vive che si degrada-
-le morti sono dovute ad una  situazione progressiva di acidità organica-

Riflettiamo...