SUSPIRIA ® - Cetirizina

SUSPIRIA ®  è un farmaco a base di Cetirizina dicloridato

GRUPPO TERAPEUTICO: Antistaminici per uso sistemico – antagonista H1

SUSPIRIA ® - Cetirizina

Indicazioni SUSPIRIA ® - Cetirizina

SUSPIRIA ® è utilizzato in ambito clinico nel trattamento dei sintomi caratteristici presenti in corso di rinite allergica ed orticaria cronica idiopatica.

Meccanismo d'azione SUSPIRIA ® - Cetirizina

La Cetirizina, principio attivo di SUSPIRIA ® , è un antagonista recettoriale dei recettori H1 istaminergici altamente selettivo, la cui attivazione è responsabile in parte della tipica sintomatologia respiratoria e cutanea presente in corso di reazioni allergiche.
Più precisamente l'attivazione di tali recettori, sostenuta da mediatori flogistici come l'istamina, determina al livello della muscolatura liscia bronchiale contrazioni ripetute responsabili di broncospasmo, ed al livello dei capillari perivenulari un incremento significativo della permeabilità con edema e congestione della mucosa respiratoria, e conseguente riduzione delle capacità ventilatorie.
La Cetirizina, interagendo ad elevata affinità con tali recettori, ne inibisce l'attivazione controllando quindi l'insorgenza dei suddetti effetti biologici e garantendo in pochi minuti dalla somministrazione una pronta regressione della sintomatologia.
La lunga emivita di questo principio attivo, consente inoltre al farmaco, di persistere in circolo per più ore semplificandone significativamente l'assunzione, e limitando la terapia alla monosomministrazione giornaliera.
Terminata la propria attività, la Cetirizina viene in gran parte eliminata immodificata tramite le urine.

Studi svolti ed efficacia clinica

LA CETIRIZINA NEL CONTROLLO DELLA PRODUZIONE DI CITOCHINE INFIAMMATORIE
Eur Ann Allergy Clin Immunol. 2004 Jun;36(6):237-40.

Cetirizine reduces cytokines and inflammatory cells in children with perennial allergicrhinitis.

Ciprandi G, Tosca MA, Milanese M, Ricca V.


Lavoro che dimostra come l'uso di Cetirizina possa ridurre significativamente la produzione di citochine infiammatorie nei pazienti affetti da rinite allergica perenne, controllando così anche il recruitment di cellule della flogosi.

L'EFFICACIA DELLA CETIRIZINA NEL TRATTAMENTO DELLA RINITE ALLERGICA COMPLICATA DA ASMA
J Allergy Clin Immunol. 1995 May;95(5 Pt 1):923-32.

Cetirizine in patients with seasonal rhinitis and concomitant asthma: prospective, randomized, placebo-controlled trial.

Grant JA, Nicodemus CF, Findlay SR, Glovsky MM, Grossman J, Kaiser H, Meltzer EO, Mitchell DQ, Pearlman D, Selner J, et al.


Studio che dimostra come l'assunzione giornaliera di 10 mg di Cetirizina possa risultare efficace e sicura nel ridurre i tipici sintomi allergici a carico delle alte vie respiratorie in pazienti con rinite allergica e concomitante asma.


EPATITE AUTOMMINE DA CETIRIZINA
Ann Pharmacother. 2004 Nov;38(11):1844-7. Epub 2004 Sep 21.

Recurrent acute hepatitis associated with use of cetirizine.

Pompili M, Basso M, Grieco A, Vecchio FM, Gasbarrini G, Rapaccini GL.


Interessantissimo studio italiano che sottolinea come, nonostante la Cetirizina risulti un farmaco a basso potenziale epatotossico, sarebbe opportuno sempre considerare il rischio dell'insorgenza di epatite autoimmune associata all'uso di questo farmaco.

Modalità d'uso e posologia

SUSPIRIA ®
Compresse Rivestite da 10 mg di Cetirizina dicloridato;
Gocce orali da 10 mg di Cetirizina dicloridrato per ml di soluzione.
Lo schema posologico utile al trattamento delle manifestazioni allergiche, sia a carattere respiratorio che cutaneo, dovrebbe essere definito dal medico in base alle condizioni di salute generali del paziente, alla sua età ed alla gravità del quadro clinico presente.
E' inoltre importante considerare l'eventualità di correggere i dosaggi normalmente utilizzati in ambito clinico, per pazienti affetti da patologie renali o da gravi epatopatie.

Avvertenze SUSPIRIA ® - Cetirizina

L'uso di SUSPIRIA ® dovrebbe essere preceduto da un attenta visita medica atta a valutare l'appropriatezza prescrittiva e l'eventuale presenza di patologie o condizioni incompatibili con la terapia stessa.
A tal proposito particolare cautela andrebbe riservata ai pazienti affetti da gravi epatopatie e nefropatie, nei consumatori abituali di alcool e nei pazienti con gravi patologie cardiache e neurologiche.
SUSPIRIA ® in compresse contiene lattosio pertanto la sua assunzione è generalmente poco indicata nei pazienti affetti da deficit enzimatico di lattasi, sindrome da malassorbimento glucosio-galattosio, intolleranza al galattosio.
SUSPIRIA ® in gocce contiene paraidrossibenzoati, eccipienti dotati di spiccata attività allergizzante.
Tenere il farmaco fuori dalla portata dei bambini, avendo cura di evitare l'uso di SUSPIRIA ® nei bambini al di sotto dei 6 anni di età.


GRAVIDANZA ED ALLATTAMENTO

Data l'assenza di dati clinici in grado di caratterizzare a pieno il profilo di sicurezza della Cetirizina per la salute fetale, sarebbe preferibile evitare l'assunzione di SUSPIRIA ® durante la gravidanza e nel successivo periodo di allattamento al seno.

Interazioni

Al fine di preservare le caratteristiche farmacocinetiche e farmacodinamiche della Cetirizina, sarebbe opportuno evitare la contestuale assunzione di alcool e di principi attivi potenzialmente nefrotossici.

Controindicazioni SUSPIRIA ® - Cetirizina

L'uso di SUSPIRIA ® è controindicato in caso di ipersensibilità al principio attivo o ad uno dei suoi eccipienti o ad altre molecole strutturalmente correlate, nei pazienti affetti da gravi epatopatie e nefropatie e nei piccoli pazienti al disotto dei 2 anni.

Effetti indesiderati - Effetti collaterali

L'uso di SUSPIRIA ® soprattutto quando prolungato a lungo nel tempo potrebbe determinare la comparsa di reazioni avverse nausea, diarrea, alterazioni della funzionalità epatica, astenia, debolezza, vertigini, prurito e rash.
Più rari sono gli effetti collaterali al livello neurologico con cefalea, capogiri, sonnolenza, nervosismo e insonnia.

Note

SUSPIRIA ® è un farmaco soggetto a prescrizione medica obbligatoria.



Ultima modifica dell'articolo: 06/10/2016