Eleuterococco

Anche l'eleuterococco è una droga ricavata da una pianta appartenente alla famiglia delle Araliacee, l'Eleutherococcus senticosus, molto simile al ginseng. Si tratta di una pianta erbacea perenne, denominata anche ginseng siberiano, perché coltivata ad alte latitudini. EleuterococcoL'eleuterococco è una droga caratterizzata dal rizoma e dalle radici, e presenta un fitocomplesso estremamente diversificato; per questo, non è possibile identificare una particolare categoria di composti a cui ascrivere le proprietà adattogene e toniche, al contrario di quanto abbiamo fatto con il Ginkgo o il ginseng. Il fitocomplesso dell'eleuterococco è caratterizzato sia da saponine, ma anche da cumarine, terpeni, flavonoidi, composti lattonici e composti eteropolissaccaridici; i metaboliti secondari sono tutti glicosilati, vengono infatti chiamati genericamente eleuterosidi.

Dell'eleuterococco è importante sottolineare che, pur presentando saponine, ed essendo come tale associato al ginseng, in realtà è caratterizzato da un insieme di princìpi attivi estremamente diversificato, ed è difficile associare una funzionalità ad una classe chimica univoca, perché tutti sono presenti nella droga in modo equivalente e tutti danno espressione funzionale, sia in vivo che in vitro, della sua proprietà adattogena.

Le virtù di questa droga sono quindi legate agli eleuterosidi, cioè al complesso di glicosidi caratterizzati da un diversificato aglicone.

Con le droghe adattogene e le droghe caratterizzate da composti flavonoidici abbiamo concluso quello che è l'insieme dei princìpi attivi che caratterizzano la via biogenetica dell'acido scichimico.


« farmacognosia Farmacognosia »