MESULID ® Nimesulide

MESULID ® è un farmaco a base di Nimesulide

GRUPPO TERAPEUTICO: Farmaci antinfiammatori e antireumatici non steroidei

MESULID ® Nimesulide

Indicazioni MESULID ® Nimesulide

MESULID ® è indicato nel trattamento sintomatico del dolore acuto presente in condizioni infiammatorie di varia natura o nella dismenorrea primaria.

Meccanismo d'azione MESULID ® Nimesulide

MESULID ® , farmaco utilizzato nel trattamento del dolore acuto, è un medicinale a base di nimesulide, principio attivo capostipite della sottoclasse delle sulfonamidi, appartenente alla categoria terapeutica dei farmaci antinfiammatori non steroidei.
La presenza del gruppo sulfoanilidico consente da un lato di rendere l'attività del principio attivo particolarmente selettiva, permettendo un azione inibitrice diretta prevalentemente verso le isoforme enzimatiche di ciclossigenasi indotte da eventi lesivi e responsabili del processo infiammatorio (COX2), e dall'altro di ridurre l'acidità del composto.
Le suddette caratteristiche rendono l'assunzione di MESULID ® più sicura per la mucosa gastro-enterica, riducendo così sia l'azione lesiva diretta del principio attivo sia quella indotta dall'inibizione di prostaglandine con attività regolatoria nei confronti della secrezione acida e mucipara.
Per quanto riguarda l'aspetto terapeutico invece, la nimesulide, una volta assorbita dalla mucosa gastroenterica e distribuita tra i tessuti attraverso il legame con le proteine plasmatiche, raggiungendo i tessuti sottoposti a stimoli lesivi inibisce l'attività delle COX 2, garantendo una sensibile riduzione della produzione di prostaglandine dotate di attività pro-infiammatoria, algogena e pirogena.

Terminata la propria attività, in seguito ad un metabolismo epatico che vede come protagoniste le isoforme enzimatiche citocromiali CYP2C9, la nimesulide sottoforma di cataboliti inattivi viene eliminata per oltre il 70 % attraverso le urine.

Studi svolti ed efficacia clinica

1.L'EFFICACIA ANALGESICA DELLA NIMESULIDE NELLA PRATICA ODONTOIATRICA
Int J Oral Maxillofac Surg. 2010 Jun;39(6):580-4. Epub 2010 Apr 21.

Efficacy of nimesulide versus meloxicam in the control of pain, swelling and trismus following extraction of impacted lower third molar.

De Menezes SA, Cury PR.


Studio che dimostra la maggiore efficacia analgesica della nimesulide anche quando paragonata a farmaci antinfiammatori più recenti, nella comune pratica odontoiatrica ( estrazione del terzo molare)


2 .L'EPATOTOSSICITA' DELLA NIMESULIDE
Prescrire Int. 2011 May;20(116):125-6.

Nimesulide: patients still exposed to a risk of severe hepatitis.


Studio di denuncia che sottolinea gli importanti effetti collaterali della nimesulide a carico del fegato, anche durante normali cicli di terapia. In Europa dal 1998 si sono accumulati numerosi casi di epatite severa in seguito all'assunzione di nimesulide senza alcun tipo di segnalazione da parte delle agenzie internazionali.


3.LA NIMESULIDE COME AGENTE NEUROPROTETTIVO
Sichuan Da Xue Xue Bao Yi Xue Ban. 2011 Jul;42(4):498-502.

The effect of nimesulide on learning and memory function after serve traumatic brain injury in rats.

Zhang T, Zhang YX.


Interessante studio sperimentale che dimostra come la nimesulide possa esplicare un importante effetto neuroprotettivo, preservando le capacità mnemoniche e cognitive in ratti sottoposti a grave lesione traumatica cerebrale.

Modalità d'uso e posologia

MESULID ®
Compresse da 100 mg di nimesulide;
Granulato per sospensione orale da 50 o 100 mg di nimesulide;
Supposta per uso rettale da 200 mg di nimesulide.
Il dosaggio consigliato negli adulti è di una compressa, bustina o supposta due volte al giorno, preferibilmente dopo i pasti.
Un adeguamento dei dosaggi normalmente utilizzati, potrebbe essere preso in considerazione dal medico in base al quadro clinico del paziente, all'efficacia della terapia e all'eventuale presenza di patologie epatiche e renali.

