Arpagofito o artiglio del diavolo

Arpagofito (o artiglio del diavolo): Harpagophytum procumbens, famiglia Pedaliacee. Pianta strisciante africana di cui si utilizzano le radici secondarie: raccolte, tagliate a fette e lasciate essiccare al sole.

Le radici vengono impiegate dalla medicina popolare come antipiretico, antinfiammatorio e antiartritico. All'arpagofito sono associate anche proprietà ipocolesterolemiche.

In ambito erboristico la droga viene prescritta come antiartritico e antireumatico, e, per queste proprietà, si può facilmente ritrovare in pomate per uso topico. Spesso l'arpagofito viene associato all'arnica, pianta ricca di composti terpenoidici e flavonoidi.

I princìpi attivi dell'arpagofito, arpagosidi, sono anch'essi di natura iridoidica, ma vanno applicati con molta attenzione perché presentano interazioni di tipo negativo con molecole cortisoniche.


« farmacognosia Farmacognosia »