Effetti dei glucocorticoidi su altri ormoni

A cura del Dottor Nicola Sacchi - Autore del libro: Farmaci e doping nello sport -


I glucocorticoidi sono una classe di ormoni steroidei prodotti nell'uomo nella zona fascicolata della corticale del surrene. Il più importante glucocorticoide umano è il cortisolo.
Il cortisolo viene definito anche l'ormone dello stress, in quanto viene prodotto in maggiori quantità in seguito all'aumento di condizioni di stress psico-fisico come l'allenamento, gli stati patologici, il digiuno, interventi chirurgici, infortuni ecc.
I principali effetti dei glucocorticoidi sono sul metabolismo dei carboidrati e sulle risposte infiammatorie ed immunitarie. Infatti questi ormoni aumentano la glicemia e riducono la risposta immunitaria, di conseguenza gli stati infiammatori.
Queste loro proprietà hanno portato a sviluppare numerosi farmaci a base di diversi glucocorticoidi di sintesi per contrastare stati infiammatori ed allergie.
GlucocorticoidiAll'interno del corpo umano gli effetti di questi ormoni sono molteplici e non si limitano solamente a ridurre la risposta immunitaria; trattandosi di ormoni secreti in risposta a situazioni di stress, svolgono infatti numerose azioni, utilizzate dall'organismo per garantire innanzitutto il funzionamento degli organi vitali in situazioni di emergenza come nell'ipoglicemia.
Tra queste azioni rientra anche la proprietà dei glucocorticoidi di modulare la produzione di altri ormoni.

- Insulina: eccessi cronici di cortisolo portano ad aumentare il rilascio di insulina da parte del pancreas, riducendo la sensibilità del tessuto muscolare ed adiposo all'azione della stessa. L'iperinsulinemia porta a depositare più grasso nonostante il cortisolo sia un ormone lipolitico.
- Paratormone: il glucocorticoidi potenziano l'azione ed il rilascio del paratormone, che promuove il riassorbimento osseo provocando osteolisi; questo effetto è indotto dal fatto che i glucocorticoidi provocano un bilancio calcico negativo, riducendone l'assorbimento e aumentandone l'escrezione; di conseguenza il paratormone deve compensare questi effetti.
- GH: l'eccesso di glucocorticoidi riduce la secrezione di GH e somatomedine, riducendo così la crescita e la rigenerazione dei tessuti. Questo effetto potrebbe essere spiegato col fatto che gli effetti del GH e delle somatomedine promuovono reazioni anaboliche e di consumo di energia, mentre i glucocorticoidi sono utilizzati dal corpo per ridurre il dispendio energetico.
- Ormoni tiroidei: l'eccesso di glucocorticoidi riduce la conversione del T4 nel più attivo T3 e aumenta la conversione riversa di T3 in T4; anche questo effetto sembra spiegabile dal fatto che i glucocorticoidi devono favorire il risparmio energetico.
- Testosterone: il cortisolo influenza anche la funzione gonadica. Esso inibisce la secrezione di gonadotropine riducendo così i livelli di testosterone plasmatici.

Le interazioni dei glucocorticoidi con gli altri ormoni dimostrano ancora una volta come sia importante, per la salute e soprattutto per l'efficienza fisica, mantenere bassi i livelli di questi ormoni, che se in eccesso promuovono numerosi effetti deleteri per il nostro corpo