Avvertenze MESULID ® Nimesulide

Visti gli importanti effetti collaterali associati comunemente alla terapia con nimesulide sarebbe opportuno consultare il proprio medico prima di intraprendere l'assunzione di MESULID ® .
In ogni caso la terapia con nimesulide dovrebbe intendersi come terapia di breve durata, utile al superamento della sintomatologia dolorosa, evitando quindi di protrarre l'assunzione del farmaco per periodi prolungati di tempo.
E' in questo caso utile ricordare come l'incidenza e la gravità degli effetti collaterali della terapia possano risultare proporzionali alla durata della stessa ed ai dosaggi utilizzati.
Pazienti affetti da patologie epatiche, renali, gastro-enteriche e cardiovascolari dovrebbero prestare particolare attenzione all'assunzione di MESULID ® , vista la loro elevata suscettibilità al trattamento farmacologico.
Qualora dovessero comparire effetti indesiderati, il paziente dovrebbe immediatamente contattare il proprio medico, prendendo in considerazione l'eventualità di sospendere immediatamente la terapia in atto.
MESULID ® in compresse contiene lattosio, pertanto la sua assunzione è sconsigliata in pazienti affetti da intolleranza al lattosio, deficit enzimatico di lattasi e sindrome da mal assorbimento glucosio-galattosio.
MESULID ® granulato per sospensione orale invece contiene saccarosio, risultando così poco indicato in pazienti affetti da sindromi ereditarie di intolleranza al fruttosio, malassorbimento glucosio/galattosio e carenza di saccarosio-isomaltasi.


GRAVIDANZA ED ALLATTAMENTO

L'utilizzo di MESULID ® durante la gravidanza è severamente controindicato visti i numerosi studi presenti in letteratura che dimostrano l'aumentato rischio di malformazioni cardiovascolari, respiratorie e renali a carico del feto, in seguito all'assunzione di nimesulide durante la gestazione.
Agli effetti collaterali sul feto si aggiungono quelli sulla madre, sottoposta ad un aumentato rischio di emorragia e a serie complicanze al momento del parto.
Inoltre vista la tendenza della nimesulide a concentrarsi in quantità clinicamente rilevanti nel latte materno, sarebbe opportuno estendere le suddette controindicazioni anche alla successiva fase di allattamento al seno.

Interazioni

Anche la nimesulide così come gli altri principi attivi appartenenti alla categoria dei farmaci antinfiammatori potrebbe risentire della contestuale assunzione di vari farmaci, perdendo così le normali attività terapeutiche ed il relativo profilo di sicurezza.
Per questo motivo sarebbe opportuno prestare particolare attenzione alla contestuale assunzione di :

Controindicazioni MESULID ® Nimesulide

L'utilizzo di MESULID ® è controindicato in caso di ipersensibilità al principio attivo o ad uno dei suoi eccipienti, insufficienza epatica e renale, ulcere gastriche e patologie gastroenteriche e scompenso cardiaco grave.

Effetti indesiderati - Effetti collaterali

Numerosi trial clinici ed un attento monitoraggio post-marketing, hanno valutato l'incidenza degli effetti collaterali associati alla terapia con nimesulide.
Nonostante questa risulti più bassa rispetto ad altri FANS non selettivi, il trattamento con MESULID ® è stato associato alla comparsa di rash cutanei, prurito, orticaria ed edema, anemia, neutrofilia, trombocitopenia, granulo citopenia, sonnolenza, cefalea, insonnia e vertigini, tachicardia ed ipertensione, dolore epigastrico, nausea, vomito, diarrea e gastralgie, iperkaliemia, asma, dispnea e broncospasmo, disuria, oliguria, ematuria isolata ed alterazioni della funzionalità epatica.

L'incidenza e la gravità dei suddetti effetti collaterali è risultata tuttavia proporzionale alle totale dose assunta ed alla durata della terapia farmacologica.

Note

MESULID ® è un farmaco soggetto a prescrizione medica obbligatoria.



Ultima modifica dell'articolo: 08/11/2016