VITAMINA K SALF ® - Vitamina K (menadiolo)

VITAMINA K SALF ® è un farmaco a base di Vitamina K

GRUPPO TERAPEUTICO: Vitamina K ed altri antiemorragici

VITAMINA K SALF  ®  - Vitamina K (menadiolo)

Indicazioni VITAMINA K SALF ® - Vitamina K (menadiolo)

VITAMINA K SALF ® è indicato nella prevenzione e nel trattamento delle patologie emorragiche neonatali o associate a deficit di vitamina K.

Meccanismo d'azione VITAMINA K SALF ® - Vitamina K (menadiolo)

VITAMINA K SALF ® fornisce vitamina K, sottoforma di un composto idrosolubile noto come menadiolo sodio difosfato, le cui caratteristiche farmacodinamiche sono tuttavia totalmente sovrapponibili a quelle del più comune fitomenadione.
Infatti il menadiolo è in grado di coadiuvare l'attività di una specifica carbossilasi, coinvolta nella carbossilazione in gamma, quindi nell'attivazione di alcuni fattori proteici impegnati attivamente nel processo della coagulazione.
Tuttavia recenti studi hanno dimostrato come questa vitamina possa tra l'altro :

  • Promuovere una regolare crescita;
  • Prevenire stillicidi ematici associati a patologie croniche soprattutto a carico dell'apparato gastro-enterico e genito-urinario;
  • Sostenere l'attività antiemorragica, compromessa in corso di terapia antibiotiche prolungate.

Di conseguenza un deficit di vitamina K, potrebbe ripercuotersi anche gravemente, sullo stato di salute del paziente, soprattutto se di giovane età, come avviene nei bambini affetti da malattia emorragica del neonato.

Studi svolti ed efficacia clinica

1.VITAMINA K E SALUTE OSSEA
PM R. 2011 Jun;3(6 Suppl 1):S82-7.

Vitamin K: fracture prevention and beyond.

Falcone TD, Kim SS, Cortazzo MH.


Studio interessante, che propone una rivalutazione dei lavori presenti in letteratura, riguardanti gli effetti della vitamina K sulla salute ossea. Dai dati emerge come diete ricche di questa vitamina possano prevenire fratture e patologie ossee.


2.IL RUOLO DELLA VITAMINA K NELLA FIBROSI CISTICA
Cochrane Database Syst Rev. 2011 Jan 19;(1):CD008482.

Vitamin K supplementation for cystic fibrosis.

Jagannath VA, Fedorowicz Z, Thaker V, Chang AB.


La fibrosi cistica è una patologia multi organo spesso associata a sindromi da mal assorbimento lipidico, che si ripercuotono inevitabilmente sulle concentrazioni ematiche di vitamine liposolubili.
Per questo motivo l'integrazione con vitamina K, potrebbe risultare utile nel preservare il corretto processo coagulativo, riducendo il rischio di emorragie e complicanze associate.



3. IL DEFICIT DI VITAMINA K NELLE COLESTASI
J Pediatr Gastroenterol Nutr. 2009 Jul;49(1):78-84.

Prevalence of subclinical vitamin K deficiency in cholestatic liver disease.

Strople J, Lovell G, Heubi J.


Studio che dimostra come la malattia colestatica del fegato, possa ripercuotersi, seppur in forma subclinica sulle concentrazioni ematiche di vitamina K. Tale evidenza sottolinea l'importanza di ricorrere alla supplementazione con questa vitamina in tali circostanze, al fine di evitare la comparsa di reazioni emorragiche.

Modalità d'uso e posologia

VITAMINA K SALF ®
Soluzione per preparazioni iniettabili da 10 - 50 mg di vitamina K per 2 ml di soluzione.
La definizione del dosaggio dovrebbe essere definita dal medico specialista, in base alle caratteristiche cliniche del paziente, al quadro coagulativo, all'età e all'eventuale presenza di contestuali patologie.
Tutto il trattamento dovrebbe essere supervisionato dal proprio medico al fine di evitare la comparsa di effetti collaterali.
L'assunzione di VITAMINA K SALF ® per via endovenosa dovrebbe avvenire preferibilmente in ambiente ospedaliero.

Avvertenze VITAMINA K SALF ® - Vitamina K (menadiolo)

Prima di somministrare vitamina K, il medico dovrebbe valutare attentamente le condizioni di salute del paziente, valutando l'eventuale presenza di condizioni patologiche, quali epatopatie e patologie trombotiche o aterosclerotiche, incompatibili con l'assunzione di VITAMINA K SALF ® .
In pazienti affetti da epatopatie di qualsiasi grado, il risultato osservato in termini di controllo del sanguinamento, potrebbe significativamente differire da quello atteso, richiedendo pertanto un eventuale adeguamento del dosaggio utilizzato e tenendo conto inoltre dell'aumentato rischio di sviluppare reazioni allergiche.
Prima di assumere VITAMINA K SALF ® è necessario accertarsi della limpidezza della soluzione e dell'assenza di precipitati visibili.


GRAVIDANZA ED ALLATTAMENTO

L'assunzione di VITAMINA K SALF ® durante la gravidanza e nel successivo periodo di allattamento al seno, dovrebbe realizzarsi esclusivamente in caso di reale necessità e sotto stretto controllo medico.

Interazioni

La concomitante assunzione di antibiotici o salicilati potrebbe determinare un aumento del fabbisogno di vitamina K, richiedendo pertanto un adeguamento del dosaggio farmacologico utilizzato.
E' utile ricordare, alla luce del suo ruolo biologico, come la vitamina K potrebbe antagonizzare gli effetti anticoagulanti dei dicumarinici.

Controindicazioni VITAMINA K SALF ® - Vitamina K (menadiolo)

VITAMINA K SALF ® è controindicato in caso di ipersensibilità ai principi attivi o ai relativi eccipienti.

Effetti indesiderati - Effetti collaterali

Broncospasmo, cianosi, dolore in sede d'iniezione, prurito, tachicardia, sono state alcune delle reazioni avverse più frequentemente osservate negli adulti in seguito all'assunzione di VITAMINA K SALF ® .
Nei bambini invece si è osservata la comparsa di ittero, costipazione, dolore addominale, eruzioni cutanee, e malessere generale.
In tutti i casi fortunatamente, la sintomatologia è rientrata con la semplice sospensione della terapia medica.

Note

VITAMINA K SALF ® è un farmaco vendibile esclusivamente con ricetta medica.


Le informazioni su VITAMINA K SALF ® - Vitamina K (menadiolo) pubblicate in questa pagina possono risultare non aggiornate o incomplete. Per un uso corretto di tali informazioni, consulta la pagina Disclaimer e informazioni utili.



Ultima modifica dell'articolo: 07/12/2016