RIFACOL ® Rifaximina

RIFACOL ® è un farmaco a base di rifaximina

GRUPPO TERAPEUTICO: Antibiotico – Antimicrobico intestinale

RIFACOL ®  Rifaximina Indicazioni
Meccanismo d'azione
Studi svolti ed efficacia clinica
Modalità d'uso e posologia
Avvertenze GRAVIDANZA e ALLATTAMENTO
Interazioni
Controindicazioni
Effetti indesiderati

Indicazioni RIFACOL ® Rifaximina

RIFACOL ® è un antibiotico utilizzato nel trattamento delle infezioni batteriche del tratto intestinale sostenute da batteri Gram + e Gram -, responsabili di diarree acute come quelle estive o del viaggiatore.
L'azione antibiotica è efficace anche nella prevenzione delle patologie infettive pre e post-operatorie e nel riequilibro della flora intestinale in corso di sindrome da colon irritabile e affezioni simili.
La rifaximina trova anche applicazione come coadiuvante nella terapia delle iperammoniemie.

Meccanismo d'azione RIFACOL ® Rifaximina

RIFACOL ® è un farmaco a base di rifaximina, antibiotico derivato dalla rifamicina, con il quale condivide il medesimo meccanismo d'azione nonostante le differenti proprietà farmacocinetiche.
Più precisamente l'azione battericida indotta da questo antibiotico, si esplica attraverso l'inibizione della RNA polimerasi batterica, enzima coinvolto nella trascrizione del DNA, quindi nella sopravvivenza e nella replicazione dello stesso, mentre le caratteristiche farmacocinetiche lo rendono particolarmente indicato per il trattamento delle affezioni intestinali.
Infatti venendo assorbito solo in minima parte dal tratto gastrointestinale, quantità stimata intorno all'1% della totale dose assunta e escreta per via renale, raggiunge il lumen intestinale a concentrazioni tali, da espletare un imponente azione antibatterica.

Studi svolti ed efficacia clinica

1. RIFAXIMINA E SINDROME DA COLON IRRITABILE

N Engl J Med. 2011 Jan 6;364(1):22-32.

Rifaximin therapy for patients with irritable bowel syndrome without constipation.

Pimentel M, Lembo A, Chey WD, Zakko S, Ringel Y, Yu J, Mareya SM, Shaw AL, Bortey E, Forbes WP;TARGET Study Group.


L'anomala crescita della flora batterica intestinale è spesso associata alla presenza della sindrome da colon irritabile. In questi pazienti il trattamento con rifaximina per due settimane, si è dimostrato capace di ridurre significativamente il gonfiore ed il dolore addominale migliorando sensibilmente anche la consistenza delle feci.


2. RIFAXIMINA ED ENCEFALOPATIA EPATICA

J Hepatol. 2010 Nov;53(5):849-55. Epub 2010 Jul 17.

Role of small intestinal bacterial overgrowth and delayed gastrointestinal transit time in cirrhotic patients with minimal hepatic encephalopathy.

Gupta A, Dhiman RK, Kumari S, Rana S, Agarwal R, Duseja A, Chawla Y.


L'encefalopatia epatica, è una patologia complessa caratterizzata tra l'altro dalla presenza di iperammoniemia, che disturba in maniera importante la normale funzionalità cerebrale. Nell'ottica della prevenzione e della terapia di questa condizione patologica, la riduzione della produzione di metaboliti ammonici da parte dell'intestino rappresenta un possibile approccio. Più precisamente l'azione della rifaximina nell'inibire la crescita batterica intestinale, potrebbe risultare importante nella riduzione della produzione di questi metaboliti che contribuiscono al peggioramento della sintomatologia clinica.


3. RIFAXIMINA E DIARREA DEL VIAGGIATORE

J Travel Med. 2010 Mar-Apr;17(2):111-7.

Prevention of travelers' diarrhea with rifaximin in US travelers to Mexico.

Martinez-Sandoval F, Ericsson CD, Jiang ZD, Okhuysen PC, Romero JH, Hernandez N, Forbes WP, Shaw A,Bortey E, DuPont HL.


La diarrea del viaggiatore è una forma di diarrea acuta, associata nella maggior parte dei casi a infezioni batteriche gravi. In questo studio la profilassi con 600 mg di rifaximina al giorno per 14 giorni, si è dimostrata efficace nel ridurre il rischio di insorgenza della diarrea del 48% senza effetti collaterali particolarmente significativi.

Modalità d'uso e posologia

RIFACOL ® compresse rivestite da 200 mg di rafaximina o granulato per sospensione orale 2gr di rifaximina ogni 100 ml :
nel trattamento della diarrea acuta sostenuta da microrganismi, il dosaggio più utilizzato è quello di una compressa da 200 mg di rifaximina ogni 6 ore, nel trattamento pre e post-operatorio si preferisce solitamente l'assunzione di 2 compresse da 200 mg ogni 12 ore mentre nell'iperammoniemia si arriva anche alla somministrazione di 400 mg di antibiotico ogni 8 ore.
I suddetti dosaggio possono essere soggetti a variazioni anche significative, soprattutto in età pediatrica, decise dal medico dopo un'attenta valutazione fisio-patologica del paziente.
In ogni caso la terapia dovrebbe essere protratta per almeno 7 giorni.

Avvertenze RIFACOL ® Rifaximina

La somministrazione di RIFACOL ® in pazienti con lesioni intestinali, potrebbe essere associato alla comparsa di urine rossastre, dovute alla presenza dei metaboliti di rifaximina. In queste condizioni infatti l'assorbimento sistemico potrebbe incrementare sensibilmente ed accompagnarsi inevitabilmente ad un aumentata escrezione renale del principio attivo.
L'uso prolungato di rifaximina, soprattutto quando non sostenuta da un adeguata indicazione terapeutica, potrebbe determinare la comparsa di ceppi batterici resistenti, per i quali sarebbe necessario sostituire la terapia con RIFACOL ® con una più adeguata.
La presenza di saccarosio nella formulazione in granulato per sospensione orale, potrebbe determinare la comparsa di effetti collaterali in pazienti affetti da intolleranza al fruttosio e da malassorbimento glucosio/galattosio.
La terapia con rifaximina, è stata spesso associata alla comparsa di vertigini e capogiri, per cui sarebbe importante accertarsi del proprio stato percettivo prima di mettersi alla guida di autoveicoli o di utilizzare macchinari pericolosi.


GRAVIDANZA ED ALLATTAMENTO

Gli studi presenti in letteratura, non consentono al momento di stabilire con precisione il profilo di sicurezza di RIFACOL ® quando assunto in gravidanza, per la salute del nascituro.
Di conseguenza l'assunzione di rifaximina in gravidanza e durante il periodo di allattamento, dovrebbe essere garantita esclusivamente in caso di reale necessità e sotto stretto controllo medico.

Interazioni

Visto il basso profilo di assorbimento sistemico della rifaximina, le interazioni con altri principi attivi sono decisamente rare e poco significative.

Controindicazioni RIFACOL ® Rifaximina

RIFACOL ® è controindicato in pazienti con ipersensibilità accertata nei confronti del principio attivo o di composti analoghi, o in pazienti con ostruzioni e lesioni intestinali.

Effetti indesiderati - Effetti collaterali

La terapia con rifaximina, si è rilevata molto ben tollerata e priva di effetti collaterali clinicamente significativi.
Tra le reazioni avverse più comuni sono state documentate vertigini, cefalea, diarrea, costipazione, nausea, vomito, dolori addominali e reazioni cutanee di tipo orticoide.

Note

RIFACOL ® è un farmaco vendibile sotto prescrizione medica.