MIKAN ® Amikacina

MIKAN ® è un farmaco a base di Amikacina solfato

GRUPPO TERAPEUTICO: Antibatterici- Aminoglicosidi

MIKAN ® Amikacina

Indicazioni MIKAN ® Amikacina

MIKAN ® è indicato nel trattamento delle infezioni batteriche di grave entità sostenute da microrganismi sensibili alla amikacina, anche quando resistenti alla gentamicina.

Meccanismo d'azione MIKAN ® Amikacina

L'amikacina, principio attivo di MIKAN ®, rientra nel numeroso gruppo degli aminoglicosidi, antibiotici molto utilizzati in ambito clinico per il trattamento di infezioni sostenute da microrganismi generalmente resistenti alla terapia con beta lattamici.
Caratterizzata da un ottima permeabilità di membrana, l'amikacina assunta per via parenterale raggiunge in soli 30-60 minuti le massime concentrazioni plasmatiche distribuendosi omogeneamente tra i vari fluidi biologici.
Penetrata nel citoplasma batterico l'amikacina lega ed inibisce la subunità ribosomiale 30S, necessaria a determinare il corretto allungamento della catena peptidica, quindi a salvaguardare l'intero processo di sintesi proteica.
La formazione e l'accumulo di peptidi aberranti oltre a compromettere le proprietà biochimiche e metaboliche del battere, danneggia seriamente la membrana plasmatica portando alla massima perdita di potassio che si accompagna inevitabilmente alla lisi cellulare.
Nonostante l'ottima efficacia d'azione dell'amikacina, diretta anche nei confronti degli stafilococchi e di pseudomonas, differenti microrganismi hanno sviluppato nel tempo meccanismi di resistenza caratterizzati da :

  • Riduzione della permeabilità batterica all'antibiotico, mediata dalla riduzione dell'espressione di trasportatori di membrana;
  • Variazione strutturale dei domini di legame dell'antibiotico;
  • Espressione di proteine di membrana dotate di attività litica nei confronti degli aminoglicosidi.

Studi svolti ed efficacia clinica

1 . L'AMIKACINA NEL CONTROLLO DELLE INFEZIONI DA PSEUDOMONAS IN PAZIENTI ONCOLOGICI
J Paediatr Child Health. 2001 Feb;37(1):38-43.

Single-daily ceftriaxone plus amikacin versus thrice-daily ceftazidime plusamikacin as empirical treatment of febrile neutropenia in children with cancer.

Ariffin H, Arasu A, Mahfuzah M, Ariffin WA, Chan LL, Lin HP.


Interessante studio che dimostra l'efficacia della terapia combinata amikacina/ceftriaxone nel ridurre la febbre indotta da Pseudomonas aeruginosa in pazienti pediatrici oncologici con manifesta neutropenia.


2 . L'AMIKACINA NELLA SEPSI NEONATALE
Scand J Infect Dis. 2006;38(1):36-42.

The use of piperacillin/tazobactam (in association with amikacin) in neonatal sepsis: efficacy and safety data.

Flidel-Rimon O, Friedman S, Leibovitz E, Shinwell ES.


Lavoro che dimostra come l'aggiunta di amikacina alla comune terapia antibiotica possa risultare efficace e sicura nel trattamento della sepsi neonatale, eradicando gli agenti patogeni in sole 48-72 ore di trattamento farmacologico.


3.L'AMIKACINA NELLA PREVENZIONE DELLE INFEZIONI POST-OPERATORIE
BJU Int. 2011 Mar;107(5):760-4.

Adding amikacin to fluoroquinolone-based antimicrobial prophylaxis reduces prostate biopsy infection rates.

Batura D, Rao GG, Bo Nielsen P, Charlett A.


Interessante lavoro che dimostra l'efficacia degli aminoglicosidi nel prevenire le infezioni del sito chirurgico. In questo studio infatti l'uso di amikacina si è dimostrato efficace nel ridurre il tasso di infezioni in pazienti sottoposti a biopsia prostatica.

Modalità d'uso e posologia

MIKAN ®
Soluzioni iniettabili per uso parenterale da 500 - 1000 mg di amikacina.
Lo schema posologico previsto per MIKAN ® dovrebbe essere stabilito dal medico in base alle caratteristiche fisio-patologiche del paziente ed alla gravità del suo quadro clinico.
Eventuali adattamenti andrebbero valutati in caso di infezioni particolarmente gravi o qualora il paziente presentasse patologie renali tali da diminuirne la velocità di filtrazione glomerulare, con un conseguente accumulo plasmatico di amikacina.

Avvertenze MIKAN ® Amikacina

La terapia con MIKAN ® deve necessariamente essere definita e supervisionata da personale medico, al fine di valutare l'appropriatezza prescrittiva e controllare al contempo l'eventuale insorgenza di potenziali effetti collaterali attraverso periodici controlli.
Particolare attenzione andrebbe riservata ai pazienti con pregressa storia di patologie neurologiche, uditivo-vestibolari e nefrologiche data l'elevata suscettibilità agli effetti collaterali tipici dell'amikacina.
Qualora il paziente dovesse avvertire segni e sintomi di potenziali reazioni avverse, dovrebbe immediatamente avvertire il proprio medico con il quale prendere in considerazioni l'eventualità di sospendere o variare la terapia in corso.
La presenza tra gli eccipienti di sodio metabisolfito potrebbe aumentare il rischio di reazioni da ipersensibilità al farmaco.


GRAVIDANZA ED ALLATTAMENTO

L'uso di MIKAN ® durante la gravidanza e nel successivo periodo di allattamento al seno è generalmente controindicato data l'assenza di trial clinici in grado di caratterizzare l'efficacia terapeutica ed il profilo di sicurezza per il feto esposto all'assunzione di amikacina.

Interazioni

Il paziente in terapia con MIKAN ® dovrebbe prestare particolare attenzione alla contestuale assunzione di :

  • Anestetici e miorilassanti in grado di compromettere la funzionalità respiratoria determinando anche paralisi neuromuscolare;
  • Principi attivi dotati di potenziale ototossicità e nefrotossicità, per l'aumentato rischio dell'insorgenza di nefropatie e patologie uditivo-vestibolari;
  • Diuretici responsabili talvolta di grave sordità.

Controindicazioni MIKAN ® Amikacina

L'uso di MIKAN ® è controindicato in caso di ipersensibilità al principio attivo ed ai relativi eccipienti, durante la gravidanza e l'allattamento al seno.

Effetti indesiderati - Effetti collaterali

L'uso di aminoglicosidi per via sistemica espone il paziente a tipici effetti collaterali, talvolta clinicamente rilevanti.
L'ototossicità legata all'accumulo dell'amikacina nella perilinfa e nell'endolinfa, potrebbe infatti determinare la comparsa di disturbi uditivo-vestibolari quali tinnito auricolare, vertigini e sordità mentre la nefrotossicità del principio attivo potrebbe aumentare il rischio di disturbi urinari quali albuminuria, ematuria, cilindruria e nei casi più gravi iperazotemia ed ipercreatininemia.
Ai suddetti effetti collaterali legati all'assunzione di MIKAN ® se ne aggiungono altri generalmente meno gravi e transitori caratterizzati da nausea, vomito, ipotensione, anemia ed eosinofilia.

Note

MIKAN ® è un farmaco soggetto a prescrizione medica.