Cannabinoidi

I cannabinoidi sono dei princìpi attivi di natura sesquiterpenica, prodotti da una specie molto discussa per l'uso voluttuario che ne viene fatto, la cannabis. I cannabbinoidi godono di un elevato interesse farmaceutico, poiché presentano proprietà narcotiche e sedative; inoltre, stimolano la funzionalità gastro-epatica - aumentando il senso della fame - e sono dei buoni antispasmogeni.

La droga cannabis è caratterizzata dalle infiorescenze femminili, spesso associate alle foglie, che non si mostrano come vera e propria droga, ma che hanno acquisito molta popolarità tra l'opinione comune per l'uso voluttuario che se ne fa. Le foglie, di fatto, non sono di alcun interesse in ambito erboristico.


« farmacognosia Farmacognosia »


Ultima modifica dell'articolo: 24/12/2015